lug
14

David Edmundson effettua degli esperimenti coi Telepathy Tube di XMPP

 

Logo di KBattleshipKDE Telepathy, il porting del framework e del relativo client per la messaggistica istantanea, potrebbe acquisire la possibilità di giocare coi propri contatti sul protocollo XMPP (ex Jabber). David Edmundson, il manutentore del progetto, ha effettuato degli esperimenti con Telepathy Tube: un metodo per inviare dei dati arbitrari fra due contatti attraverso un socket o una sessione di D-Bus. La connessione instaurata non deve preoccuparsi di gestire indirizzi IP, firewall, router o NAT. Una risorsa particolarmente interessante.

Questa caratteristica permette di scambiare dati diversi da testo, audio e video. Grazie ai Telepathy Tube, Edmundson è riuscito ad associare al client KBattleship — la battaglia navale, presente fra i giochi del desktop environment. Per iniziare una nuova sessione di gioco è sufficiente aprire il menù contestuale di KDE Telepathy e selezionare un contatto, evidenziandone l’avatar, dalla finestra di dialogo. KBattleship prevedeva già altrettanto, fornendo l’indirizzo IP dello sfidante e specificando una porta per la connessione.

Il nuovo meccanismo è estremamente semplice e richiama quello previsto da Windows Live Messenger sui videogiochi offerti da Microsoft. Perché funzioni, i giocatori devono utilizzare le ultime librerie di KDE Games e installare una versione modificata di KBattleship: l’esperimento, infatti, non è destinato ad approdare a breve sul desktop environment. In sé è stata soltanto una prova delle funzionalità di Telepathy Tube. Eppure, l’entusiasmo suscitato dal test – che ha richiesto tre ore di lavoro – suggerisce ulteriori sviluppi.

Via | David Edmundson

David Edmundson effettua degli esperimenti coi Telepathy Tube di XMPP é stato pubblicato su Ossblog.it alle 16:00 di sabato 14 luglio 2012. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.


Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

lug
12

Ubuntu One ha eliminato la sincronizzazione dei contatti con Facebook

 

Logo di Ubuntu OneUbuntu One, la soluzione di Canonical per il cloud computing, ha rimosso un altro servizio. Gli utenti non avranno più la possibilità di sincronizzare i propri contatti con quelli di Facebook: l’eliminazione della funzionalità è stata annunciata ieri con effetto immediato. Quanti hanno già usufruito della feature non perderanno le informazioni sui contatti presenti nella propria rubrica, ma non riceveranno eventuali aggiornamenti sui recapiti. Tutti gli altri, invece, non potranno aggiungere le informazioni da Facebook ex novo.

La gestione della rubrica è prevista sia sugli account gratuiti, sia su quelli a pagamento. Il social network di Mark Zuckerberg non gode – per una lunga serie di motivazioni – di una grande popolarità fra gli utenti di Linux. Tuttavia, negli ultimi mesi Canonical non ha fatto altro che sottrarre alcune funzionalità esistenti a Ubuntu One e senza proporne di nuove. L’impressione è che la società non abbia la forza di sostenere economicamente un simile business: Ubuntu One, nonostante tutto, è stato per anni un servizio discreto.

La giustificazione ufficiale riguarda il passaggio dell’infrastruttura a U1DB, una spiegazione utilizzata anche per altre rimozioni. Ad esempio, quella dei preferiti del browser. Canonical aggiornerà gli utenti sullo stato dell’arte della transizione, però – da com’è stato formulato l’annuncio – è escluso che la sincronizzazione dei contatti con Facebook possa essere ripristinata in tempi brevi. Anzi, non è affatto sicuro che sia riproposta. Considerati i continui progressi delle alternative è l’ennesima mancanza di Ubuntu One.

Via | Canonical

Ubuntu One ha eliminato la sincronizzazione dei contatti con Facebook é stato pubblicato su Ossblog.it alle 12:00 di giovedì 12 luglio 2012. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.


Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
05

Message Notifier, l’estensione che notifica i messaggi a GNOME Shell

 

Mi piace +1 Tweet

GNOME 3 – Made of EasyMessage Notifier è un’estensione che risolve il problema – introdotto col rilascio di GNOME Shell – di recuperare le notifiche alla ricezione dei messaggi da disparati programmi. Ad esempio, recupera le conversazioni su IRC da XChat — che non apparivano più a causa della rimozione della barra dal desktop. Un complemento essenziale.

