ago
21

Costretto a usare Windows XP da una settimana: impressioni

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
14

Le migliori e indispensabili estensioni per Mozilla Firefox

 

Uno dei browser piú utilizzati su Linux è sicuramente Mozilla Firefox, ultimamente giunto alla sua terza versione.

Questo programma sta riducendo fortunatamente il numero di utenti di Internet Explorer, il peggior browser esistente che per anni ha avuto il totale monopolio.

Uno dei numerosi vantaggi di Firefox è la possibilità di aumentarne velocemente le caratteristiche, installando le cosiddette estensioni. Non sono altro che piccoli file scaricabili dal sito ufficiale, alla pagina https://addons.mozilla.org/it/firefox/. Si scaricano in pochissimi secondi e si installano con un clic!

Vista però la loro grande quantità, analizzeremo solo le estensioni migliori, le indispensabili che non devono mai mancare!

NoScript (https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/722)
Se non lo avete mai utilizzato all’inizio vi farà sentire spaesati, ma dopo averci fatto l’abitudine non potrete piú farne a meno! NoScript blocca infatti tutti i contenuti potenzialmente dannosi o fastidiosi (JavaScript, Flash, l’orrendo Silverlight…). L’utente può creare una lista dei siti affidabili — e quindi abilitati ad eseguire gli elementi suddetti — attivandoli attraverso la piccola icona blu che apparirà in basso a destra. NoScript, inoltre, protegge Firefox da eventuali bug, impedendo il furto di dati personali attraverso la protezione anti-XSS. Un’estensione quindi utilissima, specialmente su Windows.

CustomizeGoogle (https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/743)
La maggior parte dei naviganti utilizza Google come motore di ricerca; CustomizeGoogle è fatto apposta per loro! Permette una totale personalizzazione del famoso sito, migliorando l’esperienza dell’utente. Alcune delle sue utili e numerose caratteristiche sono: rimozione delle pubblicità (i riquadri gialli mimetizzati tra i risultati delle ricerche), streaming delle pagine (ovvero navigazione automatica tra le pagine senza doverle sfogliare manualmente), riscrittura dei link in Google Immagini (cioè apertura diretta dell’immagine senza dover passare per il sito da cui è tratta), protezione della privacy (blocco per evitare a Google di memorizzare cookie traccianti)…

Smart Middle Click (https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/3885)
Con molti ben sanno, Firefox è in grado di aprire i link in nuove schede facendo clic con il tasto centrale del mouse. Quando però ci imbattiamo in un sito che fa pesante uso di Javascript, non è raro fare clic su un collegamento per aprirlo in un altro tab e ritrovarsi con una pagina vuota! Smart Middle Click permette di correggere questo bug.

Throbber Button (https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/2821)
Lo ammetto: questa non è assolutamente un’estensione indispensabile, ma può tornare utile se visitiamo spesso determinati siti. Potete buttare via il bottone per tornare alla pagina iniziale: con Throbber Button potete aprire una, due o quante pagine volete facendo clic sul simbolo di caricamento in alto a destra! Una simile funzione era già presente in Firefox 1.5, ma permetteva solo di aprire il sito di Mozilla (non c’era quindi possibilità di personalizzazione).

Torbutton (https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/2275)
Ovviamente Torbutton vi sarà utile solo se avete installato Tor: in caso affermativo, permette di attivarlo o disattivarlo, permettendo cosí la navigazione anonima in modo veloce e sicuro. Per maggiori informazioni su Tor potete leggere il mio articolo «Navigare anonimamente con Linux sul Web grazie a Tor».

Il breve elenco termina qui: non dev’essere considerato come completo né come reale classifica delle migliori estensioni. Ognuno ha infatti diverse preferenze e utilizza siti differenti: è quindi indispensabile sfogliare manualmente il sito di Mozilla alla ricerca delle estensioni che riteniamo effettivamente utili.

Considerate quindi questo come un breve elenco di alcune estensioni che consiglio per la loro utilità, altissima (nel caso di NoScript e CustomizeGoogle) o meno.

…buona installazione!

