mar
07

Gimp Magazine 3 – Rivista gratuita

 

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
05

Gimp Magazine Issue 2 – Rivista gratuita

 

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
10

WordPress per iOS? Open Source ovviamente!

 

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
27

iPad 2 vs 200€ netbook web

 

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

gen
22

XBMC pubblica la prima release per ARM: ecco Apple TV, iPad e iPhone

 

Grazie all’impegno profuso dal team di XBMC, il popolare media center è approdato sui nuovi dispositivi di Apple. Poiché in competizione con alcune applicazioni proprietarie di Cupertino, è impossibile trovarlo sull’App Store e l’installazione per Apple TV (2ª generazione), iPad e iPhone 4 richiede il jailbreak. Anziché tentare la sorte, come avvenuto a VLC, XBMC non è stato neppure inviato per la revisione. Quella installabile non è una versione ridotta, ma la completa release dell’applicazione. L’opzione di Apple TV 2 resta la migliore.

Via | XBMC

XBMC pubblica la prima release per ARM: ecco Apple TV, iPad e iPhone é stato pubblicato su ossblog alle 11:00 di sabato 22 gennaio 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

set
19

Google whacking su iPhone con gWhacking

 

Qualche anno fa scoppia in rete la moda del google whacking: un simpatico gioco che consiste nel trovare una coppia di parole per le quali google restituisce un solo risultato.

Da oggi il google whacking diventa una gioco per iPhone, iPad e iPod touch grazie a gWhacking.

Alla ricerca dell’uno: il Whack!
Quali sono le due parole che sono presenti su una sola pagina web in tutto il mondo? Scoprilo giocando a gWhacking!
Prova a cercare una coppia di parole di senso compiuto e controlla quanti risultati restituisce google. Più ti avvicini ad uno, un Whack, più alto sarà il tuo punteggio. Fai attenzione: zero non è un risultato!
Credi che “testosterone” e “fotovoltaico” siano la coppia giusta per farti vincere a gWhacking? Sei fuori strada bello! Spremi le meningi alla ricerca delle parole giuste per trovare l’unica pagina al mondo che le contiene entrambe.
Inoltre, oltre alla classifica dei migliori risulati, puoi accumulare punti nella classifica globale ad ogni nuova ricerca, anche se sei ancora lontano dal Whack.

gwhacking-chart
gwhacking-play
gwhacking-splash

gWhacking è completamente gratuita, disponibile in italiano e inglese e compatibile con iPhone, iPad e iPod touch.

Ricorda:

  • devi cercare due parole di senso compiuto. Google si accorge se cerchi “cavallo” e “asdhuroqkqnd”
  • puoi usare solo i caratteri dalla A alla Z. Quindi niente spazi e simboli strani per cercare di fregare google (+,-,?,!, ecc)
  • una volta che hai cercato una coppia di parole, non potrai più utilizzarle
  • le coppie di parole presenti nella classifica dei migliori risultati non possono essere più cercate
  • le stesse parole cercate più volte potrebbero dare risultati diversi (le pagine web cambiano di continuo)
  • la ricerca su gWhacking potrebbe dare risultati diversi da quelli di google sul web (tu cerchi nel tuo paese, noi nel mondo)
  • google è giudice indiscusso del gioco
  • se sei veramente bravo da trovare un Whack, non pubblicare la coppia di parole su una pagina web altrimenti non sarà più un Whack (diventerà immediatamente uno dei nuovi risultati di google)

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
25

Drums 4 fun: trasforma il tuo iPhone in una batteria professionale!

 

Ciao ragazzi!

Oltre ad essere appassionati di tecnologia, siamo anche amanti della buona musica. E’ per questo motivo che oggi vi presentiamo un’altra fantastica applicazione per iPhone / iPod Touch, in grado di trasformare il vostro stupendo “melafonino” in una vera batteria professionale!

Si tratta di “Drums 4 Fun“!

Ecco la descrizione, direttamente dall’AppStore:

Vuoi suonare la batteria sul tuo iPhone / iPod Touch come un vero batterista?

Stai ascoltando la tua canzone preferita e desideri accompagnarla suonando insieme una batteria?

Ottimo!!! “DRUMS 4 FUN” è l’applicazione che fa per te!!!

Con “Drums 4 Fun” puoi suonare 4 tipi differenti di batterie (molti altri sono già in arrivo…):

1) con 2 piatti e 2 toms (batteria standard)

2) con 3 piatti e 2 toms (con l’aggiunta del piatto crash)

3) con 2 toms e 1 piatto (a sinistra)

4) con 2 toms e 1 piatto (a destra)

5) con rullante, charleston e 1 piatto

Così puoi scegliere la batteria che preferisci!!!

