set
26

Ancora altri fonts per Ubuntu

 

Un po’ in risposta a questo blog, rincaro la dose e vi espongo come installare circa 700/800 altri nuovi fonts in pochi click :)

1. Procurarsi la roba.

Ubuntu.wordpress.com è una miniera di informazioni utili. Con il repository universe infatti, basta digitare il seguente comando

sudo apt-get install ttf-gentium ttf-dustin ttf-georgewilliams ttf-sjfonts sun-java6-fonts ttf-larabie-deco ttf-larabie-straight ttf-larabie-uncommon

per avere all’incirca altri 300 nuovi fonts.

2. Procurarsi altra roba.

C’è poi gancjo che ci suggerisce di aggiungere un ulteriore repository alla nostra lista di sorgenti:

deb http://ppa.launchpad.net/corenominal/ubuntu hardy main

3. Gestirsi la roba.

Consiglio caldamente di installarsi specimen:

sudo apt-get install gnome-specimen

4. Procurarsi ancora altra roba.

Se proprio volete spappolarvi il cervello, c’è sempre il metodo tradizionale, di scaricare il font originale a mano, di scompattarlo e spostarlo nella cartella ~/.fonts. I siti dalla quale scaricare altra neve sono innumerevoli, ve ne cito qualcuno:

Simply the best fonts

Myfonts

1001 free fonts

2200 free fonts

~ sniff.. ~

      

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

set
22

Progetto – Nokia Pc Suite su Linux

 

Nel vano tentativo di trovare un modo per aggiornare il firmware del mio N73, curiosando nella savana dei vari archivi e feed, mi sono imbattuto in questo interessantissimo post, del forum nostrano ubuntu-it.org.

In pratica si chiede la collaborazione al progetto, inserendo, per esempio i codici risultanti da un semplice

lsusb

da terminale, con il cellulare Nokia attaccato con il cavo.

Un esempio? Con il mio Nokia N73 ottengo:

0421:0486 Nokia Mobile Phones
0421:0487 Nokia Mobile Phones

Non basta altro che postare il codice sul forum. Posto il manifesto del progetto per intero:

Si cercano nuovi collaboratori che abbiano dimestichezza con il bash e il C, in particolar modo sappiano anche usare comandi più complessi come “sed” e “awk”. Inoltre occorrono dei grafici che si occupino di trovare delle icone e dei loghi (magari che li creino) per il software e per i rispettivi modelli di cellulare (basta anche una sola icona raffigurante il cellulare uguale per qualsiasi modello si connetta, fondamentale che sia bella!)
Qualsiasi altro tipo di collaborazione è molto gradita.

Quindi chi ha conoscenze dei linguaggi o vorrebbe dimostrare la propria bravura nel campo grafico, ha un’opportunità bella succulenta :)

      

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

set
10

PackageKit 0.3.2 e Ubuntu

 

Incuriosito da questo nuovo gestore di pacchetti, incluso nell’ultima release di Fedora, ho provato svariate volte a farlo funzionare sulla mia amata Hardy, senza tuttavia avere dei risultati soddisfacenti.

La versione infatti ufficialmente pubblica sui repositories universe di Hardy è abbastanza vetusta: la 0.16, inservibile. Ma data la peculiarità di Launchpad e la sua versatilità, ecco spuntare fugace un bel Persona Package Archive (PPA, per gli amici) con l’ultima sfavillante versione di PackageKit, con tanto di backend per apt, pronta all’uso di un profano :)

1. Dove

Le righe da inserire nella sources.list sono le seguenti:

deb http://ppa.launchpad.net/packagekit/ubuntu hardy main

deb-src http://ppa.launchpad.net/packagekit/ubuntu hardy main

E come bere un bicchier d’acqua, aggiornate poi la lista con il solito

sudo apt-get update

2. Cosa

I pacchetti da installare sono questi:

sudo apt-get install packagekit packagekit-gnome package-backend-apt

3. Come

Probabilmente prima di poter gustare la nuova applicazione dovrete riavviare il sistema operativo (e questo mi ricorda un certo sistema operativo di bassa lega ..). Fatto ciò potrrete accedere a PackageKit dal menù Amministrazioni “Aggiungi/Rimuovi software” (qui si evidenzia la notevole fantasia per i nomi).

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

L’interfaccia è pulita ed essenziale. Le applicazioni posso essere filtrate secondo vari criteri: gruppo di appartenenza (Internet, Multimedia, Educazione..), se sono o meno installate, se hanno una GUI, se sono software libero o pacchetti dedicati agli sviluppatori. Inoltre ogni azione (aggiornamento, scaricamento, installazione o rimozione) verrà accompagnata da una comoda iconcina che si posizionerà nel vassoio del pannello (D-Bus).

