set
27

Linux Day 2012 a Bassano del Grappa (VI)

 

Anche quest’anno il GrappaLUG (Linux Users Group di Bassano del Grappa) vi invita a partecipare al Linux Day, una giornata nazionale di divulgazione per far conoscere il mondo del Software Libero (Free Libre Open Source Software) e permettere al pubblico di scoprire le immense possibilità che questo innovativo approccio al mondo dell’informatica può offrire a tutti.

via Linux Day 2012 | GrappaLUG.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

set
27

Aggiornato Slideshare Downloader

 

Dopo un bel po’ di tempo ho ripreso in mano Slideshare Downloader e l’ho aggiornato. Ora potete riprendere ad utilizzarlo e non ha più bisogno di swfdec! ;-)

Scaricare il file originale probabilmente è impossibile, ma il mio script usa un approccio diverso… Se non posso scaricare la presentazione, la posso almeno “fotocopiare”. Di fatto scarica ogni singola slide in formato JPG, cioè una semplice immagine. È questo il tipo di dato che viene presentato a chi naviga con un dispositivo mobile.

via Slideshare Downloader: script per scaricare facilmente le presentazioni da Slideshare.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
11

Le ragioni del fermo di Itis Linux

 

Ho pubblicato sul blog di Itis Linux le motivazioni che hanno portato il progetto ad arenarsi e rimanere in pausa per ormai più di un anno. È un articolo duro, ma contiene cose che andavano dette, per correttezza nei confronti di chi ci ha seguito e per dire quel che si meritano ai detrattori del progetto. Nel post trovate tutti i dettagli, e se avete altre domande fatemele pure.

Penso si sia già intuito dalla situazione, in ogni caso questo articolo serve a chiarire come mai il progetto Itis Linux si è fermato. Personalmente penso che comunicare chiaramente le cose sia il comportamento più corretto verso tutti, utenti e non.

In sostanza ci sono state diverse situazioni che si sono accumulate e che hanno portato a vari problemi. Fino a che le cose rimarrano così, Itis Linux non riprenderà. Ma ovviamente, nel caso in cui cambiassero, siamo sempre pronti a ripartire da dove abbiamo messo in pausa. ;) [...]

via Progetto fermo (per ora) | Itis Linux.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

lug
06

Le Ubuntu Nights cambiano location!

 

L’ingresso del Patronato

A causa di un piccolo disguido abbiamo dovuto spostare (in termini di luogo) le ultime due serate delle già annunciate Ubuntu Nights. I talk si svolgeranno sempre a Bassano del Grappa (VI), ma stavolta al Patronato della Santissima Trinità, a fianco del Color Cafè.

Vi devo avvertire inoltre che sono stati scambiati gli appuntamenti dell’11 e del 25 luglio: vale a dire che l’11 ci sarà il mio talk sui PPA, mentre il 25 quello su Gnome 3. Questo comunque non dovrebbe essere un problema visto che in genere chi partecipa alle nostre conferenze ama esserci a tutto il ciclo senza perdersi neppure un appuntamento. ;)

Come sempre trovate tutte le informazioni più aggiornate sul volantino ufficiale e presto anche sul sito e nel Twitter di GrappaLUG.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
05

Ubuntu Nights a Bassano del Grappa (VI)

 

GrappaLUG organizza, a partire dal 13 giugno, le Ubuntu Nights: quattro serate a Bassano del Grappa per scoprire tutte le caratteristiche dell’ultima versione di Ubuntu e imparare a personalizzarla in ogni dettaglio.

Vi riporto parte della locandina ufficiale che potete trovare linkata in basso per tutti i dettagli su luoghi, date, orari e descrizioni particolareggiate:

La nuova versione di Ubuntu, la distribuzione Linux più diffusa al mondo, introduce alcune novità che la rendono ancora più completa e semplice da usare. In una serie di 4 serate verranno introdotti i temi principali da conoscere per scoprire anche alcuni degli aspetti meno conosciuti.

