lug
09

Android 3.1 e Samsung Galaxy Tab 10.1 Web Test Review

 

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
07

Aggiornato il SDK ad Android/Gingerbread: svelato il Samsung Nexus S

 

Android 2.3 GingerbreadIeri Google ha lanciato di sorpresa Android 2.3 e il Nexus S prodotto da Samsung (destinato a sostituire il Nexus One di HTC). L’attesa per Gingerbread, dopo una serie di rinvii, è finalmente terminata. Con la presentazione dello smartphone seguita dai colleghi di Mobileblog.it, come di consueto, è stato aggiornato anche il SDK di Android. Chi già lo avesse installato su Linux, OS X e Windows può aggiornarlo via GUI.

Gli update riservati agli sviluppatori includono pure il NDK in C/C++ e il plugin per Eclipse, tutti insieme. Sembra che l’attesa prolungata sia stata dovuta proprio alla disponibilità del Nexus S: raramente SDK ed NDK sono stati rilasciati in contemporanea e ciò lascia pensare che fossero pronti da tempo. Inoltre potrebbe essere presentato Chrome OS, il che giustificherebbe la scarsa enfasi dell’annuncio di Gingerbread.

Le novità di Android 2.3 includono un framework integrato per il VoIP fornito da SIP (il protocollo di Asterisk, ecc.) e Linux 2.35.7 per kernel. Oltre alla grafica rinnovata emergono il supporto al codec VP8/WebM, il formato per le immagini WebP e Google TV. Al pari di Mesa, così Gingerbread supporta OpenGL ES 2.0. L’aggiornamento introduce le video-chiamate dalla webcam frontale. Bene pure il drag’n'drop ADT.

Via | Android

Aggiornato il SDK ad Android/Gingerbread: svelato il Samsung Nexus S é stato pubblicato su ossblog alle 09:00 di martedì 07 dicembre 2010.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ott
05

Samsung semplifica l’interazione uomo-macchina con il nuovo TicToc

 

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

set
10

Android nelle TV Samsung?

 

No, non stiamo parlando del porting di qualche hacker come il progetto Samygo, ma di un’ipotesi che arriva proprio da Samsung.

Le televisioni si stanno finalmente evolvendo e tra non molto ci sarà una vera e propria guerra per poter accalappiare anche gli occhi di chi abitualmente non utilizza i computer. Google ha annunciato che quest’autunno usciranno delle televisioni Sony all’interno del progetto Google TV capaci di portare internet anche sul piccolo schermo. Anche in casa Apple si stanno preparando dei prodotti adatti a questa sfida.

Samsung affila quindi i denti e cerca una soluzione per contrastare la futura concorrenza. Una delle ipotesi ventilate sarebbe l’utilizzo di Android, ma non è chiaro se verrà utilizzato con lievi o molto pesanti modifiche. L’unica cosa certa è che la battaglia per la conquista del soggiorno è cominciata.

Via | AffariItaliani

Android nelle TV Samsung? é stato pubblicato su ossblog alle 12:00 di venerdì 10 settembre 2010.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
25

Risolti i problemi di “lag” sul galaxy S, con risultati disarmanti!

 

A quanto pare lo staff di xda-developers ha risolto i problemi di “lag” di cui soffrono i recentissimi samsung galaxy S.

La cosa è quantomeno curiosa, il telefono che -al momento- sembra essere il più potente nel campo android (e probabilmente anche in generale) soffre di problemi di latenza nell’uso di tutti i giorni, durante l’esecuzione dell’interfaccia touchwiz, l’interfaccia utente installata da samsung sui suoi dispositivi con android equipaggiato.

Adesso le cose sono cambiate, su xda è stato rilasciato -ancora in fase BETA- il “lag fix” un pacchetto semplicissimo da usare, lo si scarica sul proprio pc, si connette il proprio Galaxy S con la modalità usb-debug attivata, si lancia lo script lagfixme.bat e si aspetta…

Alla fine si ha il proprio telefono che letteralmente vola, come ci dimostra un benchmark effettuato da un utente che lo ha testato

Risolti i problemi di lag sul galaxy S, con risultati disarmanti!Si avete visto bene, le prestazioni grazie al lag-fix sono quasi il doppio di un nexus one con froyo installato!