L’estensione è compatibile con Empathy, Pidgin, XChat e XChat-GNOME da libnotify e OSD: realizzata da Marco Barisione di Collabora, può essere modificata per supportare ulteriori applicazioni. Lo stesso Barisione accetta i consigli sui programmi più richiesti. Per le sue caratteristiche, Message Notifier non può dialogare con Skype.

L’installazione è semplicissima, grazie all’archivio ufficiale delle estensioni di GNOME Shell. Una proprietà interessante di Message Notifier è la separazione tra messaggi diretti, conversazioni private e nuove attività nelle stanze di IRC. È un elemento fondamentale, che ripristina alcune funzionalità smarrite nell’aggiornamento.

Via | Adam Williamson

Message Notifier, l’estensione che notifica i messaggi a GNOME Shell é stato pubblicato su Ossblog.it alle 15:00 di sabato 05 maggio 2012.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

gen
19

KDE Telepathy è sulla buona strada per dare il “benservito” a Kopete

 

Mi piace +1 Tweet

TelepathyKDE Telepathy, il giovane client per la messaggistica istantanea ideato da David Edmundson, è stato promosso di recente dal Playground del desktop environment alla categoria Extragear. Un piccolo riconoscimento che apre alla possibilità di sostituire Kopete — l’applicazione predefinita attuale di KDE. È un segnale davvero positivo.

Non solo perché Kopete rappresenta un retaggio di KDE3 che molti vorrebbero lasciarsi alle spalle. KDE Telepathy, oltre al client di Edmundson, rientra in un progetto più ampio per rivedere l’infrastruttura della comunicazione sul desktop. L’adozione di Telepathy – il framework di FreeDesktop utilizzato da GNOME – è la vera notizia.

Molto probabilmente la transizione sarà completata con KDE5, perché i componenti in gioco sono diversi. KDE Telepathy è il primo passaggio: Dario Freddi, ad esempio, lavora all’integrazione con Plasma — per un’applet sulla falsariga di GNOME Contacts. Dopo WebKit e GStreamer, Telepathy è un ennesimo punto di contatto tra i desktop.

Via | David Edmundson

KDE Telepathy è sulla buona strada per dare il “benservito” a Kopete é stato pubblicato su Ossblog.it alle 11:06 di giovedì 19 gennaio 2012.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
25

Twitter ha “liberato” i sorgenti per TextSecure — di Whisper Systems

 

Mi piace +1 Tweet

TextSecureTextSecure è una soluzione per Android che serve a integrare un sistema di messaggistica istantanea cifrata nelle applicazioni. Twitter ha acquistato Whisper Systems, la società responsabile dello sviluppo di TextSecure e come regalo di Natale ha deciso di “liberare” il codice sorgente del prodotto, rilasciato sotto licenza GPLv3.

La risorsa di Whisper Systems è anche un’applicazione che sostituisce il servizio predefinito di Android per l’invio dei brevi messaggi testuali. In pratica, TextSecure “rimpiazza” lo Short Message Service (SMS) con un sistema criptato. Il programma prevede due livelli differenti di cifratura: uno è in locale, un altro è in remoto.

Se il destinatario utilizza TextSecure, il messaggio è cifrato anche in fase d’invio. Altrimenti, la cifratura è limitata a un database nello smartphone sul quale è installato. Dai sorgenti di TextSecure potrebbero essere sviluppate altre interessanti applicazioni, per la sicurezza della messaggistica di Android o d’altri sistemi.

Via | Twitter Developers

Twitter ha “liberato” i sorgenti per TextSecure — di Whisper Systems é stato pubblicato su Ossblog.it alle 19:00 di domenica 25 dicembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
21

EMeSeNe potrà sfruttare il protocollo XMPP di Windows Live Messenger

 

Mi piace +1 Tweet

eXtensible Messaging and Presence Protocol (XMPP)È di particolare attualità il passaggio al protocollo eXtensible Messaging and Presence Protocol (XMPP) da parte di Windows Live Messenger. Riccardo Bortolato, uno sviluppatore di EMeSeNe, ha cominciato a lavorare alla transizione sul client non ufficiale per Linux, Mac OS X e Windows. Non è tanto semplice quanto potrebbe sembrare.