L’ingresso è libero e gratuito.

via Ubuntu Nights.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
18

Opinione di uno studente sull’assurda chiusura dell’istituto Majorana di Gela

 

In questi giorni volevo iniziare a preparare il nuovo post che avrebbe sostituito quello sul download dei video dai vari siti web, ed ero assai convinto che quello sarebbe stato il mio prossimo articolo (o quello sui minuscoli bug di Ubuntu 11.10). Tuttavia ho ricevuto da poco la newsletter dell’Istituto Majorana di Gela, che mi ha esterrefatto al punto di stravolgere tutti i miei piani.

Pare infatti che lo chiudano!

Leggendo l’articolo linkato nella newsletter e pubblicato nel sito della scuola, si scopre che (cito testualmente):

L’Onorevole Giuseppe Federico [...], in qualità di Presidente della Provincia di Caltanissetta, in modo del tutto arbitrario, illogico, contro le direttive legislative e contro il parere tecnico della stessa Provincia, decide di smembrare la scuola più grande (la nostra) che era l’unica pienamente in regola col numero di studenti iscritti, per poi regalarla, a pezzi, alle altre scuole.

Sempre nello stesso articolo trovate le istruzioni per mandare un’email di protesta direttamente alla persona interessata, oltre che in conoscenza a qualche TG e varie personalità legate alla pubblica istruzione. Personalmente non mi sembrava il massimo usare il testo prefabbricato, perciò mi sono permesso di modificarlo leggermente e come oggetto ho messo il titolo di questo post. Alla fine, con un po’ di concitazione (chissà, magari un pizzico troppa) è uscito questo:

Salve,
sono uno studente universitario e vi scrivo dal Veneto. Ho di recente letto che l’unica scuola che meriterebbe di rimanere aperta in Italia sta per essere eliminata. Vi cito una frase che molti altri vi avranno scritto, ma sotto continuo con qualche altra considerazione:

Da cittadino italiano reputo riprovevole che l’Istituto Majorana, che tanto ha dato a tutti gli amanti dell’informatica e del software libero, venga chiuso a favore di altre scuole che non hanno le caratteristiche numeriche di sussistenza. Disapprovo fermamente che venga distrutta una realtà che tanto sta donando alla nazione.

Tornando alla mia opinione, devo dire di essere abbastanza sgomento. Quando studiavo alle superiori seguivo con vivo interesse il sito dell’istituto Majorana, uno dei pochi in Italia a trasmettere i valori del software libero. L’educazione alla legalità. La creatività. L’intelligenza dei ragazzi. L’eliminazione degli sprechi.

Vedete, c’è un po’ un pregiudizio qui al nord secondo il quale le scuole meridionali sarebbero sempre “indietro”. Ovviamente è un preconcetto sbagliato, e il Majorana era il più fulgido esempio di innovazione tecnologica in Italia. Le scuole qui da noi sono ancora “indietro” facendo sprecare milioni di euro ai contribuenti, educando i ragazzi a chiudersi in sé stessi invece di collaborare coi propri vicini, e spiegando che condividere il software (commerciale!) è sbagliato.

Invece questa scuola di Gela in poco tempo è salita alla ribalta perché fa l’esatto contrario: educa alla collaborazione in tutta legalità, aiuta tutti gli italiani pubblicando articoli e guide, risparmia moltissimo spendendo i soldi in modo oculato. Ha persino ispirato la mia tesi di maturità, e probabilmente altrettanto farà con la mia tesi di laurea, ma sono convinto anche di tanti altri. Mi ha fatto invidiare di non esserci andato a studiare, dovendomi accontentare di una “normale” scuola veneta dove si usava anche molto software non libero.

Quindi con quale logica si vuole chiudere il Majorana? Vorrei saperlo, perché non riesco a comprenderla. Il modello di software libero introdotto da questo istituto andrebbe esportato in tutte (sottolineo tutte) le scuole pubbliche, non ucciso. Perché così si sta uccidendo l’innovazione.

Pagina web con maggiori chiarimenti:
http://www.istitutomajorana.it/index.php?option=com_content&task=view&id=1583&Itemid=33

Mi scuso per essermi dilungato, ma gradirei avere una risposta al perché uccidere l’innovazione avrebbe senso (ammesso che ci sia un motivo). Mi rifiuto di credere che la scelta sia legata agli interessi di qualche multinazionale che da anni rovina il nostro paese e non solo (Microsoft, per dirne una)… diciamo che spero ci sia a monte qualche altra cosa, sennò siamo veramente caduti in basso.