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

La gestione della password viene affidata al portachiavi di GNOME: la parola d’ordine è integrazione.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

La gestione delle dipendenze non fa una piega, segno di una maggiore maturità del backend.

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

L’unica pecca che devo trovare, è la mancanza di alcuno dato riguardante lo scaricamento o la percentuale di avanzamento del processo: un piccolo e fastizioso neo (o forse più un punto nero). D’altra parte le icone animate sono una delizia per gli occhi :)

In programma c’è pure un front-end basato sulle librerie Qt, in grado quindi di integrarsi esteticamente alle applicazioni di KDE4, ma è ancora sperimentale.

Come segnalato da UbuntuSemplice, ci sono buone prospettive che esso possa sostituire quell’obbrobrio di Adept e quell’ancora più orroroso futuro Adept 3.0 (per dire in altre parole: “come rendere il letame più puzzolente”).

Un ulteriore passo per l’uniformazione della gestione dei pacchetti in Linux è stato fatto, a voi provare :)

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

set
08

Recensione – Ubuntu Intrepid Ibex alpha 5

 

Image Hosted by ImageShack.us

Non sono solito recensire le distro che provo (sono un’infinità), ma colgo l’occasione per illustrare l’ultima alpha della prossima Ubuntu Intrepid Ibex, che, se rispetta la tabella di marcia, dovrebbe uscire il 30 ottobre.

1. Non è per tutti.

Lo dico chiaramente:  in questo stadio è da folli pensare di poter maneggiare una distribuzione stabile, quindi la sconsiglio all’uso domestico o produttivo ma incito gli sviluppatori o curiosi a provarla, anche virtualizzata.

2. Io non sono tutti.

Come dice Jerry S. “Only the braves” ed ecco che me ne infischio (come mio solito) delle raccomandazioni e la installo su disco fisso :) Sarà forse che il software potenzialmente instabile mi crea assuefazione..

3. Per chi come me non è tutti.

Non provatela con Virtualbox, tanto non funziona. Dopo aver scaricato qui la .iso e masterizzata, provatela da Live CD oppure su VmWare.

4. Differenze sotto il cofano.

L’orrendo tema Human è ancora più orribile: Softpedia dà alcuni screenshots.. ma il tema è quello sbagliato! Come appunto si legge nel changelog, il tema predefinito doveva essere l’Human Murrine, cioè doveva presentarsi così:

Free Image Hosting at www.ImageShack.us
Orrendevole, ma meglio di quello illustrato da Softpedia.

Come vi dicevo le vere differenze sono nascoste, ma abbastanza succulente:

- uno scintillante Gnome 2.23.91, con annesso Nautilus: ora è possibile smontare una partizione al volo, con un bel pulsantone :)

- un fiammante kernel 2.6.27: correzione di alcuni bugfixes, in rotta per il 2.6.28 stabile.

- Un rampante X.org 7.4, che con l’aiuto di Intel aumenterà, nei prossimi rilasci caratteristiche e prestazioni.

- Cartelle criptabili con due semplici comandi:

sudo aptitude install ecryptfs-utils ecryptfs-setup-private

- un bel Pidgin 2.5, che supporta/sopporta meglio il protocollo MSN (in ogni caso.. W Jabber!). La cosa che mi chiedo è se verrà o meno sostituito da Empathy..

- un ottimo Firefox 3.0.1, che toglie la compatibilità con i pacchetti lingua della versione precedente ._.

- uno sfavillante Brasero 0.8.1, che aggiunge un nuovo pulsantone, per masterizzare DVD compatibili con i lettori domestici, eclissando il ruolo del sempre rispettabile DeVeDe :)

Free Image Hosting at www.ImageShack.us

- Possibilità di formattare la partizione con criptazione, sebbene, come riportato dalla buglist esso risulti impossibile ._.

- un effervescente DKMS: da Dell la soluzione per non dover ricompilare i moduli del kernel ad ogni aggiornamento di esso, sventanto il sovraffollamento del Grub.

- un insinuoso Evolution alarm notifier che dovrebbe notificarci l’arrivo di nuova posta elettronica.

5. Alcuni aggeggi inutili.

- Primo di tutti il supporto ai PalmOs, che francamente non so neppure cosa siano;speriamo rendano questo pacchetto facoltativo e non predefinitivamente installato :D

- Tracker, il motore d’indicizzazione che ho sempre sperato di usare ma che alla fine mi ha abbandonato (ricerche senza risultati) e tempi di idle buttati nel cesso.