GNOME ha dichiarato di prevedere il supporto di Messenger via XMPP con Empathy 3.4. L’ostacolo – per entrambi – è costituito dalla registrazione su Windows Live con OAuth 2.0: l’autenticazione non avviene con username e password, ma con un token autorizzato da Microsoft. Un po’ come succede per le applicazioni di Facebook o Twitter.

Bortolato non prevede di proseguire in prima persona il lavoro per portare WLM su XMPP: il codice prodotto è servito soltanto ad avere un’idea dell’integrazione con Python. Chi volesse fare altrettanto può sfruttare l’identificativo registrato per EMeSeNe. Prima o poi il passaggio diventerà “mandatorio” e il client dovrà adeguarsi.

Via | EMeSeNe

EMeSeNe potrà sfruttare il protocollo XMPP di Windows Live Messenger é stato pubblicato su Ossblog.it alle 13:00 di mercoledì 21 dicembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
11

EMeSeNe introduce la possibilità di “connettersi” coi social network

 

Mi piace +1 Tweet

EMeSeNeEMeSeNe, la popolare alternativa open source a Windows Live Messenger, ha in progetto d’estendersi maggiormente sui social network. Andrea Stagi ha pubblicato un resoconto del proprio lavoro, illustrando le opportunità di EMeSeNe nel dialogo con le Application Programming Interface (API) di piattaforme come Facebook oppure Google+.

In particolare, Stagi è al lavoro sul recupero dei messaggi privati di Facebook con EMeSeNe: l’applicazione permette già d’utilizzare la chat del social network o GTalk grazie al plugin per il protocollo XMPP. Le novità riguardano altri aspetti della comunicazione, dall’invio di posta elettronica all’impostazione delle foto–profilo.

Quanto ha realizzato Stagi con Facebook può essere predisposto anche per Google+ o altri social network. Non si tratta di creare delle estensioni, bensì di ristrutturare EMeSeNe in una nuova direzione: gli sviluppatori interessati a collaborare sul progetto in Python sono i benvenuti. Diventerà un’applicazione più simile a Gwibber?

Via | EMeSeNe

EMeSeNe introduce la possibilità di “connettersi” coi social network é stato pubblicato su Ossblog.it alle 13:00 di domenica 11 dicembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
23

Shell Message Notifier: teniamo sempre d occhio le nostre conversazioni

 

Mi piace
+1
Tweet

Shell Message Notifier è una piccola estensione per Gnome Shell che ci mostra il numero di messaggi non ancora letti durante una sessione di chat. È compatibile con tutti i maggiori client IM, tra cui Empathy e Pidgin.

Gnome Shell, col suo arrivo ha integrato un nuovo sistema di notifiche che sono sì molto comode dato che forniscono la possibilità di rispondere direttamente dalla notifica, ma risultano essere poco visibili e appaiono solo per pochi secondi. Scordarsi quindi di rispondere alla chat è una cosa che sarà capitata sicuramente, sopratutto se impegnati in altre attività. Installando Shell Message Notifier, avremo quindi nella barra superiore una piccola icona di colore rosso che ci mostrerà il numero di messaggi non letti.

Nonostante lo sviluppatore abbia definito ancora incompleto e con un codice mal scritto, i ragazzi di WebUpd8 hanno creato un apposito PPA per installare questa estensione davvero interessante. Mentre gli utenti di tutte le altre distribuzioni possono clonare il codice direttamente da GIT e installare manualmente l’estensione in questione.

Via | WebUpd8

Shell Message Notifier: teniamo sempre d occhio le nostre conversazioni é stato pubblicato su Ossblog.it alle 12:00 di mercoledì 23 novembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
14

Emesene 2.11.11, ecco la soluzione legata ai problemi server di Windows Live Messenger

 

Mi piace
+1
Tweet


Nei giorni precedenti gli utenti Emesene non erano in grado di connettersi a Windows Live Messenger, a causa delle modifiche apportate da Microsoft ai server che ne ospitano il servizio. Per ovviare a questo problema, il team di sviluppo di Emesene ha rilasciato nella giornata di ieri la versione 2.11.11 del proprio prodotto.