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
18

Installare “masochisticamente” Internet Explorer su Ubuntu

 

Ci sono pochi ed inutili motivi per i quali un utente GNU/Linux desidera avere Internet Explorer all’interno della propria distro ma delle volte capita di dover assolutamente accedere a siti che male vengono digeriti da altri browser e quindi l’unica risorsa è quella di dotarsi del software di navigazione della Microsoft.

Vi consiglio ovviamente di non abusare del browser targato Redmond onde evitare di incappare in spiacevoli sorprese che non fanno la felicità dei surfisti del web.

Per iniziare questa avventura potenzialmente spiacevole vi dovete dotare solo di un terminale.

Per prima cosa installate i seguenti pacchetti con il classico comando:

sudo apt-get install wine cabextract binfmt-support

a cosa servano mi sembra chiaro dal nome stesso dei software.

Ora pazientemente digitate il seguente comando:

wget http://www.tatanka.com.br/ies4linux/downloads/ies4linux-latest.tar.gz

seguito da:

tar xvfz ies4linux-latest.tar.gz

entrate quindi nella cartella appena creata dal comando precedente e lanciate il file ies4linux con la classica dicitura:

./ies4linux

direi che abbiamo quasi finito.

Dico quasi perchè da qui in poi tutta la procedura diventa completamente grafica quindi tramite classiche interfacce punta e clicca, verranno scaricati i dati necessari dai server Microsoft ed automaticamente installato il necessario.

Cosa resta da fare?? A si dimenticavo resta ovviamente da creare dei link che rendano disponibili il software direttamente dal menù applicazioni di gnome; per far ciò basta ricorrere al pannello di configurazione del menù applicazioni ed aggiungere, sotto la categoria che preferite, la scorciatoia al software appena installato.

Se vi state chiedendo i percorsi da inserire sul menù alla voce “Comando” eccoli:

/home/utente/bin/ie6
 
/home/utente/bin/ie55
 
/home/utente/bin/ie5

sono tre perchè l’installazione farà fiorire un vero paniere di browser Micosoft nelle varie versioni 5, 5.5 e 6 (i mali non vengono mai da soli……) quindi tre collegamenti a tre differenti versioni.

Se desiderate esagerare assegnando anche la classica icona explorer ai vostri collegamenti la potete reperire nel vostro Hdd al percorso

/home/utente/.ies4linux/ies4linux.png.

Ed ora andate e, spacciandovi per adepti Microsoft, diffondete il verbo Open anche dove non potrebbe normalmente arrivare.

Ciao a tutti.

Popularity: 3% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
16

Se avete problemi con internet explorer…

 

IO ho grossi problemi con internet explorer, perchè LUI e’ convinto di essere un browser di pagine web, ma non sà che si sbaglia di grosso e purtroppo io non riesco a farglielo capire…

Ma questo e’ un altro discorso, è una questione tra me e lui.

Se un utente windows non riesce più:

1) Ad aprire un link in un’altra pagina (click destro -> apri in un’altra finestra)

2) Se clickando su un link che DEVE aprire un pop up il pop up non si apre

3) Se si clickando su in hyperlink dentro una mail in outlook (di office o express) la pagina web non si apre.

4) Quando si usa il comando “Stampa” o “Anteprima di stampa” in Internet Explorer e non accade nulla

5) Quando si cerca di connetterti a delle cartelle Web (webdav), si riceve l’errore: “L’operazione corrente non può essere completata poiché si è verificato un errore inaspettato”

6) Internet Explorer non esegue la verifica dell’impostazione quale browser predefinito nonostante la relativa casella di controllo in “Opzioni internet -> Programmi” sia selezionata

7) Le “Opzioni Avanzate Internet” sono completamente vuote (blank)

8) Le Informazioni sulla versione di Internet Explorer sono completamente vuote (blank)

9) La ricerca dalla Barra degli indirizzi non funziona

10) Risulta impossibile editare testo nei form o nei motori di ricerca o nei siti Web

Le soluzioni potrebbero essere molteplici, per esempio usare FireFox semplice, veloce, gratuito, libero.