Il tweak è relativamente semplice, ed usa il vecchio concetto di “swap” anche se sotto un altra chiave di lettura. Lanciando il fix viene creata una partizione EXT2 sulla memoria interna del telefono, all’interno del filesystem RFS presente di default, con una dimensione dei blocchi di 4kbyte. Cosi facendo si va a creare un buffer tra il sistema operativo android e il “vero” filesystem su cui sono presenti fisicamente i dati, riducendo quindi il numero di I/O necessari per tutte le operazioni, proprio perchè viene sfruttato il buffer del filesystem di tipo EXT2.

L’unico difetto è che per come sono allo stato attuale le cose, lo spazio disponibile per i dati delle applicazioni si dimezza da 2GB a 1 solo. Ma ad essere sinceri 1GB per i dati delle applicazioni sono più che sufficienti, soprattutto quando si parla di far letteralmente schizzare le prestazioni del proprio telefono.

Secondo gli sviluppatori i pregi sono:

  1. Non richiede una SD esterna [il fix]
  2. Si può togliere e rimettere la SD esterna dal telefono senza che le applicazioni vadano in crash
  3. Ovviamente più velocità, come si vede dallo screenshot qui sopra
  4. Miglior gestione della batteria, non richiedendo una SDcard esterna perennemente attiva la capacità della batteria viene consumata meno in fretta.

Il fix funziona sia su rom Eclair (2.1, quella stock) che su Froyo (2.2), l’importante è che siano rootate, ed abbiano busybox installato (almeno versione 1.17.1).

Lo script è un batch quindi o ci si modifica lo script, semplice da leggere a detta degli sviluppatori, per farlo girare su linux oppure ci si procura una macchina windows per poterlo lanciare. Analogamente all’operazione di fix c’è anche quella di un-fix, ossia si può far tornare il telefono alle condizioni originali, basta lanciare lo script unlagfixme.bat

Problemi noti

  • Se non si ha almeno 1GB di spazio libero dentro la partizione /data il fix non riuscirà ad applicarsi con successo
  • Se non si ha una versione di busybox che abbia al suo interno il comando mkfs.ext2 non si potrà creare appunto la partizione, fallendo la procedura.
  • Il fix non funzionerà se si ha già installato il mimocan’s fix, istruzioni su come rimuoverlo qui
  • Se la procedura fallisce con un “permission denied” significa che non si ha la modalità usb-debug attiva o non sono installati correttamente i driver usb [quest ultimo problema riguarda windows perchè su linux fino adesso non sono necessari driver per android]

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
16

Samsung Galaxy Beam: un proiettore tascabile

 

Chi non ha mai voluto possedere un proiettore tascabile? Ecco Samsung accontenta questi difficili clienti…

Alla fiera di barcellona è stato presentato un nuovo dispositivo android powered costruito dalla Samsung; si chiama Galaxy Beam ed è un vero e proprio proiettore tascabile.

Il lancio è previsto per Luglio solo a Singapore, poi seguirà il debutto nel mercato Americano ed Europeo come al solito.

Sarà provvisto di sistema Android Eclair 2.1 ed interfaccia TouchWiz 3.0, lo schermo è un Super AMOLED WVGA da 3,5 pollici.

Possiede ovviamente una videocamera capace di scattare foto fino a 8 MEgapixel di risoluzione e con la capacità di registrare video in formato HD, ?connettività HSPA a 7.2 Mbps, Bluetooth 3.0, WiFi 802.11n, A -GPS, radio FM e una batteria da 1800 mAh.

La novità, assoluta per questi dispositivi, è la possibilità di usare un proiettore a muro per mostrare i contenuti del cellulare, il proiettore è situato sul bordo superiore del dispositivo in modo da poter usare la videocamera, posta come sempre nella parte inferiore dello smartphone, e contemporaneamente proiettare ciò che la videocamera stessa acquisisce.

La durata stimata è di 3 ore utilizzando il proiettore, almeno cosi dice Samsung, io sono un pò dubbioso sinceramente soprattutto tenendo a mente che gli ultimi smartphone che stanno uscendo sul mercato da qualche tempo hanno una durata, con un regime normale di utilizzo, di un giorno od al massimo un giorno e mezzo.

Comunque staremo a vedere.

This video was embedded using the YouTuber plugin by Roy Tanck. Adobe Flash Player is required to view the video.

