nov
29

Con Lightspark 0.4.5 RC è già pronto l Advanced Graphic Engine (AGE)

 

LightsparkAbbiamo parlato spesso di Lightspark, il progetto open source proposto come alternativa a Flash Player. Nelle ultime settimane attorno a Lightspark è cresciuto l’interesse per l’Advanced Graphic Engine (AGE): il motore farà il suo ingresso nell’applicazione soltanto col prossimo rilascio. Risolto il bug su libxml++ è subentrato un altro problema che riguarda Mesa e in particolare le schede video Radeon con chip R300.

Bisogna sottolineare che Lightspark sfrutta LLVMPipe per dialogare coi driver di X.Org attraverso l’infrastruttura Gallium 3D. Ciò permette di abilitare l’accelerazione hardware VDPAU su nVidia e VA-API su Intel e Radeon. Tuttavia, il codice di queste tecnologie è sperimentale e presenta dei difetti che esulano da Lightspark. Escluse le R300g (la -g indica il driver con Gallium) ci sono novità sui controlli per YouTube.

L’input di Lightspark è stato completamente ridisegnato per la release 0.4.5 e consente di mettere in pausa/riprendere la riproduzione dei filmati su YouTube. L’ultima versione di Lightspark è già scaricabile dal PPA per Ubuntu/Maverick o, dal repository per Fedora 15 (Rawhide) via RPM Fusion. Allo stesso modo esiste il pacchetto per AUR aggiornato. I sorgenti sono pubblicati nell’archivio Git che è gestito su GitHub.

Via | Technology Temple

Con Lightspark 0.4.5 RC è già pronto l Advanced Graphic Engine (AGE) é stato pubblicato su ossblog alle 11:00 di lunedì 29 novembre 2010.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
12

Il driver Nvidia attivo su un Live CD Ubuntu? Si può, senza fare danni!

 

Ho appena pubblicato sul blog di Itis Linux un articolo che tratta di questo problema. La soluzione è applicabile con estrema facilità qualora stiate cercando di preinstallare il driver Nvidia su un cd live usando ad esempio UCK. Do per scontato che abbiate installato e compilato il driver con successo. Il problema è attivarlo, ed è qui che vi verrà in aiuto l’articolo.

Naturalmente la soluzione è studiata per fare in modo che usando il disco su pc con altre schede non risenta minimamente dell’operazione, pertanto il cd rimane utilizzabile praticamente su ogni macchina (che sia compatibile con Ubuntu, certo). Leggete pure l’articolo originale qui, e fatemi sapere.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
27

Ottenere informazioni sull'hardware del sistema

 


Per ottenere informazioni abbastanza dettagliata sull hardware presente sul proprio computer si può utilizzare il comando da terminale

sudo lshw

(è necessario lanciare il comando con i diritti da superutente altrimenti si otterrebbero delle informazioni parziali.) lshw dovrebbe essere già installato nel vostro sistema operativo Ubuntu, in caso contrario è sufficiente installare il pacchetto omonimo da Synaptic o da terminale con il comando

sudo apt-get install lshw

Questo programma attualmente supporta DMI (solo x86 e IA-64), OpenFirmware device tree (solo PowerPC), PCI/AGP, CPUID (x86), IDE/ATA/ATAPI, PCMCIA (testato solo su x86), SCSI e USB, non vengono però rilevati dispositivi Firewire(IEEE1394), non tutte le architetture supportate da GNU/Linux sono supportate da lshw e le interfacce “Virtual” SCSI usate per l emulazione SCSI su IDE non sono ancora riportate correttamente (tutte queste informazioni riguardo a lshw che ho snocciolato capendoci più o meno qualcosa le potete ottenere semplicemente leggendo il manuale di lshw dando il comando man lshw nel terminale).

Oltre a questo comando è possibile utilizzare i comandi

lsusb

e

lspci

per ottenere informazioni sui dispositivi connessi rispettivamente a porte USB e PCI. L ultimo comando in particolare può essere utilizzato, generalmente, per conoscere il modello della propria scheda video. Se l output del comando risulta molto lungo si può restringere l output alle sole stringhe contenenti la parola VGA in questo modo:

lspci | grep VGA

(è, per esempio, necessario conoscere il modello della propria scheda video per installare il driver).

Accanto ai programmi appena visti, che dispongono solo di un interfaccia a linea di comando, esistono anche alcuni programmi con interfaccia grafica. Fra questi possiamo ricordare lshw-gtk e hardinfo, entrambi installabili nelle solite maniere dai repository ufficiali di Ubuntu.

Lshw-gtk non è altro un interfaccia del precedentemente esposto lshw (anche in questo caso si dovrebbe avviare il comando da root per ottenere le informazioni complete, quindi lanciandolo da terminale con il comando sudo lshw-gtk).

Hardinfo è una semplice e utile applicazione per avere sotto controllo le informazioni “tecniche” del sistema e per effettuare qualche benchmark prestazionale. Per avviare il programma è sufficiente dare il comando hardinfo nel terminale. Le informazioni che si possono ottenere sul sistema attraverso hardinfo sono:
- Informazioni inerenti l’hardware del computer:
* Sistema operativo
* Moduli del kernel
* Avvii
* Localizzazione
* Filesystem
* Display
* Variabili d ambiente
* Utenti
- Dispositivi:
* Processore
* Memoria
* Dispositivi PCI
* Dispositivi USB
* Stampanti
* Batteria
* Sensori (temperatura, voltaggi, velocità delle ventole ecc)
* Dispositivi di input
* Memorie di massa
* DMI
* Risorse
- Informazioni sulla rete:
* Interfacce
* Connessioni IP
* Tabella di routing
* Tabella ARP
* Server DNS
* Statistiche
* Cartelle condivise
- Benchmark:
* Blowfish
* CryptoHash
* Fibonacci
* N-Queens
* FPU Raytracing
* FFT
I risultati dei benchmark vengono confrontati con quelli ottenuti attraverso altre macchine.

Creative Commons License
Questo post è pubblicato sotto la Licenza Creative Commons Attribuzione-Non commerciale-Condividi allo stesso modo.

Alcune parti di questo post sono state riprese da http://netjack.wordpress.com/2006/12/12/hardinfo-informazioni-di-sistema-e-benchmark-a-potata-di-click/ e http://webupd8.blogspot.com/2009/05/2-open-source-alternatives-to-everest.html

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
22

Ecco i nuovi driver proprietari ATI per Linux

 

Ieri (21 novembre) sono usciti i nuovi driver per schede video ATI per Linux. La versione attuale è la 7.11. Notare che il numero delle versioni è quindi cambiato!

 

Le novità non sono moltissime, però vale la pena installarli.

Vediamo come:

(more…)

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top