Se invece DOVETE usare internet explorer per compiti per cui non se ne può fare a meno (come purtroppo succede a me) potete provare a seguire queste istruzioni:

1) Per prima cosa si devono ripristinare le impostazioni di explorer: chiudere internet explorer e outlook express, andare nel pannello di controllo, fare doppio clic su Opzioni internet -> scheda “Avanzate” -> sezione “Esplorazione” -> deselezionare la casella di controllo “Riutilizza le finestre per lanciare i collegamenti”, poi sempre in Opzioni Internet -> scheda “Programmi” -> premere il pulsante “Ripristina impostazioni Web” -> Fare clic su “Si” nella successiva finestra di dialogo, per ultimo (non dovrebbe servire, ma facciamolo per sicurezza) riavviare il pc.

2) se il punto 1 non funziona: si puo’ provare a ri-registrare un po’ di componenti di internet explorer, per fare questo si deve andare a prompt dei comendi e digitare uno dopo l’altro tutti questi comandi:

cd windowssystem32

regsvr32 /i urlmon.dll
regsvr32 mshtml.dll
regsvr32 /i shdocvw.dll
regsvr32 browseui.dll
regsvr32 msjava.dll

l’ultima dll, msjava, potrebbe non essere presente.

3) Come ultima spiaggia si può provare ad usare un programma, fatto da un signore di Micorsoft, che dovrebbe rimettere tutto a posto da solo.

Il programma e’ microscopico (15 kb) e lo potete scaricare da QUI, una nota, tenete a portata di mano il cd di Windows XP, perche’ puo’ chiedere le versioni originali di alcuni file, una copia della cartella i386 del cdrom sul disco può andare bene lo stesso.

In bocca al lupo.  ;-)

Per la cronaca, se proprio non se ne può fare a meno, internet explorer (5, 5.5 e 6) gira perfettamente anche su linux, usando IES4LINUX

Share This

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
19

Problemi per Safari e I.E.

 

Popularity: 3% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
12

Internet explorer e l’ennesimo bug

 

Internet Explorer ci svela l’ennesimo bug questa volta scoperto da Aviv Raff che a dire il vero non è nuovo a queste scoperte, ricordo il caso Skype per chi non avesse notizie.

Il bug è stato reso noto per ora solo alla Microsoft che però, a detta dello scopritore, ha fatto orecchie da mercante tanto da spingerlo a rendere pubblico lo stesso entro la settimana se la stessa risolva il problema in breve tempo.

L’errore permette di eseguire codice arbitrario tramite il caricamento di codice maligno costruito ad hoc.

Per rendere il tutto più credibile Aviv ha dichiarato che all’interno del suo sito è riportato un proof of concept in grado di sfruttare questa vulnerabilità non ancora risolta.

Che dire…………aprite il codice e vedrete che qualcuno, accorgendosi dell’errore, lo correggerà senza chiedere nulla e nel più breve tempo possibile.

Link

Ciao a tutti.

 

Popularity: 2% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
17

Installare e usare Dreamweaver su Linux in pochi minuti con wine-doors

 

Popularity: 4% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
13

Money for nothing

 

Le modalità di approvazione non molto trasparenti da parte dell’ISO di OOXML come standard, mi hanno portato a riflettere sul valore della Microsoft come azienda “hi-tech”.

La Microsoft, in questi ultimi tempi, non è riuscita a presentare sul mercato un prodotto che sia stato tecnologicamente nuovo e all’avanguardia, un prodotto che sia riuscito a combattere alla pari coi concorrenti.

Windows Vista, sistema partorito dopo anni di sviluppo e che, secondo i piani iniziali avrebbe dovuto essere un sistema operativo rivoluzionario, a paragone del quale il monolite di “Odissea 2001 nello spazio” sarebbe stato una pietruzza, è afflitto da numerose limitazioni che i sistemi concorrenti non hanno mai avuto o hanno già superato: ad esempio, la famosa interfaccia Aero non riesce a rivaleggiare con CompizFusion dei sistemi Gnu/Linux, nè tantomeno con Aqua di MacOSX; oppure la policy(politica) di sicurezza “Who Wants To Be a Billionare?” (Chi Vuol Essere Milionario?), che prima di farti installare un programma ti chiede “Sei sicuro? Vuoi pensarci? Chiedi il 50:50? L’accendiamo? ( non penso che la sicurezza si ottenga sfinendo di clic l’utente ).