Chiudono i saluti di rito (cordiali perché la mail non aveva nessuna intenzione di essere offensiva) e il mio nome e cognome (logico che le mail anonime non meritano attenzione).

Scrivendola continuavo a pensare e ripensare a Itis Linux, e alla parte di “ispirazione” che ha fornito il Majorana. Certo, magari il progetto l’avremmo fatto lo stesso, ma un’impronta l’ha comunque lasciata. Al di là del testo della lettera che potrebbe essere condiviso o meno nei vari suoi dettagli, mi piacerebbe sapere che ne pensate voi di questa “brillante” idea della chiusura di una delle poche scuole dedite al software libero. Se inoltre volete diffondere la voce ovviamente fatelo!

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

set
29

Linux Day 2011 a Bassano del Grappa (VI), ancora a tema scolastico

 

Il volantino A5 della manifestazione bassanese

Anche questo fine ottobre si svolgerà il Linux Day: per un giorno decine di città italiane si illumineranno di libertà e divulgazione aperta e gratuita su temi ormai centrali e fondamentali per tutti quanti.

Molti vedono il vantaggio del software libero solo sotto al profilo economico, accantonando un po’ anche i valori etici e educativi che queste applicazioni trasmettono a tutti gli utilizzatori, ma in particolare agli studenti. GrappaLUG quest’anno ha ritenuto giusto riproporre nuovamente il tema della scuola che già è stato portato avanti l’anno scorso, anche considerando il progetto scolastico che è tutt’ora attivo alle scuole medie Vittorelli.

Non stupitevi quindi del fatto che il programma della manifestazione sembri proprio un orario scolastico. ;) La giornata è divisa in due momenti, al mattino ci saranno dei talk, mentre al pomeriggio dei laboratori dove poter “toccare con mano” il software libero. Cito direttamente dalla pagina dedicata al programma:

Mattina (dalle 08:00 alle 13:00)

08:00 ~ 08:30 – Presentazione della giornata
08:30 ~ 09:30 – Elettronica: Elettronica aperta – relatore Damiano Conte
09:30 ~ 10:30 – Matematica: Matematica con Linux – relatore Andrea Lazzarotto
10:30 ~ 10:45 – “Ricreazione”
10:45 ~ 11:45 – Italiano: Scrivere con LibreOffice – relatore Claudio Ferronato
11:45 ~ 12:45 – Informatica: L’arte dell’hacking – relatore Nicola Bisinella

Gli incontri, seppur orientati su argomenti di stampo scolastico, sono aperti a tutti e trattano argomenti abbastanza generali. La partecipazione alla mattina è comunque in particolar modo consigliata ai docenti del territorio e alle proprie classi.

A lato degli interventi rimarrà attivo un punto informazioni a completa disposizione di chiunque volesse avere maggiori dettagli o assistenza sull’uso di Gnu/Linux.

Pomeriggio (dalle 14:00 in poi)

Le ore pomeridiane saranno dedicate all’esperienza diretta, e si potranno provare i PC con i sistemi operativi Gnu/Linux assieme alle applicazioni installate. Sarà anche il momento ideale per chi vorrà portare il proprio computer per installare o provare direttamente Gnu/Linux.

All’inizio di questo articolo trovate il volantino dell’evento. Ovviamente molte copie verranno distribuite a Bassano del Grappa, ma alcune anche nei comuni limitrofi. Se ne volete una copia da collezione comunque ve ne possiamo dare una il giorno stesso. ;)

Scherzi a parte, mi auguro che come ogni anno la manifestazione susciti l’interesse di molte persone e che sempre più utenti “comuni” di PC possano venire a conoscenza di un mondo informatico a cui non tutti sono abituati. Come sempre, passate parola e ricordatevi che il Linux Day si svolge un po’ in tutta Italia, cliccare per credere!