- Evolution & F-spot: carini entrambi ma a mio parere pesanti e instabili. Evolution, per me è inutile, avendo una casella gmail. In F-spot, invece, trovo come unico neo il fatto che esso debba ricopiare nelle sue cartelle (per data dello scatto) ogni immagine o foto indicizzata: dalle mie parti si chiama spreco :)

6. Buche con acqua.

7. I problemi più evidenti sono:

- la configurazione della tastiera, che nell’installer non mi viene riconosciuta prontamente come italiana, ma post-installazione sembra invece ragionare italico.

- Le finestra troppo grandi vengono sovrapposte dalla barra superiore.

- Non c’è più la voce “Effetti Personalizzati” nella scheda Effetti in Aspetto: qui la customizzazione viene a meno e installare il CCSM mi sembra più che ovvio, vista la lacuna.

- Problemi dopo il ripristino della Sospensione e pulsante per spegnimento sbagliato: qui ci va un cartellino rosso!

Ma per gli altri, che hanno le palle, la provino senza esitazione :)

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
29

Kde 4.1 – K come kalvario

 

L’inizio.

Non metto in dubbio che Kde sia nato prematuro, che la mia curiosità di sperimentare software instabile sia senza limite e che il DE non sia ancora completo (sebbene si possa lavorarci sopra in maniera produttiva) …

Il fatto.

Ma, come nelle più belle fiabe c’è anche il lupo cattivo: questa volta lo chiamiamo phonon, il rivoluzionario sistema audio di Kde4 che, attravarso i backends dovrebbe sfruttare gstreamer, xine, vlc, mplayer come uscita sonora. Bello, certo, ma non so per quale oscura ragione la mia HDA Intel  ALC883 non ne vuole far sapere di farmi sentire gli audio da Youtube. Solo quelli delle animazioni flash.

Il Kalvario.

Ho pensato che fosse un problema del Flash stesso (cosa che non posso negare, visto il codice proprietario del software); ho pure installato il libflashsupport (sventando un possibile problema con pulseaudio). Per sfizio ho avviato Konqueror da Gnome e l’audio si sentiva perfettamente. Infatti, eliminando altre possibili cause, sono giunto alla conclusione che è phonon, o uno dei sui backend (uno vale l’altro, non funziona nulla in ogni caso :P ) che non va molto d’accordo con la scheda audio. Da notare che il sistema sonoro sembra partire all’inizio, la musica di benvenuto la sento, ma appena sfioro il mouse si interrompe e mi appare un messaggio d’errore di phonon riguardante la configurazione con la scheda intel suddetta. Per rimediare sto perfino pensando ad aggiornare alla Intrepid Ibex (nonostante possa incorrere ad una devastazione totale, ma tanto sono per il “vincere o morire!”).

La resa?

Quindi che fare?
a) Cercare per la millesima volta un workround o reinstallare qualcosa che mi sia sfuggito.
b) aggiornare alla Intrepix Ibex e sperare in un miracolo di Chuck Norris.
c) darmi all’ippica.

p.s. Sono su una Ubuntu Hardy Heron 8.04.1 64bit.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
03

2 prototipi di finestra di dialogo Undo – Close e Undo – OK

 


Emotional Design
www.infodomestic.com

Popularity: 3% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
02

Uno screencast su Kde 4.1

 

Quale è il miglior mezzo mediatico per illustrare la prossima release stabile del più kool dei desktop environment opensource? Un bel video.

Questo è il sito d’origine, opportunamente diggato.

p.s. L’aggiornamento su Hardy dei pacchetti di Kde4 mi riporta il seguente errore con le dipendenze. Speriamo venga risolto. (in questo periodo mi sento particolarmente sfigato con i bugs ..)

~ Mi rode il cervello :D ~

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
17

Installare QGtkStyle su Ubuntu 8.04

 

La Trolltech è ormai una delle aziende più incalzanti nel campo del software libero. Le librerie QT rappresentano, assieme alle GTK+, le colonne portanti delle interfacce grafiche nel pinguino. Ma da sempre c’e’ stato un netto contrasto (ideologico e di codice) fra questi molossi: come conciliare almeno esteticamente software costruti su toolkit diversi? Super Trolltech viene in aiuto agli gnomisti con QGtkStyle :)

Free Image Hosting at www.ImageShack.us Free Image Hosting at www.ImageShack.us

Come compilare su Ubuntu Hardy questa bellezza? Facile! (N.b. La guida e’ riferita ad applicazioni costruite con le ultime qt4.4)

Prima di tutto bisogna essere sicuri di avere le librerie qt di sviluppo adatte.


qmake -v

Rimuoviamo le eventuali qt3 e installiamo le ultime qt4.4

sudo aptitude remove qt3-dev-tools

sudo aptitude install qt4-dev-tools

.. e le dipendenze necessarie per la compilazione

sudo aptitude install build-essential libgtk2.0-dev libsvn1

Preleviamo i sorgenti via svn ed eseguiamo i seguenti comandi:

svn co svn://labs.trolltech.com/svn/styles/gtkstyle

cd gtkstyle/

qmake && make

sudo make install

Per configurare poi il tema delle applicazioni, consiglio di installare qt4-qtconfig

sudo aptitude install qt4-qtconfig

.. reperibile poi nel menù preferenze.

