mar
16

Google risponde a Microsoft: rilasciato WebM per Internet Explorer 9

 

WebM - Internet Explorer 9Google ha deciso di venire incontro agli utenti entusiasti del formato WebM per i video in HTML5, rilasciando un plugin per Internet Explorer 9. Una risposta all’atteggiamento ambiguo di Microsoft sul supporto ufficiale a VP8 nel browser. Il plugin, ancora in anteprima, è compatibile con Windows Vista e 7: sono noti alcuni problemi.

Microsoft aveva rilasciato, in dicembre, un’estensione per riprodurre filmati in H.264 su Mozilla Firefox e Google Chrome. Internet Explorer 9, stabile soltanto da ieri, è compatibile anche con WebM/VP8… ammesso che ne sia stato installato il codec. Un po’ come avviene se si vogliono riprodurre video XviD su Windows Media Player.

Ora pure gli utenti di Windows possono optare per il formato open source di Google oppure per quello royalty-free di MPEG LA: Microsoft, insieme ad Apple, è tra i membri di quest’ultimo e la scelta di rendere “ostica” l’adozione di WebM è chiaramente una mossa commerciale. Il rilascio definitivo di HTML5 dovrebbe essere risolutivo.

Via | The H Online

Google risponde a Microsoft: rilasciato WebM per Internet Explorer 9 é stato pubblicato su ossblog alle 11:00 di mercoledì 16 marzo 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

set
23

DirectX 10/11 su Linux: non sarà l alibi per i videogiochi

 

Microsoft DirectX 11Martedì è trapelata la notizia che le DirectX 10/11 sono native su Linux e subito si è pensato alle possibili conseguenze. Tra queste, secondo alcuni l’apertura del mercato dei videogiochi (Steam, ecc.) al pinguino è da escludere. Per una serie di motivazioni decisamente più che valide.

Anzitutto, il porting riguarda Gallium3D e ciò è particolarmente interessante perché si tratta dell’infrastruttura per Mesa e i driver liberi di ATI, Intel e nVidia. Di contro, non tutto il codice su OpenGL è stato tradotto, perciò è esclusa una resa vicina a quella di DirectX su Windows.

Adrian Kingsley-Hughes sottolinea due punti su cui riflettere. DirectX non è soltanto Direct3D e OpenGL, quindi DirectInput e DirectSound restano tuttora esclusi. Poi, per quanto Wine abbia fatto grandi passi avanti, è ancora molto lontano dall’essere perfetto (e giocare via Wine non equivale a farlo al 100% con Linux).

Via | ZDNet

DirectX 10/11 su Linux: non sarà l alibi per i videogiochi é stato pubblicato su ossblog alle 09:00 di giovedì 23 settembre 2010.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
25

Wine 1.2 stabile: ora sfrutta anche i 64-bit

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
22

Grub2 + Windows 7 + Dell Inspiron = Vegetale

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

feb
15

Piratebay oscurato ed irraggiungibile (ma anche no) (PARTE SECONDA)

 

I nostri amati giudici tanto impegnati nella tutela dei diritti (ma di chi ?) tornarno alla carica e impongono ai provider italiani l’oscuramento del sito Piratebay, come era già successo ad agosto 2008, e di cui avevamo già parlato qui.

All’epoca il blocco era a livello DNS, quindi bastava utilizzare un DNS non coinvolto, cioè straniero, come OpenDns o i nuovi dns di Google, per aggirare il problema.

A questo giro si sono fatti furbi (ma dai…) ed il blocco è stato abbassato di livello, adesso sono gli indirizzi ip che non posso essere raggiunti, infatti anche usando un dns straniero appare questa laconica pagina con una carinissima cornice che sembra spennellata a mano:

E quindi sembra che i navigatori del web italiani sia tagliati fuori dal poter scaricare la nuova versione della loro distribuzione linux preferita.

Al momento e’ disponibile l’url http://labaia.net che per adesso sembra funzionare, ma nel dubbio, visto che i nostri solerti tutori dell’ordine potrebbero bloccare pure quello, vi propongo una soluzione che funziona a prescindere.

Ma come dico spesso io “anche no”, la soluzione e’ semplice, gratuita e pure in italiano (cosa che non guasta mai).

Esiste un pacchetto software che permette di usare le connesioni altrui per navigare in modo cifrato e anonimo, molti di voi presumo (anzi spero) lo conoscano, si chiama TOR, chi non lo consoce può leggere qui per capire cone funziona.

Dal TOR e’ stato creato un pacchetto che si chiama Tor Browser che esiste in due versioni, una comprende TOR abbinato ad un Firefox già configurato per la navigazione anonima, l’altra versione, oltre a Firefox comprende anche anche Pidgin, un software per chattare, sempre in modo completamente anonimo.

Da notare che sono tutti software portabili che non modificano un eventuale Firefox già presente e non sporcano il registro di Windows.

Tor Browser non ha installazione, basta scaricarlo da qui e lanciarlo, lui vuole sapere solo dove essere spacchettato, và bene un qualunque posto sul disco fisso o anche una chiavetta usb.

Non aggiungo altro, la pagina di cui vi ho lasciato il link contiene il download e tutte le (poche) spiegazioni necessarie.