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

set
28

Libertà digitali a Vicenza e OSMit a Padova

 

Vorrei segnalarvi alcuni appuntamenti legati al software libero (e non solo) che si svolgeranno a Padova e Vicenza nei prossimi giorni. In particolare, la tappa vicentina del festival delle libertà digitali si articola in 3 appuntamenti:

  • Domenica 2 ottobre – ore 09.30
    Escursione al Pian delle Casarette, laboratorio ambientale, Valstagna (VI)
  • Martedì 4 ottobre – ore 20.30
    Internet contro Gutenberg: 1 a zero - tavola rotonda sul destino dei libri
    L’editoria e i lettori stanno cambiando grazie alla Rete e alle nuove tecnologie. Quale sarà il libro di domani? La separazione tra “contenuto” e “contenitore” farà sparire i libri che conosciamo?
  • Mercoledì 5 ottobre – ore 17.30
    Adotta un libro - incontro culturale
    Come Internet e il volontariato delle comunità online “wiki” possono aiutare a preservare e diffondere i contenuti culturali.

I dettagli di ogni singola giornata li potete trovare sul sito ufficiale, nella pagina dedicata a Vicenza.

Il 7 e l’8 ottobre invece si tiene a Padova l’OSMit, un incontro degli utenti OpenStreetMap italiani. È un’ottima occasione per conoscere e approfondire la conoscenza delle tematiche legate alla mappatura del territorio, l’apertura dei dati, e la comunità OSM stessa. Il programma degli interventi è molto ricco, per cui vi mando direttamente alla pagina dove troverete l’elenco completo di tutti i talk. ;)

Una nota a margine, per quanto riguarda il Linux Day a Bassano del Grappa, tra pochi giorni pubblicherò un post e troverete anche il volantino da scaricare. Se siete impazienti, sul sito di GrappaLUG c’è già buona parte del programma. :)

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
30

Serata “Montaggio video con OpenShot” a Bassano del Grappa (VI)

 

Vi ricordo che stasera al Centro Giovanile di Bassano del Grappa (Vicenza) terrò un intervento con demo dal titolo “Montaggio video con OpenShot”, come parte del mini-ciclo di conferenze sull’informatica promosse dall’associazione GrappaLUG. Ecco la descrizione della serata:

OpenShot è uno degli editor video non lineari più semplici da usare in piattaforma Linux, ed allo stesso tempo fornisce numerosi effetti e funzionalità avanzate oltre a supportare una vasta gamma di formati di file.

Ovviamente anche anche il video di questo talk sarà a disposizione online il prima possibile, però mi farebbe lo stesso piacere poter vedere di persona qualche lettore della zona. Nel link qui sotto trovate tutte le informazioni, compresa la mappa del luogo alla pagina “Dove trovarci”.

via Montaggio video con OpenShot | GrappaLUG.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
23

Altri tre incontri di informatica libera 2011 a Bassano del Grappa (VI)

 

Ricordate che vi avevo parlato dell’inizio un po’ timidino dei talk precedenti? In realtà avevo parlato presto, perché nonostante la prima serata avesse riscontrato un’affluenza modesta, gli incontri successivi hanno riscosso molto più successo e le persone che hanno partecipato hanno anche mostrato l’interesse per ulteriori serate. :)

Per questo motivo al Gruppo Utenti GNU/Linux di Bassano del Grappa abbiamo deciso di organizzare altri incontri di divulgazione a tema informatico. Le prime 3 serate si svolgeranno prima delle vacanze estive per poi continuare con molti altri incontri (probabilmente otto) a settembre. In queste piccole conferenze verranno coperti diversi aspetti di base e intermedi dell’informatica, con particolare riguardo al software libero.

Gli incontri sono dedicati principalmente ad un pubblico di non esperti che vogliano approfondire le proprie conoscenze. Si svolgeranno a cadenza quindicinale e avranno luogo al Centro Giovanile di Bassano del Grappa, in via Ognissanti 4, nella saletta C.

L’ingresso è libero e gratuito.

Segue il programma dei primi incontri (quelli che partono a settembre saranno resi noti in seguito):


Introduzione alla creazione di siti web con Drupal 7 – 1 giugno, 20.45 ~ 22:45

Difficoltà: – Mauro Dalla Costa

Drupal 7 è un gestore di contenuti (CMS) che permette di realizzare siti web in modo facile e intuitivo. Tramite un’interfaccia semplice e molti moduli e temi già disponibili consente di poter lavorare in autonomia senza essere programmatori.