Questa nuova release, targata comunque come stabile non è finalizzata solamente alla risoluzione dell’ormai noto e risolto problema, ma introduce anche alcune novità: troviamo un migliorato supporto a Google Talk e Facebook, un miglioramento del sistema di download per plugin e temi e l’introduzione di un badge per i messaggi non letti per Unity.

Per provare questa versione è sufficiente andare a questo indirizzo e scaricare il sorgente, scompattarlo e lanciare Emesene. Per gli utenti Ubuntu inoltre è stato aggiornato il PPA per le versioni stabili, quindi per chi lo ha già installato sarà sufficiente aggiornare il sistema.

Via | Emesene

Emesene 2.11.11, ecco la soluzione legata ai problemi server di Windows Live Messenger é stato pubblicato su Ossblog.it alle 10:00 di lunedì 14 novembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
13

KDE Telepathy 0.2 in arrivo

 

Mi piace
+1
Tweet


Se siamo abituati a legare la parola Telepathy con GNOME, ecco che scopriamo anzi spolveriamo KDE Telepathy, la versione adattata del famoso framework alla base di Empathy per il desktop KDE.

Tramite il blog di David Edmundson, sviluppatore di KDE Telepathy siamo a conoscenza dell’arrivo pressoché imminente della versione 0.2 che porta con sé alcune sostanziali novità. In primis abbiamo l’integrazione con KWallet, l’introduzione di un nuovo plasmoide per i contatti, il settaggio automatico di uno stato predefinito quando non si è al computer e l’aggiunta della feature “Ora in ascolto”.

Se siamo impazienti e vogliamo subito provare con mano questa nuova versione, possiamo compilarla manualmente seguendo queste istruzioni. Sono stati preparati anche dei pacchetti sperimentali per SUSE, mentre è sconsigliato utilizzare le versioni presenti nei vari PPA per Ubuntu in quanto presentano numerosi problemi di diverso genere.

Via | David Edmundson

KDE Telepathy 0.2 in arrivo é stato pubblicato su Ossblog.it alle 13:00 di domenica 13 novembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
09

EMeSeNe, la prima vittima dei nuovi server di Windows Live Messenger

 

Mi piace
+1
Tweet

EMeSeNeEMeSeNe non è più in grado di connettersi a Windows Live Messenger, a causa delle modifiche apportate da Microsoft ai server che ospitano il servizio. Non sembra trattarsi d’un cambiamento al protocollo di comunicazione: tuttavia, i client non ufficiali potrebbero incontrare problemi di connessione. EMeSeNe ha pubblicato una patch.

Il problema affligge Linux, Mac OS X e Windows. La patch pubblicata ieri non è un “semplice” fix: è la prossima versione di sviluppo completa, corretta per aggirare l’ostacolo. Non ha bisogno d’installazione, basta sfruttare Python su Linux e Mac OS X più le librerie su Windows. Può essere utilizzata in attesa del prossimo rilascio.

Gli sviluppatori prevedono di pubblicare anticipatamente il rilascio sperimentale, offerto in forma di patch, per sistemare il problema. È difficile che gli errori di connessione coinvolgano soltanto EMeSeNe: aMSN, Empathy, Pidgin, ecc. dovrebbero accusare le stesse difficoltà perché le modifiche sono state effettuate da Microsoft.

Via | EMeSeNe

EMeSeNe, la prima vittima dei nuovi server di Windows Live Messenger é stato pubblicato su Ossblog.it alle 10:00 di mercoledì 09 novembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
06

Ecco Konversation 1.4 beta 1

 

Mi piace
+1
Tweet

Attraverso il blog di bUscher, possiamo apprendere l’arrivo della prima versione beta della serie 1.4 per Konversation, il famoso client IRC per il dekstop KDE. Questa prima versione di testing per la serie 1.4 porta già con se alcune interessanti modifiche ed alcune correzioni significative.

Le novità riguardano una migliore gestione delle connessioni SSL, una riscrittura del rilevamento di URL e email in text views, l’introduzione del supporto alle traduzioni, un migliorato supporto al Python scripting grazie all’introduzione di nuove API, il supporto ad altri IRC numerics senza dimenticare il consueto bugfix.

Come al solito possiamo trovare una lista completa di tutte le novità e di tutte le correzioni all’interno del corposo changelog per il rilascio. Se volessimo iniziare a provare questa nuova versione di Konversation, possiamo clonare il codice da KDE Git e iniziare un lungo processo di compilazione manuale.

