nov
14

Per un pinguino piu'….verde….

 


Ma non cosi …..
Sito molto interessante per rendere il nostro pinguino meno esoso in termini energetici: http://www.lesswatts.org

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
18

Virtual Desktop Infrastructure

 

Il VDI (Virtual Desktop Infrastructure) rappresenta un modello centrato su ambiente server che fornisce agli amministratori di sistema la possibilità di gestire centralmente nel data center macchine desktop virtuali pur offrendo una completa “esperienza desktop” agli utenti finali.

Uno dei prodotti che più degli altri attualmente implementa una piattaforma VDI è VERDE (Virtual Enterprise Remote Desktop Environment) di Virtual Bridges. Sono numerosi gli elementi che distinguono VERDE dalle altri soluzioni, ma forse il più caratteristico è l’ampio uso di software open-source, compresa l’adozione dell’hypervisor KVM, presente ormai in tutti i kernel Linux di ultima generazione. Il modulo KVM consente di impiegare la tecnologia di Virtualizzazione x86 sviluppata sia da Intel che da AMD per le loro CPU (Intel-VT, AMD-V) la quale permette a una macchina virtuale di eseguire un sistema operativo ospite senza incorrere in perdite prestazionali causate dall’emulazione via software.

Installato attraverso un unico pacchetto software in tutte le sue componenti su un server Linux, VERDE è in grado di realizzare cluster di server satelliti fino al limite fisico di 10.000 macchine e 1 milione di utenti contemporanei, e distribuire in perfetta sicurezza desktop virtuali Windows e Linux. Tramite la tecnica del “copy-on-write“, tutti i file di sistema sono protetti dalla scrittura e dall’uso improprio o malevolo, rendendo l’intero parco di macchine virtuali praticamente esente da virus o da danneggiamenti fortuiti. Inoltre, essendo i desktop virtuali un’istanza dinamica di un’immagine fisica centralizzata, la gestione complessiva di tutto il parco utenti (patch, aggiornamenti, installazioni) avviene attraverso un’unica macchina definita “Gold“.

L’IBM ha recentemente selezionato VERDE per l’accordo con Canonical, finalizzato alla distribuzione di desktop virtuali Ubuntu.
Uno dei punti di forza di questa piattaforma è rappresentato dalla pluriennale esperienza di Virtual Bridges nell’ambito della virtualizzazione: VERDE infatti è la naturale evoluzione di un noto prodotto di successo che fu tra i primi a portare il desktop Windows su un client Linux: Win4Lin.

Vista l’estrema semplicità di installazione e uso della piattaforma, il distributore italiano ha recentemente messo a disposizione delle aziende interessate a valutare VERDE, un modulo online per il rilascio di una licenza temporanea gratuita.

Il mese scorso è apparso un articolo di Gartner attraverso il quale l’analista prevede una crescita del mercato desktop virtuali fino a 49 milioni di unità nel 2013, con un indotto commerciale di oltre 65 miliardi di dollari.

.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
28

Risolvere l’immagine verde della Webcam (Creative *) su Ubuntu

 

Nei miei post ho trattato più volte l’installazione e la configurazione delle webcam su linux. Oggi sono stato da un amico a configurare una webcam Creative Live Cam IM pro (Creative Technology, Ltd Live! Cam Vista IM – con driver gspca ) questo tipo di webcam che è diverso da quello trattato tempo fa su questo blog ( Installare la Creative Webcam Vista e Live Vista su Linux che utilizzava invece i driver ov51x-jpeg).

La webcam presa in esame installata su ubuntu 8.10 e sulla nuova distro ubuntu 9.04 veniva rilevata in modo automatico grazie all’ampio supporto per le webcam inserito nelle nuove versioni kernel. Il problema ahimè era nell’uso di Skype infatti in questo famoso software di Voip l’anteprima della webcam (testabile da opzioni>opzioni video) avveniva in modo anomalo visualizzando una schermata verde a strisce non visualizzando nessuna immagine.