Arch Linux: installazione e uso – 15 giugno, 20.45 ~ 22:45

Difficoltà: – Claudio Ferronato

Arch Linux è una distribuzione molto leggera e personalizzabile che consente di esplorare a fondo ogni aspetto del sistema operativo. Durante la serata verrà illustrata l’installazione passo per passo e fatta una breve panoramica della distribuzione.

Montaggio video con OpenShot – 29 giugno, 20.45 ~ 22:45

Difficoltà: – Andrea Lazzarotto

OpenShot è uno degli editor video non lineari più semplici da usare in piattaforma Linux, ed allo stesso tempo fornisce numerosi effetti e funzionalità avanzate oltre a supportare una vasta gamma di formati di file.


Io mi auguro che si ripeta la nutrita partecipazione già vista da tutta la provincia di Vicenza (e perché no, anche da fuori): gli argomenti sono sempre variegati, interessanti e alla portata di tutti. :)

Se avete amici o conoscenti di queste zone vi invito a diffondere la notizia e spero di vedervi alla serata su OpenShot. :P

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
21

Leggere meglio con Minified Pure Reader

 

Come sapete, sono un grande fan degli RSS e mi piace leggere gli articoli tramite Google Reader. Ultimamente ho cominciato a scoprire alcuni strumenti interessanti per leggere meglio, come ad esempio Readability di cui vi ho già parlato. Quasi per caso una volta mi sono imbattuto in Pure Reader, uno script originariamente sviluppato per Safari e poi portato anche a Firefox e altri browser.

http://nadesign.net/safari/images/preview-reader.png

La versione di Pure Reader originale su Safari

Per un po’ l’ho adoperato e in effetti non è male. Poi comunque ho notato qualche piccolo difetto, per esempio il fatto che venga nascosto il pulsante mi piace e altre funzioni considerate “secondarie” o che tutte le immagini vengano messe su una riga a parte, compresi gli smile. Nulla di grave comunque.

Alla fine ci ho pensato un po’ e in effetti l’interfaccia di Google Reader, semplice e in linea con le altre applicazioni di Google, non mi spiace affatto. Quello che non soddisfa in effetti è il modo con cui Google Reader visualizza il testo degli articoli. Perciò ho deciso di prendere Pure Reader per Greasemonkey e modificarlo in modo da avere soltanto gli articoli con lo stile modificato, mentre tutto il resto rimane come prima.

Minified Pure Reader

Se volete installare lo script come sempre vi basta avere Greasemonkey e poi visitare la pagina dedicata a Minified Pure Reader. Buona lettura!

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
15

VirtualBox 4 si rinnova in salsa open source e fornisce il supporto USB 1.0

 

In effetti questa notizia è alquanto vecchia (22 dicembre) però sinceramente non ci ho fatto caso per diverso tempo, probabilmente sarà stato dovuto al fatto che ero impegnato con l’università e soprattutto che quando VirtualBox cambia versione Synaptic non lo aggiorna da solo. :P

Ad ogni modo il rilascio di VirtualBox 4 secondo me porta diverse novità parecchio interessanti perciò mi fa piacere parlarne. Innanzitutto c’è da dire che il grande cambiamento è relativo alla licenza del programma: tutte le aggiunte proprietarie sono state “isolate” in una estensione e i binari del programma per tutte le piattaforme sono rilasciati sotto licenza GPL, mentre prima ciò avveniva solo per i pacchetti OSE su piattaforma Linux.

Ciò significa che ora anche gli utenti di altri sistemi possono installare, usare e modificare VirtualBox per scopi commerciali senza pagare nulla e liberamente, basta semplicemente non installare l’estensione facoltativa.

Oracle today released VirtualBox 4.0, a new major release. It now has an open architecture using extension packs and the base package is under GPLv2.

