dic
07

La settimana della collaborazione

 

E’ passato qualche giorno da quando ho segnalato ai maintainer Debian le modifiche da me fatte ai loro pacchetti, è ora giunto il momento di fare alcune considerazioni. Partiamo con qualche numero:

  • 18 bug riportati
  • 8 bug risolti
  • 1 bug accettato per il prossimo upload
  • 9 bug ancora aperti (di cui 1 su un pacchetto orfano)

Dopo due settimane, metà dei bug segnalati sono stati applicati in Debian. Fantastico!

In contatto con i maintainer
Non è finita qui. In questi giorni ho collaborato a stretto contatto con due maintainer per risolvere un paio di problemi che affliggevano due pacchetti in Ubuntu.
winpdb non elencava python-wxgtk2.8 come dipendenza, il che lo rendeva inutilizzabile. Dopo aver verificato la bontà della soluzione, Bernd ha caricato la nuova revisione in Debian e ho richiesto il sync.
L’altro pacchetto, yorick, conteneva un fastidioso bashism che causava errori di compilazione nei pacchetti con build-depend yorick-dev. Dopo un fitto scambio di mail con Thibaut, ho caricato il fix da lui proposto in Ubuntu e richiederò a breve il give-back dei pacchetti non compilati.

Alcune considerazioni
La maggior parte dei bug segnalati non affliggono direttamente Debian in quanto solo Ubuntu usa dash come shell predefinita, nonostante questo la voglia e l’impegno dei maintainer per ridurre le differenze tra le due distribuzioni è stato davvero encomiabile. Questo mi spinge ulteriormente a essere il più collaborativo possibile nei confronti di “Mamma”, siccome contribuirà a ridurre il carico di lavoro futuro e a migliorare i rapporti reciproci, i quali non sono mai stati idilliaci.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
26

I doveri del figlio diligente…

 

DebianUbuntu… ovvero segnalare le patch a Debian!

Approfittando di questo momento di calma pre-Alpha1 (gli upload potrebbero pervenire fino a domani, ma non ho nulla di urgente da caricare), mi sono ripromesso di segnalare le patch che ho caricato in questi ultimi giorni a Debian, in modo da gestire eventuali sync futuri. Sono una trentina, ma non è un impegno gravoso come sembra.

Invito tutti coloro che hanno caricato uno o più pacchetti negli archivi di Ubuntu a fare lo stesso, ne vale la pena.

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
26

Poco amore nell Universo

 

UbuntuIn questi giorni ho effettuato parecchi upload per risolvere problemi di compilazione non riuscita in alcuni pacchetti di Hardy. Il lavoro fin qui fatto è comunque minimo se confrontato con l’elenco dei problemi ancora in essere, per questo dedicherò più impegno per tentare di sistemare più pacchetti possibili prima del rilascio della versione stabile. L’insorgere di questi problemi è dato dal differente metodo di sviluppo di Ubuntu rispetto a Debian: la mancanza di un maintainer designato per ogni pacchetto in Universe impedisce di focalizzare i problemi, i quali molte volte vengono trascurati

Anche se siamo nelle prime fasi del ciclo di sviluppo di Hardy (il Debian Import Freeze è previsto per il 13 dicembre, il Feature Freeze in data 14 febbraio), le attività di Quality Assurance devono essere perseguite con costanza per consentire agli utenti interessati nel beta-testing di poter collaudare i pacchetti prima del rilascio e per evitare di rincorrere i problemi nelle versioni stabili.

Nelle prossime settimane inizierò a fare qualche test con AutoUpgradeTester per tentare di ottenere un quadro preciso delle problematiche di aggiornamento da Gutsy e da Dapper (siccome Hardy sarà una LTS, l’upgrade da precedente LTS deve essere supportato). Se riuscirò nell’intento, comincerò ad occuparmi anche di questo importantissimo aspetto.

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
10

Ufficializzazione di Ubuntu-it-dev

 

Annuncio con piacere l’ufficializzazione del gruppo Ubuntu Italian Developers da parte del Consiglio della Comunità italiana di Ubuntu. E’ già stato creato il gruppo su Launchpad e il repository è pronto per essere popolato con i primi pacchetti.

Rimangono ancora alcuni aspetti da sistemare con Andrea Veri, ma i lavori potranno cominciare entro breve.

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ott
30

La classifica

 

UbuntuNella giornata di ieri ho realizzato un piccolo script in Python che effettua il conteggio del numero degli upload in Ubuntu, nulla di professionale, ma rende l’idea della quantità di contributi realizzati. Per chi fosse interessato, lo script è disponibile qui. Ora che abbiamo lo strumento, vediamo stendere qualche classifica.

Ecco i primi dieci uploader di Gutsy, limitatamente alla comunità italiana:

19 Luca Falavigna (116 packages)
29 Andrea Veri (93 packages)
40 Michele Angrisano (55 packages)
58 Mario Bonino (24 packages)
75 Matthew East (11 packages)
137 Maurizio Moriconi (3 packages)
141 Daniel Schwitzgebel (3 packages)
230 ubu4ever (1 packages)

Ed ecco come si stanno comportando i nostri eroi dopo le prime frenetiche fasi del ciclo di sviluppo di Hardy:

5 Luca Falavigna (19 packages)
11 Andrea Veri (10 packages)
26 Mario Bonino (2 packages)
48 Andrea Gasparini (1 packages)

I piazzamenti sono eccellenti, anche grazie alle attività del gruppo Ubuntu-it Developers che si prefigge di invogliare gli utenti nel muovere i primi passi nell’affascinante mondo dello sviluppo di Ubuntu e Debian.

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top