set
19

GMailWatcher, per Ubuntu/AppIndicators, ora funziona

 

GMailWatcherIn settimana, Mark Shuttleworth si è prestato a fare da mirror per Owais Lone, che voleva pubblicare un intervento su Planet Ubuntu. L’argomento era GMailWatcher, un’applicazione espressamente concepita per Ubuntu/Lucid che sfrutta AppIndicators e NotifyOSD.

Il nome è più che sufficiente per descrivere le funzionalità del programma. GMailWatcher mostra sul desktop le notifiche di ricezione delle e-mail sulla piattaforma di Google. Supporta temi e account multipli ed è installabile dal PPA su Launchpad del suo sviluppatore.

Nonostante l’attenzione di Shuttleworth, GMailWatcher ha cominciato a funzionare davvero soltanto nella notte tra ieri e oggi. In realtà, su Maverick Meerkat ci sono ancora dei problemi. Tutto sommato l’applicazione è discreta e vale la pena di darle una chance su Ubuntu.

GMailWatcher 10.09.31

Via | Mark Shuttleworth

GMailWatcher, per Ubuntu/AppIndicators, ora funziona é stato pubblicato su ossblog alle 11:00 di domenica 19 settembre 2010.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
25

Come installare VLC 1.1.0 su Ubuntu Lucid Lynx 10.04 tramite pacchetti .deb

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
25

Come installare Java su Ubuntu 10.04 Lucid Lynx

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
21

GMail apre la video chat di GTalk a Linux su 32-bit e 64-bit

 

GTalk Video ChatProbabilmente si tratta di una manovra d’avvicinamento a Chrom* OS, anche perché il primo pacchetto distribuito è un .DEB per Ubuntu/Lucid. Fatto sta che Google ha rilasciato un plugin per la video chat di GTalk su Linux. Finalmente anche gli utenti di Lucid Lynx (e di qualunque distribuzione) potranno usufruire di voce e video nella messaggistica istantanea di GMail. Un aggiornamento atteso.

Il plugin non necessita dell’installazione di un client per GTalk, diversamente da OS X e Windows. Sfruttando uno dei numerosi programmi per “chattare” con Linux (Empathy, Kopete, ecc.) la funzionalità era già presente da qualche tempo. GTalk si appoggia a Jabber e le librerie Farsight consentono i flussi audiovisivi. L’estensione integra audio e video sul gadget presente in GMail e iGoogle.

Purtroppo il pacchetto ha qualche problema di compatibilità con Maverick Meerkat, dovuto essenzialmente ai repentini aggiornamenti del rilascio sperimentale di Ubuntu. Non dovrebbero esserci problemi per gli utenti Debian. Il supporto ufficiale alle distribuzioni con .RPM è previsto nei prossimi giorni, ma è probabile che qualcuno abbia già pensato di pacchettizzare il plugin per Fedora e OpenSUSE.

Via | GMail Blog

GMail apre la video chat di GTalk a Linux su 32-bit e 64-bit é stato pubblicato su ossblog alle 09:00 di sabato 21 agosto 2010.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
18

Rilasciata Ubuntu 10.04.1

 

È da poco disponibile Ubuntu 10.04.1, la prima release di manutenzione del sistema operativo libero.
Ubuntu 10.04.1 contiene tutti gli aggiornamenti di sicurezza e le correzioni di bug rilasciati da maggio fino ad oggi.

Ubuntu 10.04.1 i386 torrent
Ubuntu 10.04.1 amd64 torrent
Altre versioni

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

lug
27

ATI distribuisce Eyefinity nei Catalyst 10.7

 

ATI EyefinityÈ arrivata la release di luglio per i driver proprietari di ATI e l’aspetto più interessante riguarda l’integrazione di Eyefinity. Tutte le piattaforme supportate possono ora gestire la modalità multi-schermo per una visuale panoramica. Sì, funziona anche su Linux. Al solito, la partnership con Canonical rende i Catalyst 10.7 “certificati” per l’uso su Ubuntu/Lucid. Un problema per chi usa altre distribuzioni.

Il problema deriva dal fatto che Ubuntu 10.04 LTS utilizza una versione backported di X.Org e un kernel inferiore all’ultima release disponibile. Altre distribuzioni aggiornate come Fedora 13, ecc. potrebbero incontrare difficoltà d’installazione. Apparentemente il supporto è garantito anche su OpenSUSE 11.3, perciò Linux 2.6.34 e XServer 1.8 dovrebbero essere compatibili con questi driver.

Oltre a Eyefinity i Catalyst 10.7 supportano OpenGL ES 2.0, una funzionalità presente in via sperimentale anche sui driver open source compilati con Gallium 3D. Come di consueto è stata rilasciata una lunga lista di fix relativi ai bug della versione precedente. Per concludere, l’installazione degli ultimi driver Catalyst è consigliabile su Linux per configurazioni di sistema stabili (niente Linux 2.6.35 e XServer 1.9).