I suoni in Drums 4 Fun sono completamente configurabili!!!

Con Drums 4 Fun puoi scegliere i suoni di ogni singolo elemento della tua batteria (rullante, toms, piatti, ecc.) a configurare la tua batteria personalizzata!!! Per esempio, se lo desideri, puoi scegliere tra diversi tipi di rullante, o crash :-D

E’ l’unica applicazione per iPhone / iPod Touch che ti lascia scegliere e personalizzare la tua batteria. Comunque, se sei impaziente e desideri iniziare a suonare immediatamente, ci sono 4 sound sets predefiniti!

E puoi unire la tua batteria preferita ai suoni migliori!!! :-D

Perciò che stai aspettando? Scarica subito Drums 4 Fun!

Drums 4 Fun” è fornita con suoni di alta qualità (i suoni sono registrati dagli strumenti originali, per la migliore experience!). E puoi definirli sia utilizzando l’applicazione, sia le Impostazioni iPhone.

Facile, no? Gira sia su iPhone che su iPod Touch (e anche sul nuovo iPad, adesso!). Puoi anche scegliere una canzone dalla tua lista di canzoni e avviarla come sottofondo tramite l’iPod application, direttamente da “Drums 4 Fun“. E puoi suonare la batteria insieme al tuo cantante preferito!

Ti piace?

Allora scarica subito “Drums 4 Fun” e divertiti con l’unica vera batteria per iPhone!

Scaricala e Divertiti!!!

Prezzo speciale!

Durata limitata!

L’applicazione è veramente divertente e suggeriamo di provarla. Ecco il link al sito di supporto: http://drums4fun.wordpress.com

Ed ecco anche il link iTunes: http://itunes.apple.com/us/app/drums-4-fun/id379612651?mt=8

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
04

Skebby, l’applicazione per inviare sms gratis da iPad!

 

ispirato da questo post di ipaddisti mi sono iscritto a skebby (da pc ovviamente non possedendo l'ipad)… un bel servizio! gratuitamente vengono offerti 5 sms, è impostabile il proprio numero di telefono come mittente e sono disponibili le app per cellulari, smartphone, iphone, dradis… 
[via: iPaddisti]

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
02

Ipaddisti nuovo blog aggiornatissimo sul mondo ipad

 

Tutto sull'iPad: notizie, guide, recensioni e molto altro
Siete interessati all acquisto di un Ipad? L avete già comprato e volete essere sempre aggiornati su app, accessori e guide? Ipaddisti è il blog che fa per voi! Notizie sempre aggiornate dedicate all ultimo nato di Apple!
[link: http://www.ipaddisti.it/]

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
10

Ubuntu tablet version per sfidare l iPad

 

Ubuntu tablet per sfidare l’iPad. Dopo aver scopiazzato la grafica di Mac Os X, ora Canonical vuole sfidare l’Apple su un mercato sul quale, nonostante le alternative open source, al momento pare non avere rivali.

Secondo quanto detto da Chris Kenyon, vice presidente di Canonical OEM services, Ubuntu tablet sarà pronto entro la prima parte del 2011 e sarà una versione più leggera del sistema operativo classico caratterizzata da un’interfaccia grafica touch screen e il più possibile user friendly.

Il lavoro più grosso dovrà essere fatto sul fronte del multitouch. Ma in casa Canonical si punta proprio sul nuovo mercato dei tablet per espandere la presenza di Ubuntu. In fondo qui la sfida è più semplice, se si può dire così: iOs, Android e MeeGo sono i principali avversarti in un mondo dove Windows non domina come sui pc.

Canonical ha già siglato alleanze con Freescale, Texas Instruments e Marvell, società che producono chip basati sui processori Arm, collabora con Intel e Pixel Q, impegnata nella riduzione dei consumi delle batterie.

Ubuntu tablet sarà sviluppato sulla base di Maverick Meerkat, che sarà rilasciata a ottobre. A quanto pare il progetto sarà destinato a fondersi con Ubuntu Netbook Remix per il rilancio di Ubuntu Light, una versione leggera del sistema operativo di casa Canonical sviluppato specificatamente per dispositivi mobili.

Ubuntu One e Ubuntu Music Store sono già lì pronti a supportare il lancio del tablet, proprio come iTunes per iPhone e iPad.