Utenti – Tribunale di Bergamo : 2 – 0

Tutto questo funziona su Windows in qualunque versione (sul mio Win7 a 64 bit gira perfettamente), gli utenti Linux spero non avranno bisogno di queste cose già cotte, mettere un TOR su una linux box è questione di un apt-get, della modifica di una riga del file di configurazione e l’inserimento del proxy su Firefox. Vero ? ;-)

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

gen
23

Windows non gradisce grub

 

Se avete una macchina in configurazione multiboot linux/windows ed utilizzate grub potreste incorrere in problemi in caso di aggiornamento del sistema operativo con le finestre.

Se volete mettere sul computer qualcosa di più recente di Vista SP1, l’aggiornamento farà tutti i controlli del caso, inizierà ad installare i nuovi file e solo verso la fine emetterà un errore generico prima di ripristinare la situazione originale.

Recentemente si è scoperto che il problema si presenta solo se è presente Grub come boot loader. L’ennesimo giochetto di microsoft per complicare la vita di quegli utenti che vogliono usare i due sistemi operativi e non sono ancora così pratici da tenersi una copia del master boot record da parte.

Probabilmente se dedicassero più tempo a correggere i loro problemi di sicurezza non avrebbero bisogno di questi trucchi.

Via | ZdNet

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

gen
10

Aero di Windows 7: Scorciatoie da tastiera (Tasti rapidi – HotKeys)

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

gen
06

Installare Hold’em Manager e PostgreSQL su Windows Seven

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

gen
05

Windows 7 (Seven): Disattivare il noioso controllo Utente (UAC)!

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
13

Un “virus” per GNU/Linux? Non proprio…

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
09

Cazzate super-galattiche su Chip.it

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
11

Screenie, un editor per creare screenshot in stile Mac

 

Screenie Screenie non serve per “scattare” degli screenshot, ma – come recita il suo slogan – è un «fancy screenshot composer», ovvero una semplice GUI per creare composizioni d’immagini con uno stile exposé simile a quello già visto nelle pubblicità di Apple.

Disponibile sia per Windows che per Linux, Screenie è un progetto ospitato su Google Code e sfrutta le librerie Qt — di cui è necessario disporre almeno dalla versione 4.4. È rilasciato sotto licenza GPLv2 e i sorgenti sono scaricabili anche da un repository su GitHub.

Chi utilizzasse Ubuntu può installarlo direttamente da APT (facendo attenzione al pacchetto, che si chiama screenie-qt e non ha nulla a che vedere con l’omonimo screenie) a partire da Jaunty Jackalope: l’applicazione ha un’interfaccia molto intuitiva e funziona con il drag’n'drop delle immagini esistenti — se ne possono aggiungere fino a 3 per ogni composizione.

Via | WebUpd8

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ott
30

Windows 7, il più lento sistema operativo di Microsoft. Guardare per credere

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ott
26

Linus Torvalds: Windows 7 è ok!

 

linus_torvald_windows_7

Linus Torvalds davanti a decine copie di Windows 7, sorridente e con il pollice alto. Cosa succede? Il mondo è andato completamente sotto sopra? Microsoft ha comprato Linus? Linus ha messo le dita in una presa di corrente e si è fulminato il cervello? Nessuna di queste, fortunatamente per noi.

Le foto di Torvald accanto a Windows 7 sono state pubblicate da Chris sul proprio account Picasa, poi riprese da Engadget, con tanto di spiegazione dell’accaduto.

Il lancio di Windows 7 è avvenuto proprio durante l’ultimo Japan Linux Symposium, e proprio all’incrocio con la strada della conferenza c’era un grosso stand promozionale. Durante una pausa alcuni partecipanti sono andati a curiosare portandosi dietro Linus Torvalds. Torvalds si è messo in posa per questa “foto ricordo”, senza ovviamente comprare nulla. Tutto bene quel che finisce bene…

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ott
14

Windows 7, test sul campo. Credevo peggio.

 

Lo stò usando su un paio di computer, un fisso pittosto carrozzato ed il mio portatile aziendale, un Asus N20, entrambi con la versione Enterprise 64 bit italiana.

Devo dire che, a parte Outlook 2007 che mi non mi salva la password quando lo uso over rcp, il client cisco per la VPN che non funziona ed una fastidiosa tendenza a chiedere la conferma quando lancio i programmi dalla barra in basso, per il resto sembra funzionare assai bene.

Sembra un XP travestito da Vista. :-)

La questione della password l’ho risolta usando la mia tattica preferita: uso Outlook meno che posso, visto che mi fà anche un poco ribrezzo :-)

Il client Cisco, in attesa che esca una versione Seven-compatibile, l’ho sostituito.

Uso il client vpn di Shrew, che trovate QUI,  è gratis e disponibile anche per linux.

Con la versione 2.2.0-alpha-9 si importa il file di configurazione .pcf di cisco e si collega al volo.

Per la questione della barra di esecuzione dei programmi ho rispolverato una cosa comodissima e gratuita che usavo tempo addietro:

RocketDock e si scarica da qui

Una piccola demo sul come si presenta, gli utenti apple e linux magari hanno già visto roba simile.

vero ? ;-)

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top