set
28

xVideoServiceThief: scaricare e convertire video da Youtube e da altri 54 siti

 

header_logo xVideoServiceThief: scaricare e convertire video da Youtube e da altri 54 siti

Oggi voglio parlarvi di xVideoServiceThief (xVST), un ottima applicazione in grado di scaricare e convertire video da Youtube e siti simili. Esistono tantissimi programmi e servizi web in grado di compiere queste operazioni, se ho deciso di parlarvi di xVideoServiceThief, è perché l’ho trovato veramente comodo ed interessante. xVideoServiceThief è un applicazione (QT4) Open Source (GPL), multipiattaforma (Windows, Gnu/Linux e Mac) che, come dicevo permette di scaricare video da tantissimi siti web, e di convertirli in svariati formati. A colpire inizialmente è l’interfaccia grafica, gradevole e ben strutturata. Le caratteristiche principali di xVideoServiceThief sono:

- Download simultanei: si possono scaricare, contemporaneamente, più video da servizi differenti
- Pausa e ripristino dei download
- Aggiornamenti automatici: aggiorna automaticamente xVideoServiceThief all’ultima versione
- Funzione Drag & Drop: permette di trascinare direttamente il link del video nel programma
- Gestione delle sessioni: salva e recupera la lista dei download al riavvio del programma
- Log dei download: salva la lista dei video scaricati (Data + Titolo + URL)
- Protezione bambini: blocca i siti per adulti
- Selezione dei siti: permette di scegliere i siti da bloccare e quelli da acconsentire
- Tray Icon: consente a xVideoServiceThief di lavorare in background
- Supporto dei proxy: anche se è ancora instabile

xVideoServiceThief: Schermata principale

xVideoServiceThief permette inoltre di convertire i video scaricati in svariati formati: AVI, WMV, MPEG 1/2, MP4, 3GP ed MP3. Purtroppo, per ora, è stato tradotto in molte lingue, ma non in italiano. Per iniziare ad utilizzarlo, gli utenti Gnu/Linux, non devono far altro che scaricare questo pacchetto binario precompilato, estrarlo, e lanciare il programma con un doppio click sul file xvst. Chi non vuole entrare ogni volta nella cartella del programma, può creare un nuovo lanciatore sul desktop, nel menù o sul pannello, che punta all’eseguibile. xVideoServiceThief è molto semplice da usare, se l’opzione “Convert videos to Mpeg/DivX/etc..” non è disponibile, vuol dire che ffmpeg non è installato, chi usa Ubuntu può rimediare con un semplice:

sudo apt-get install ffmpeg

xVideoServiceThief: Opzioni principali

Cliccando su “More options” si accede alle impostazioni del programma; la scheda “Basic” è la principale e consente di selezionare la cartella di salvataggio dei filmati, il numero di download simultanei, il formato di conversione e parametri più avanzati come la qualità e la risoluzione video. Tra le altre schede, interessante è la “Ups”, che consente di bloccare alcuni siti, selezionati dall’utente, e di disabilitare il supporto ai siti per adulti.

xVideoServiceThief: Opzioni Ups!

xvideoservicethief-dragdrop xVideoServiceThief: scaricare e convertire video da Youtube e da altri 54 sitiUn’altra funzione interessante di xVideoServiceThief è la “Drag & Drop window”, una micro-finestra, sempre in primo piano che permette di aggiungere video rapidamente, trascinandoci semplicemente il link del video.
xVideoServiceThief è un programma molto intuitivo, se però avete qualche dubbio o semplicemente volete vederlo in azione prima di provarlo, ecco un video tutorial (girato su Windows, ma il software è identico) che ho trovato sul wiki del progetto:

Questa invece è la lista dei siti supportati:

Siti web per adulti:

Siti web musicali:

Articoli correlati:

PyTube: cercare, salvare, convertire e modificare i video di YouTube

Guardare i video di YouTube direttamente da Totem, in Ubuntu 8.04

Salvare gli stream video con MPlayer

Rilasciato Ubiquity 0.1, il nuovo rivoluzionario progetto dei Mozilla Labs

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top