Via | bUscher

Ecco Konversation 1.4 beta 1 é stato pubblicato su Ossblog.it alle 17:00 di domenica 06 novembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
03

Choqok 1.2 rilasciato

 

Mi piace
+1
Tweet

Nella giornata di ieri, il team di sviluppo di Choqok ha rilasciato la versione 1.2 del famoso client di microbloggin per il desktop KDE. Con l’inusuale nome in codice “Red Rose”, Choqok si presenta al grande pubblico con parecchie novità sia grafiche sia funzionali.

Le novità funzionali sono parecchie: abbiamo la possibilità di modificare il font, il supporto a is.gd, la possibilità di rispondere anche agli altri utenti direttamente dal composer widget, un miglioramento dell’apparenza delle conversazioni in stile Identi.ca, l’introduzione del “Global Menu” quando la menubar è nascosta, nuova TabBar UX per le timeline e il consueto bug fix.

Possiamo consultare il corposo changelog a questo indirizzo. Se non siamo utenti Arch Linux, per provare questo aggiornamento dobbiamo aspettare che la versione dei repository delle maggiori distribuzioni vengaa aggiornata; se non possiamo aspettare non ci resta che clonare il codice da Gitorious e iniziare il processo di compilazione seguendo il classico readme.

Via | Choqok

Choqok 1.2 rilasciato é stato pubblicato su Ossblog.it alle 13:00 di giovedì 03 novembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
30

Empathy 3.2 avrà una nuova interfaccia su videochiamate e cronologia

 

Empathy 3.2 - Video CallingEmpathy 3.2 esordirà con un redesign dell’interfaccia grafica, dedicato alle videochiamate e alla cronologia delle conversazioni. Non tutte queste novità saranno disponibili in default per il 28 settembre con GNOME 3.2 perché le videochiamate richiedono una “stabilizzazione” di Telepathy. Si potranno comunque attivare opzionalmente.

L’interfaccia delle videochiamate è stata ridisegnata con Clutter per consentire la gestione di webcam e microfono direttamente dalla finestra di dialogo: la nuova interfaccia è opera di Nick Richards e presto supporterà pure gli effetti grafici di Cheese grazie al lavoro di Raluca-Elena Podiuc. Un’esperienza ancora più divertente.

Per la cronologia delle conversazioni, invece, la nuova interfaccia di Empathy è stata realizzata da Matthew Paul Thomas: è uno sviluppatore di Canonical su Ubuntu, perciò le novità andranno anche a beneficio di Zeitgeist. Empathy è una delle applicazioni tuttora in comune tra Unity e GNOME. Messaggi e chiamate sono stati separati.

Via | Guillaume Desmottes

Empathy 3.2 avrà una nuova interfaccia su videochiamate e cronologia é stato pubblicato su Ossblog.it alle 13:00 di martedì 30 agosto 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
28

EMeSeNe 2 per Linux è stabile: s installa da Debian (e Ubuntu/Natty)

 

EMeSeNe 2.11.4EMeSeNe 2, il major upgrade del popolare client per Windows Live Messenger (WLM), è finalmente stabile su Linux. Il numero di versione scelto è particolare: si tratta della 2.11.4. Come avevamo anticipato si può installare dai repository ufficiali di Debian Testing e Ubuntu 11.04 Beta 2. Gli utenti di OS X, Windows devono aspettare.

Altre distribuzioni aggiorneranno i pacchetti già dalle prossime ore. Diversamente da quanto annunciato, EMeSeNe 2 non supporta ancora Python 3.2. In compenso, dopo due anni di sviluppo, il client sfrutta la libreria papylib di Empathy per WLM e supporta il protocollo XMPP: si può chattare con Facebook e GTalk nello stile di Adium.

Se foste preoccupati di perdere le personalizzazioni installate sul precedente EMeSeNe, Andrea Stagi è al lavoro su uno script per la sincronizzazione di avatar, emoticon, ecc. tra le due versioni. Dovrebbe esserci anche una GUI per il SyncTool. Per adesso lo strumento si “limita” a importare i propri avatar (e i contatti salvati).

Via | EMeSeNe

EMeSeNe 2 per Linux è stabile: s installa da Debian (e Ubuntu/Natty) é stato pubblicato su ossblog alle 09:00 di giovedì 28 aprile 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top