Il problema mi ha fatto tribolare un bel po’ poi girovagando nei sorgenti dei driver gspca , leggendo il changelog ho scoperto che esisteva infatti il problema con questo modello di webcam e skype e che era stato risolto facendo un piccolo hack ai driver e ad una libreria del sistema libv4l o lib32v4l (per sistemi  amd64).

Per risolvere allora il problema della schermata verde con la webcam su skype si può utilizzare questa semplice procedura per risolvere in modo rapido.

Su Ubuntu 8.10 o 9.04  è necessario per prima cosa  installare o aggiornare all’ultima versione , se già non presente,la libreria libv4l o lib32v4 ( amd64) e assicurarsi di aver prima rimosso qualsiasi precedente versione.

Per installarla bisogna aggiungere un repository con il seguente pacchetto, per fare questo o da editor (/etc/apt/sources.list) o via synaptic aggiungete i seguenti repos:

Ubuntu 9.04

deb http://ppa.launchpad.net/stemp/ppa/ubuntu jaunty main
deb-src http://ppa.launchpad.net/stemp/ppa/ubuntu jaunty main

Ubuntu 8.10

deb http://ppa.launchpad.net/stemp/ppa/ubuntu intrepid main
deb-src http://ppa.launchpad.net/stemp/ppa/ubuntu intrepid main

Dopo aver installato o aggiornato la libreria libv4l o lib32v4 (per  amd64) dobbiamo installare skype dal repository Medibuntu dato che la versione rilasciata ha già la patch dell’hack compilata all’interno.

* Add a hack for libv4l (LP: #260918):
- debian/skype.wrapper.in, debian/rules: rename the orig skype binary and
add a wrapper to call it with LD_PRELOAD
- debian/control: depends on lib32v4l-0 [amd64], libv4l-0 [!amd64].

Dopo aver fatto questo chiudiamo skype e lo riavviamo proviamo la webcam da opzioni > opzioni video se nuovamente è verde bisogna procedere nel seguente modo:

da terminale lanciamo skype con il seguente comando

LD_PRELOAD=/usr/lib/libv4l/v4l1compat.so skype

se dopo aver avviato in questo modo skype la webcam funziona in modo normale possiamo procedere con l’automazione della procedura ed effettuiamo una modifica al launcher di skype:

da terminale prima ci rechiamo nella dir /usr/bin con il comando:

cd /usr/bin

poi duplichiamo il file di skype con una copia di sicurezza (skype.real)

sudo mv skype skype.real

e poi creiamo un nuovo skype (file)  con uno script modificato

sudo gedit skype

e all’interno inseriamo lo script con il comando che abbiamo lanciato prima:

#!/bin/sh
LD_PRELOAD=/usr/lib/libv4l/v4l1compat.so /usr/bin/skype.real "$@"

dopo di che dobbiamo dare i permessi necessari per l esecuzione quindi con un semplice comando da terminale:

chmod 775 skype

otteniamo uno script eseguibile dall’utente normale,dopo di che il launcher di skype sarà modificato e potremo lanciare skype normalmente dal menu!

Share/Save/Bookmark

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

lug
28

debian: video verdi con totem

 

Ultimamente gli ottimi repository debian-multimedia si sono disallineati con i repository ufficiali…

io su Debian lenny da qualche settimane vedevo tutti i video verdognoli con totem!

per risolvere basta disinstallare il pacchetto gstreamer0.10-ffmpeg-full di debian-multimedia e sostituirlo con gstreamer0.10-ffmpeg dei repository ufficiali

apt-get install gstreamer0.10-ffmpeg

A quanto pare lo sviluppo debian ultimamente (da quando etch è diventata stabile) ha avuto un boom nello sviluppo :)

comunque per stare aggiornati con eventuali disallineamenti tra debian multimedia e i repository ufficiali basta consultare l’homepage di debian-multimedia. A quanto pare ci sono problemi anche con altre applicazioni in questo periodo.

se volete sistemare le anteprime dei video potete usare la soluzione drastica (eliminarle tutte):

rm ~/.thumbnails/normal/*

oppure aprire la cartella ed eliminarle a mano se non sono molte:

nautilus ~/.thumbnail/normal/

bye

Popularity: 3% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top