Internet Explorer 7, quando è uscito, introduceva caratteristiche che tutti gli altri browser avevano già da tempo e che ormai erano standard per la tipologia di software: quando Firefox permetteva la navigazione a schede, internet explorer apriva una nuova finestra per ogni link, intasando il desktop in poco tempo.

Anche quando la Microsoft ha avuto l’infelice idea di sfidare la Apple e la Creative nel territorio dove forse hanno ottenuto più successi in questi ultimi anni, cioè quello dei dispositivi musicali portatili, ne è uscita sconfitta: è difficile contrastare contro chi, nel mentre, ha avuto il tempo di creare attorno ai propri prodotti un’ “universo” e  li ha declinati in  decine di  modelli per le più varie esigenze e gusti.

Di questo se ne sono accorti anche alla Gartner, dove alcuni suoi analisti hanno pubblicato un’analisi che potete trovare, in inglese, qui.

Caro Ballmer ti consiglio di smettere di dire cavolate e pensare piuttosto a quello che fate, perchè Bill in pensione ci è andato, ma se continua così, mi sa che tu non ci arrivi.

Popularity: 13% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
04

WordPress 2.5: errore javascript su “Show” nella galleria immagini su ie7

 

E’ capitato ad alcuni utenti di avere un messaggio di errore quando si apre la galleria di immagini di wordpress (la nuova versione in flash della 2.5) e si clicca su Show su una immagine.

L’errore è per il javascript e si presenta solo utilizzando Internet Explorer 7.

Per risolvere si deve cambiare alcune linee di codice in due files. Possiamo trovare qui la lista dei files e le modifiche da apportare: trac.wordpress.com

Tags



Popularity: 5% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
11

Il nuovo Firefox è 5 volte più veloce di IE7

 

Popularity: 3% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
11

Multa spaventosa per Microsoft, povero Bill!

 

Popularity: 5% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
11

IEs4Linux ora anche su Mac OSX

 

IEs4Mac

Installare Internet Explorer 6 su Linux è già possibile da tempo con grande semplicità, come ricorderanno i lettori più affezionati, grazie allo script IEs4Linux.
Ma oltre ai continui miglioramenti per il pinguino da poco tempo anche gli utenti Mac possono installare il browser Microsoft beneficiando (si fa per dire) anche dell’ultimo nato Internet Explorer 7.

Già con versione 2.99.0 IEs4Linux ha esteso il supporto a Mac OS X, ma gli sviluppatori non si sono accontentati e da qualche giorno hanno annunciato IEs 4 Mac una versione appositamente pensata per soddisfare gli utenti Mac.
IEs 4 Mac sarà dotato di una GUI scritta in python e probabilmente non sarà solo uno script ma verrà distribuito sotto forma di .dmg per una facile installazione.

Chi volesse mettere le mani su una versione di sviluppo per Mac potrà prelevarla da svn.

[Via | Wine Review]

Popularity: 3% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
13

Virus & co

 

Ho appena letto questo articolo su La Repubblica on-line, e ho subito pensato “ma a me perché dovrebbe interessare?” Certo, io uso Linux, quindi sono assolutamente al riparo da qualunque tipo di malware, esistono infatti pochissimi virus per Linux e quasi tutti portano a conseguenze assolutamente ridicole. Sarà che è un sistema operativo fatto bene, sarà che è poco diffuso, sarà che è free, sarà quello che volete, ma i virus su Linux non si prendono.

(more…)

Popularity: 5% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
08

Browser vs Browser

 

Questo post lo volevo intitolare “Firefox vs Internet Explorer” ma non si possono tralasciare Netscape e Opera.

La volpe scruta dall’alto (more…)

Tags: , , , , ,

Related posts

Popularity: 3% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top