Da Ubuntuforum.

~ Enjoy! :) ~

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
12

La percentuale nei trasferimenti bluetooth ..

 

Forse é solo una sciocchezza, ma da quando non uso più il noto sistema operativo delle finestre trovo questa mancanza, in nautilus-sendto. Per questo motivo ho postato l’idea sul brainstorm di Ubuntu, e in meno di un giorno ho già ottenuto una sessantina di voti a favore! :D

Chissà se poi la implementeranno. Intanto tengo caldo il cervello per altre idee :)

~ Quotate, quotate. ~

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
10

Fate un tema Human compatto!

 

Felipe mi ha messo la pulce nell’orecchio!

Quello che manca, sopratutto per chi ha schermi molto piccoli (es. eee PC), é un tema usabile, compatto e gradevole alla vista. Esiste Clearlooks compact – sebbene non molto noto – o Murrine compact – sicuramente piu’ affascinante :D -

Quello che manca e’ un tema compact per la nostra distribuzione preferita. E seppur avendo smarrito la retta via, ho postato l’idea sul brainstorm di Ubuntu.

~Votate! Non e’ un voto non utile .. ~

P.s. Non credo che quello che ho scritto sia inglese :D

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
01

Epiphany e Webkit: un passo piu’ deciso ..

 

Secondo la mailing list del team Gnome, l’evoluzione del browser Epiphany verso l’engine Webkit si farà, prossimamente, molto piu’ interessante e a ritmi più serrati.

Abbandonando  il motore Gecko 1.8, già in passato si era pensato all’implementazione del noto engine opensource, gia’ usato in Safari e prossimamente anche in Konqueror.

Il team Kubuntu gia’ offre un Konqueror dopato con WebKit, ma non mancano i repositories audaci, che impacchettano versioni di sviluppo di Epiphany con questo motore ..

P.s. Da non dimenticare Midori, Web browser scritto in GTK+ che usa come engine WebKit, anche se piuttosto instabile ..

Magari questa e’ una chance per rendere più omogenee le diversità intrinseche del software libero ..

~ D’altronde il mondo è bello perché è vario. ~

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
04

Vote my Idea to improve login manager capabilities

 



Please vote my Idea :)

“Auth against any of the OpenID/Yahoo/Google/Facebook/Twitter/Meemi… into your local login manager (when network is available otherwise use the classical mapped local login user). “

Click and vote

Emotional Design
www.infodomestic.com

Popularity: 3% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

feb
16

Arch Linux anche per me :)

 

Per ora la sto virtualizzando, ma le possibilita’ di metterla sul mio futuro notebook non sono remote :)

Semplice, veloce, aggiornata e stabile.

Consiglio ai neofiti questa semplice guida introduttiva :)

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

feb
16

Firefox Add-on ~ Ubuntu-it Menu’

 

Stranamente questo add-on mi era sfuggito, e dire che mi sarebbe servito molto, soprattutto per aiutare i neofiti nella conversione :)

Menu per la navigazione rapida di tutte le risorse della comunità italiana della distribuzione Linux Ubuntu (www.ubuntu-it.org) e di alcune risorse delle altre comunità tra cui quella internazionale.

Semplice e veloce, da installare e usare :)

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

gen
23

Wiimote + compiz = Wiitrack e maggiore usabilità (o quasi)

 

Per coloro che amano smanettare con gli effetti grafici di Compiz e sono alla perenne ricerca di nuovi plugin per questo software ecco una notizia che aumenterà il grado di felicità della giornata.

E’ in lavorazione un plugin che permetterà l’uso di Compiz con il nostro controller preferito, il Wiimote della Nintendo.

Ricordate questo filmato (se non lo ricordate guardate qui sotto):

Visto questo qualcuno ha pensato bene di includere questa funzionalità nel nostro amato Compiz.

Chi compila da git il software può già provare questa novità che comunque si spera sia resa disponibile presto anche a coloro chesono un po più pigri e meno smanettoni.

Qui potete trovare la pagina dal plugin.

Non resta che procurarsi il materiale necessario (wiimote, sensor bar e libreria wiicd) e testare il tutto.

Se volete una piccola anteprima osservate il seguente filmato:

 Link

Ciao a tutti.

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top