In realtà non si tratta solo di questo, ci sono anche altre novità succulente in termini di funzionalità. Non posso elencarle tutte (per quello vi rimando al Changelog) però eccone un estratto:

  • Reorganization of VirtualBox into a base package and Extension Packs
  • Major rework of the GUI (now called “VirtualBox Manager”)
  • Storage: support for resizing VDI and VHD images
  • GUI: add configuration dialog for port forwarding in NAT mode
  • NAT: port forwarding rules can be applied at runtime
  • Linux host USB support: introduced a less invasive way of accessing raw USB devices
  • Guest Additions: Shared Folders now can be marked as being auto-mounted on Windows, Linux and Solaris guests
  • Linux Additions: Shared Folders now support symbolic links

La lista di funzioni dell’estensione ha colpito la mia attenzione per un attimo. Leggendola si nota che aggiunge il supporto USB 2.0. All’inizio ho pensato che fosse come sempre, cioè la versione open source senza USB e quella proprietaria con supporto completo. Poi però ho provato e verificato che invece l’USB 1.0 funziona! Questo permette di usare alcune periferiche come ad esempio le chiavette senza avere la versione proprietaria.

La cosa fondamentale da fare dopo aver installato (o anche aggiornato) VirtualBox è controllare di essere nel gruppo utenti vboxusers.

Autorizzazione degli utenti all'uso di VirtualBox

Se il vostro utente non era attivato è di fondamentale importanza riavviare il sistema prima di provare a usare le macchine virtuali.

Si può a questo punto attivare l’USB 1.0 nelle impostazioni della macchina virtuale ed avviarla.

L'impostazione è singola per ogni macchina virtuale

Come sempre le periferiche USB si attivano dal menu Dispositivi > Dispositivi USB. Mi pare che sia ancora presente il bug per il quale le periferiche con PCI ID nullo (0000:0000) non vengono viste dal menu a discesa, però non ho testato approfonditamente. Ricordate che quando un dispositivo viene attivato in VirtualBox il sistema host non lo vede più, quindi state attenti ad evitare perdite di dati.

Di seguito potete vedere un esempio di macchina virtuale Lubuntu che accede ad una chiavetta.

Memoria USB vista dalla macchina virtuale senza estensione proprietaria

In conclusione vi consiglio di provare subito la nuova versione di VirtualBox, è un’ottima occasione per abbandonare la vecchia versione PUEL e godere di tutte le nuove funzionalità, che vanno ben oltre quelle di cui vi ho accennato all’inizio. Buona virtualizzazione! ;)

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
21

Ubuntu Party 2011 a Schio (Vicenza)

 
Il sito web di Ubuntu party

Il sito web di Ubuntu party

Il sempre attivo Dario Cavedon ci fa sapere attraverso il suo blog che il weekend a cavallo tra aprile e maggio si svolgerà l’Ubuntu Party italiano.

Mancano pochi giorni al primo “Ubuntu Party” italiano, che si terrà a Schio, in provincia di Vicenza il 30 Aprile e il 1 maggio 2011. L’evento, è organizzato dalla Comunità Italiana Ubuntu, da AVi LUG, il Linux User Group dell’Alto Vicentino, e da Piazza Telematica del Comune di Schio.

È un’ottima occasione di incontro e di scambio di esperienze per tutti e saranno presenti numerosi membri della comunità italiana di Ubuntu (tra cui Dario stesso).

Io ci sarò il giorno 30 assieme al GrappaLUG e sono sicuro sarà una bellissima esperienza. Per tutto il resto vi rimando all’articolo di Dario!

via Dario Cavedon (iced): 30 Aprile e 1 Maggio: Ubuntu Party 2011 a Schio (Vicenza).

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
18

Serata “Recupero dati fai da te” a Bassano del Grappa (VI)

 

Vi ricordo che mercoledì 20 aprile 2011 (dopodomani) al Centro Giovanile di Bassano del Grappa (Vicenza) terrò un intervento con demo dal titolo “Recupero dati fai da te”, come parte del ciclo di conferenze sull’informatica promosse dall’associazione GrappaLUG. Ecco la descrizione della serata:

La prima serata di livello medio, nella quale saranno esposti gli argomenti chiave del recupero dei dati cancellati da hard disk o schede di memoria. Si raccomanda una conoscenza base del terminale, o la partecipazione all’appuntamento del 6 aprile.

Ovviamente anche questa volta verrà filmato tutto e messo a disposizione online il prima possibile, però mi farebbe lo stesso piacere poter vedere di persona qualche lettore se ne ho in questa zona. Nel link qui sotto trovate tutte le informazioni, compresa la mappa del luogo alla pagina “Dove trovarci”.

via Recupero dati fai da te | GrappaLUG.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
10

WordPress per iOS? Open Source ovviamente!

 

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top