Via | Phoronix

ATI distribuisce Eyefinity nei Catalyst 10.7 é stato pubblicato su ossblog alle 11:00 di martedì 27 luglio 2010.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

lug
05

Mplayer + vdpau + lucid=video da sballo

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
30

La seconda vita del mio Asus EeePc 1101ha!

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
24

Recupero file cancellati…

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
30

Canonical si droga – atto 2 -

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
30

WebM su Ubuntu Lucid. La rivoluzione degli standard aperti è servita!

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
17

Sony VAIO e Ubuntu Lucid

 

L’ultimo arrivato nel mio parco macchine è un notebook Vaio VPCEB1Z1E.

Non mi dilungo in caratteristiche tecniche. Chi è interessato può seguire il link qui sopra.

L’installazione di Ubuntu Lucid Lynx 10.04 è filata liscia, anche se non tutto è andato come speravo.

La scheda video (una ATI serie HD5600) funziona al primo colpo con i driver fglrx andando contro tutti i pronostici :)

Ora vediamo quali sono i punti critici e relativa soluzione.

1. Touchpad

Funziona correttamente, MA lo scroll verticale a lato del touch non funziona. La soluzione è semplice e indolore

Soluzione on-the-fly:

sudo modprobe -r psmouse
sudo modprobe psmouse proto=imps

Per rendere le modifiche definitive, serve però un accorgimento. Dobbiamo creare il file /etc/modprobe.d/psmouse.conf

sudo vim /etc/modprobe.d/psmouse.conf

e aggiungiamo la riga

options psmouse proto=imps

E questo è risolto.

2. Audio

Nessun errore, ma nessun suono. A quanto pare è un bug del kernel di Lucyd, che in quello nuovo dovrebbe essere risolto. Se non vogliamo aspettare qualche settimana per l’aggiornamento, esiste una soluzione che però è solo temporanea (al riavvio bisogna rifare la procedura).

Occore scaricare il programma HDAAnalzser e eseguirlo (occorre aver installato l’interprete python):

wget -O run.py http://www.alsa-project.org/hda-analyzer.py
sudo python run.py

Selezione il Node 19 nella lista di sinistra e cambiare il valore di VREF da 80 a HIZ.

Come detto però… al prossimo riavvio, va rieffettuata questa procedura. Un’altra soluzione proposta in rete è quella di installare un backport dei moduli ALSA, ma questo per me non ha funzionato.

3. Luminosità dello schermo

Pare che ci sia un’utility (spicctrl) che si basa sul modulo sonypi, che dovrebbe essere in grado di settare la luminosità del display. Dico “dovrebbe”, perché effettivamente a me non funziona. Da errore al momento di caricare il modulo sonypi.

Non mi sono dato per vinto, quindi ho deciso di usare un metodo old school. Ovvero settarla a mano tramite /proc.

echo VALORE > /proc/acpi/video/VGA/LCD/brightness

Dove VALORE è un livello tra questi: 5, 8, 11, 16, 23, 34, 48, 70, 100

Ora sto scrivendo uno script python che mi fa queste operazioni in automatico quando premo i tasti per regolare la luminosità.
Questo è quanto. Se ci saranno aggiornamenti degni di nota, provvederò a postarli!
Ciao a tutti :)

Archiviato in:Hardware, Linux, Lucid Lynx, Ubuntu, Vaio

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
12

Vaio VPCS11E7E, sistemiamo lo schermo nero …

 

Eccoci di nuovo qui a discutere del maledetto schermo nero all’avvio di Lynx. Questa volta però non mi limiterò a descrivere la procedura del nomodeset, ma indicherò anche ai possessori del mio stesso portatile (Sony Vaio VPCS11E7E) come configurare correttamente lo schermo e installare i driver NVIDIA …

Innanzi tutto! Partendo da una installazione di ubuntu Lynx facciamo il boot, alla comparsa di grub, spostiamo il cursore sulla voce kernel desiderata, entriamo nelle opzioni con il tasto “e” ed aggiungiamo “nomodeset” dopo la voce splash quiet. Diamo un CTRL-X ed attendiamo l’avvio del sistema!

Ora aprite un terminale, editate il file /etc/default/grub andando ad aggiungere alla riga GRUB_CMDLINE_LINUX il comando

Salviamo  e diamo un bel

sudo update-grub

Riavviamo e d’ora in poi avremo il video acceso :P

Ora andiamo a configurare correttamente il video del portatile.

Prima di tutto, rechiamoci sul sito nvidia e scarichiamo gli ultimi drivers (nel mio caso la ver. 195.36), badando bene di scaricare la versione *.run e andiamo ad installarli.