Intanto c’è già chi distribuisce, in Italia, tablet con Ubuntu (in dual boot con Windows): Ekoore, dal cui sito abbiamo tratto il video.

Ubuntu tablet version per sfidare l iPad é stato pubblicato su ossblog alle 10:43 di giovedì 10 giugno 2010.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
01

5 Alternative open source ad iPad

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
01

Giusta fine di un Ipad

 

Clap, clap, clap, clap, clap….

Standing ovation :-D

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
13

Ancora inebriato dall iPad? Parliamone.

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
08

iPad, le alternative open source sono meglio

 

Ipotesi per un Google tablet

Non ha la fotocamera, non ha prese usb, storage e ram sono scarsi eppure l’iPad di cui si parla ampiamente su melablog, è il fenomeno del momento. Ecco però alcune alternative open source al tablet di casa Cupertino, giusto per capire che il prodotto della Apple non è poi questo fenomeno che tutti stanno dipingendo. Le ha segnalate opensource.com e stanno facendo il giro del mondo.

Partiamo da Neofonie WePad, anche se è l’unico a non essere ancora in vendita: è un po’ più grande dell’iPad e ha una risoluzione migliore. Equipaggiato con Android e un processore Atom N450, consente di acquistare applicazioni dall’Android Store o dal WePad App Store. Supporta Flash e multitasking. Inoltre ha una fotocamera da 1,3 megapixel e un modem umts. Peccato che le batterie durino sei ore.

Ecco poi Touch Book, della Always Innovating: qui siamo molti vicino al netbook, poiché è presente pure una tastiera. Ma questa si può staccare et voilà il tablet, come mostra questo video. Ha un sistema operativo customizzato ma al boot si può scegliere anche Ubuntu o Android. Ha un processore TI OMAP3 a 600 Mhz (costruito sulla base della tecnologia ARM). Anche questo ha l’umts, connessioni wifi e bluetooth, supporta modem 3G e GPS.

Ancora, c’è iFree tablet: è caratterizzato da un sistema operativo linux based ed è pensato per chi non ha mai usato il pc, orientato al Web 2.0. Il sistema operativo si chiama SIeSTA, è derivato da Debian e customizzato per migliorare la compatibilità con il touch screen. Paradossalmente, è quello però più vicino a un pc: ha 160 gigabyte di hard disk, wifi e porta ethernet, fotocamera da 1,3 megapixel, porte usb, Vga e prese per auricolari e microfono. La batteria però lascia davvero a desiderare, non raggiungendo neppure le tre ore.E’ nato nell’università spagnola di Cordoba e si ispira totalmente alla filosofia open source.

Ci sarebbe poi il fatto che Big G non sembra stare a guardare. Sul sito del progetto del nuovo sistema operativo è infatti comparsa un’ipotesi di come il sistema potrebbe apparire su un tablet. Solo un’ipotesi, ma che già ha scatenato la discussione sulla sfida fra open e closed.

Queste sono solo le opzioni principali. Rumors danno in arrivo da Taiwan una decina di prodotti che dovrebbero rendere dura la vita all’iPad. MSI starebbe preparando un tablet da 10 pollici, mentre eeePad con Chrome Os sarebbe sulla rampa di lancio.

Se invece avete preso in antipatia l’Ipad, su Downloadblog una serie di video di Ipad distrutti

Via | OpenSource.com

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

feb
12

L applicazione è il nuovo sistema operativo

 

Matt Asay qualche giorno fa ha scritto un articolo sull’iPad commentando le parole di Fabrizio Capobianco che spiegano come l’applicazione sia diventato il nuovo sistema operativo.

Il paradigma d’uso di iPad cambia le regole a cui siamo abituati e trasforma il computer in qualcosa di più vicino all’utente inesperto nascondendo dettagli irrilevanti come le directory o il desktop. Tutto quello che serve è sfiorare un’icona ed il computer si trasforma in quella singola funzionalità.

Una semplificazione che elimina le complessità e rende più semplice l’esperienza d’uso per gli utenti. Sarà questa la strada futura del computing di massa? A prescindere da quanto questa nicchia si ingrandirà il movimento FOSS è tenuto a confrontarsi ed a proporre soluzioni valide.

Le capacità tecniche e creative non mancano come si può notare sfogliando i vari progetti che già sono in giro e non essere legati ad una singola strategia o ad un sistema operativo significa anche essere più liberi di sperimentare e trovare la soluzione migliore.

Riusciranno questi progetti a portare l’utente finale ancora più al centro dello sviluppo? Secondo Matt la risposta è affermativa e secondo voi?

Via | Cnet

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top