Nessun articolo correlato.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
04

Linaro: ARM, Freescale, Samsung, IBM e Texas Instruments investono nell open source

 

Durante il Computex PC a Taiwan ARM, Freescale, IBM, Samsung, ST-Ericsson e Texas Instruments hanno annunciato di essersi unite per la realizzazione di una nuova azienda dedicata allo sviluppo delle piattaforme open source per la prossima generazione di dispositivi always-connected e always-on.

Il nome di questa nuova organizzazione non-profit è Linaro, un nome che molti di voi riconosceranno come termine dispregiativo utilizzato dai troll per definire gli utenti che utilizzano Linux. Linaro investirà in vari progetti open source e tra i primi beneficiari ci saranno, per esempio, Android, MeeGo, Ubuntu e WebOS.

A partire da novembre ed ogni 6 mesi verranno rilasciati una serie di tool, kernel e software validati per un’ampia gamma di System-on-Chip a partire dal prossimo Cortex-A. Per ottenere questo risultato si cercherà di supportare in tutti i modi possibili gli sviluppatori dei progetti più interessanti.2

Via | Linaro

Linaro: ARM, Freescale, Samsung, IBM e Texas Instruments investono nell open source é stato pubblicato su ossblog alle 13:00 di venerdì 04 giugno 2010.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

gen
18

Stampante laser Samsung CLP 315 e i 2 driver per Linux

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
19

Samsung sponsorizza Enlightenment?

 

Samsung potrebbe essere dietro al finanziamento che è arrivato al gruppo che lavora al window manager Enlightenment.

Sul sito del wm è apparso un annuncio che faceva riferimento alla collaborazione con un colosso che produce milioni di telefoni, televisori, impianti stereo e molto altro per l’ottimizzazione di Enlightenment su periferiche dotate di schermi touch di piccole dimensioni (320×240, 480×320 e 800×480).

Sfogliando il codice degli ultimi commit venuto fuori il nome di Samsung Electronics associato a Editje, un editor per modificare il tema della applicazioni per Enlightenment.

Samsung recentemente ha annunciato il suo sistema operativo per cellulari bada. Potrebbe Enlightenment essere una componente fondamentale dello stack? Ne sapremo di più il prossimo mese quando l’azienda rilascerà il suo sdk.

Via | Enlightenment

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
10

Samsung ha scelto LINUX!

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ott
19

Nokia e Samsung scelgono Linux per i loro nuovi prodotti N900 e Sprint!

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ott
19

Qt 4.6 Beta 1: Samsung I8910 & Nokia 5800

 

Ecco un bel video che ci fa vedere cosa si può fare con Qt sui cellulari di ultima generazione.

Share/Bookmark

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
03

Googlefonini da questo mese in Svizzera!

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
03

Gestire mp3 player Samsung Q1 su Linux

 

Ieri un mio caro amico che ha da poco tempo installato Ubuntu sul suo computer ha avuto un piccolo problemino:  non riusciva a far riconoscere il suo player mp3, un Samsung Q1, al sistema. Così mi ha chiesto aiuto e io un pò imbarazzato non sapevo che rispondergli.

Il problema era che Rhythmbox e Amarok non riusciavano a visualizzare il player, anche se tramite il comando lsusb qualcosa si vedeva. Ragionandoci un pò ho pensato che la causa di ciò era una vecchia versione del pacchetto libmtp, le librerie utilizzate per il trasferimento di file ai dispositivi multimediali.

Quindi era giunto alla conclusione che bisognava installare l’ultima versione aggiornata di queste librerie, e vediamo quindi come compilarle. Prima però installate le seguenti dipendenze:

$ sudo apt-get install build-essential libusb libusb-dev g++

Ora scaricate il pacchetto da questa pagina e passate alla compilazione e all’installazione vera e propria:

$ cd libmtp-0.3.7
$ ./configure --prefix /usr
$ make
$ sudo make install
$ sudo cp libmtp.rules /etc/udev/rules.d/

Riavviate il computer e date infine questo comando per vedere se tutto è andato per il verso giusto:

$ mtp-detect

Installata libmtp potete ora gestire il vostro Samsung Q1 con l’ultima versione di Rhythmbox o di Amarok facendo attenzione ad aver spuntato il plugin MPT nul menù dei player.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

feb
14

Samsung NC10 + GNU/Linux: accoppiata vincente!!!

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top