Purtroppo per mè non c’è stato verso di stoppare gdm (comando sudo service gdm stop) quindi ho riavviato con il comando nogdm da grub. Una volta loggato è bastato lanciare lo script run con sudo sh nvidia-*.run (inserite il nome esatto).

Terminata l’installazione diamo un bel

sudo nvidia-xconfig

A driver installati e xorg.conf creato (comando appena lanciato) andiamo a settarlo.

Per maggiori info guardate qui

aprite xorg.conf con

sudo nano /etc/X11/xorg.conf

Section “ServerLayout”
Identifier     “Layout0?
Screen      0  ”Screen0?
InputDevice    ”Keyboard0? “CoreKeyboard”
InputDevice    ”Mouse0? “CorePointer”
EndSection

Section “Files”
EndSection

Section “InputDevice”
# generated from default
Identifier     “Mouse0?
Driver         “mouse”
Option         “Protocol” “auto”
Option         “Device” “/dev/psaux”
Option         “Emulate3Buttons” “yes”
Option         “ZAxisMapping” “4 5?
EndSection

Section “InputDevice”
# generated from default
Identifier     “Keyboard0?
Driver         “kbd”
EndSection

Section “Monitor”
Identifier     “Monitor0?
VendorName     “Unknown”
ModelName      ”Unknown”
HorizSync       28.0 – 33.0
VertRefresh     43.0 – 72.0
Option         “DPMS”
EndSection

Section “Device”
Identifier     “Device0?
Driver         “nvidia”
Option         “ConnectedMonitor” “DFP-0?
Option         “CustomEDID” “DFP-0: /proc/acpi/video/IGPU/LCD0/EDID”
VendorName     “NVIDIA Corporation”
EndSection

Section “Screen”
Identifier     “Screen0?
Device         “Device0?
Monitor        ”Monitor0?
DefaultDepth    24
SubSection     “Display”
Depth       24
EndSubSection
EndSection

Ora, se avete fatto tutto correttamente riavviate e GODETEVI IL VOSTRO SCHERMO!

p.s. presto posterò anche come abilitare l’ audio su questo portatile

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
10

Quasi d’accordo Lucid e Gma500.

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
08

Lynx, tirando due somme sulla nuova LTS

 

La nuova LTS, Ubuntu 10.04 è uscita da pochi giorni ma già raccoglie parecchi pareri discordanti. come sempre c’è chi si è da subito trovato bene e chi invece ha da subito dovuto mettere mano al terminale per sistemare le cose.

Ubuntu 10.04 Lucid Lynx

Per quanto mi riguarda, la nuova release è (per esperienza personale) la classica LTS, ovvero problemi a non finire al momento del rilascio …

A dire il vero personalmente ho ottenuto buonissimi risultati, avendola installata su tre pc diversi:

Fisso : upgrade da 9.10 - OK
Athlon 64 X2
4gb DDR2
MB: Asus A3M
SK-V: Nvidia 8800GTS 320MB

Netbook : installazione pulita - OK
Atom
1gb DDR2
SK-V: Intel Integrata

Notebook: installazione pulita FAIL
Vaio VPCS11E7E
i3
4gb DDR3
SK-V: Nvidia 310M

Di questi tre però uno lo uso sporadicamente (fisso), uno è stato appositamente scelto per fare da serverino di condivisione e apache/php/mysql (Netbook atom), e l’altro lo uso constantemente sia a casa che per lavoro (notebook Vaio).

Ora, premettendo che i vaio sono da sempre stati un pò ostici per le distro da configurare in automatico, e qui non ho nulla da dire, ma riguardo a schermate nere, driver video presenti ma inutilizzabili, audio funzionante in live e non sul sistema … direi che per questo si poteva fare molto di più. Sono molto rammaricato sotto questo punto di vista in quanto anche dopo vari a prolungati smanettamenti con le configurazioni, riesco ad utilizzare bene la lince solo ed esclusivamente da macchina virtuale sotto Seven.

Desktop Virtuale Lynx VBOX

Proprio per questo motivo non mi sento di scrivere una recensione completa, ma mi limiterò a dire che la base del sistema è come sempre ottima. Usabilità massima, semplicità anche, reattività e leggerezza buone. Peccato solo che le vere novità stiano sotto e che di veramente nuovo ci sià in verità poco per quello che l’utente medio può rilevare.

p.s. colgo l’occasione per avvertire chi avesse letto questo articolo e quest’altro che per quanto mi riguarda l’opzione di avvio nomodeset (per lo schermo nero) è usabilissima e mi ha risolto il problema. Insorgono però problemi andando a utilizzare i driver proprietari. Mentre per quanto riguarda l’uso del kernel 2.6.34-* nel mio caso non è cambiato assolutamente nulla.


Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top