ago
06

Lubuntu 12.10 riceve un aggiornamento del tema Lubuntu Box

 


Lo scorso Aprile, prima del rilascio della serie *buntu LTS, il team di sviluppo di Lubuntu aveva presentato Box, un nuovo tema icone basato sul set elementary. Ora, a quattro mesi di distanza, sul blog ufficiale del progetto è stato pubblicato un post che ci illustra lo sviluppo di questo interessante progetto.

Siamo davanti ad un perfezionamento di questo tema icone, la prima versione, potrebbe essere definita la versione di partenza, il tema non era completo. Ad ora, con l’annuncio pubblicato sul blog, può essere definito tale. L’aggiornamento in questione, aggiunge nuove icone, inizialmente assenti e che ora fanno la propria apparizione in stile “LXDE”. Le differenze tra questa e la precedente versione sono visibili ad occhio nudo, i miglioramenti sono davvero tanti e finalmente le icone sembrano disegnate appositamente per il desktop.

Personalmente apprezzo questa vena propositiva del team di sviluppo di Lubuntu, che pian piano cerca di creare una nuova identità ad una distro definita minore e che utilizza un desktop piuttosto particolare come LXDE. Lo sviluppo di questo desktop prosegue a rilento, non vengono introdotte novità decisamente da troppo tempo. Si spera che lo sviluppo del desktop prosegua, in modo che, la missione di innovazione targata Lubuntu possa proseguire.

Via | Lubuntu Blog

Lubuntu 12.10 riceve un aggiornamento del tema Lubuntu Box é stato pubblicato su Ossblog.it alle 15:00 di lunedì 06 agosto 2012. Leggete le condizioni di utilizzo del feed.


Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
01

DanRabbit rilascia eGTK 3.1

 

Mi piace +1 Tweet

Nelle scorse ore DanRabbit, il project leader di elementary OS ha rilasciato la versione 3.1 di eGTK, il tema GTK del progetto elementary. La versione 3.1, porta qualche novità e più che altro lascia ben sperare nell’arrivo di una versione beta di Luna, seconda release del progetto in arrivo nei prossimi mesi.

Il tema in questione, davvero elegante, è pensato e disegnato appositamente per Pantheon, il DE di elementary OS è comunque compatibile con GNOME 3.X e Unity non senza qualche difetto. Tra le novità possiamo trovare il supporto al theming delle GTK+ 3.4, un nuovo stile per le tab, un nuovo gradiente per i background, alcune correzioni ai Poopover e qualche altre piccolo miglioramento ad alcuni elementi di Pantheon e le sue applicazioni.

Il progetto elementary continua ad avanzare, a ritmi molto bassi e il rilascio di eGTK+ 3.1 può essere visto come un elemento in vista di un rilascio di una versione beta? Jupiter è stata rilasciato più di anno fa, speriamo di poter utilizzare Luna a breve dato che questo tema al di fuori di Luna sembra non andare molto bene.

Via | Deviantart

DanRabbit rilascia eGTK 3.1 é stato pubblicato su Ossblog.it alle 11:00 di martedì 01 maggio 2012.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
20

Wayland ottiene strumenti di valutazione per lo stato delle finestre

 

Mi piace +1 Tweet

Wayland Display ServerScott Moreau ha inviato delle patch per Wayland che permettono di verificare l’attività delle finestre e segnalarne il blocco, col cambiamento dell’opacità delle stesse. Nell’annuncio si parla di client perché la struttura del display server è diversa da X.Org Server: le finestre hanno processi separati e il compositor è integrato.

In pratica, X.Org Server dialoga con un unico client e il compositor del window manager s’occupa di verificare l’attività delle finestre: quando, ad esempio, il browser si blocca è il compositor a cambiare l’opacità della finestra e a notificare il malfunzionamento all’utente. Wayland, al contrario, apre un client per ogni finestra.

Terminologia e struttura a parte, il risultato è lo stesso. Se con X.Org Server sono Mutter, KWin, ecc. a svolgere questa funzione, Wayland ha bisogno di strumenti integrati per assolverla — è il risultato del lavoro di Moreau. Un ulteriore progresso verso il raggiungimento della versione 1.0, possibilmente entro X.Org Server 1.13.

Via | Phoronix

Wayland ottiene strumenti di valutazione per lo stato delle finestre é stato pubblicato su Ossblog.it alle 15:00 di martedì 17 aprile 2012.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
04

elementary GTK Theme: rilasciata la versione 3.0

 

Mi piace +1 Tweet

Nelle scorse ore DanRabbit, creatore di elementary OS ha rilasciato la versione 3.0 del famoso elementary GTK Theme, un tema GTK per il desktop GNOME. Ad annunciarlo il rilascio di questo tanto atteso aggiornamento è lo stesso mantainer del progetto, che tramite un post sul sito ufficiale ci illustra le novità ed una beve preview.

La novità principale di questa versione 3.0 di egtk è sicuramente il supporto alle nuove GTK+ 3, insieme a nuovi bottoni e qualche piccolo tweak grafico. Il tema per rendere al meglio necessita di due pacchetti: Unico, un nuovo engine creato da Andrea Cimitan e di Granite un framework creato appositamente per le applicazioni elementary.

Il tema in questione è quello che vedremo integrato di default nella prossima versione di elementary OS: Luna. La versione 0.2 di elementary arriverà “very soon” come possiamo leggere nelle ultime righe del post. Ad un anno dal rilascio di Jupiter, ancora molti utenti aspettando di vedere Luna.

Via | elementary OS

elementary GTK Theme: rilasciata la versione 3.0 é stato pubblicato su Ossblog.it alle 17:00 di mercoledì 04 aprile 2012.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
04

elementary GTK Theme: rilasciata la versine 3.0

 

Mi piace +1 Tweet

Nelle scorse ore DanRabbit, creatore di elementary OS ha rilasciato la versione 3.0 del famoso elementary GTK Theme, un tema GTK per il desktop GNOME. Ad annunciarlo il rilascio di questo tanto atteso aggiornamento è lo stesso mantainer del progetto, che tramite un post sul sito ufficiale ci illustra le novità ed una beve preview.

La novità principale di questa versione 3.0 di egtk è sicuramente il supporto alle nuove GTK+ 3, insieme a nuovi bottoni e qualche piccolo tweak grafico. Il tema per rendere al meglio necessita di due pacchetti: Unico, un nuovo engine creato da Andrea Cimitan e di Granite un framework creato appositamente per le applicazioni elementary.

Il tema in questione è quello che vedremo integrato di default nella prossima versione di elementary OS: Luna. La versione 0.2 di elementary arriverà “very soon” come possiamo leggere nelle ultime righe del post. Ad un anno dal rilascio di Jupiter, ancora molti utenti aspettando di vedere Luna.

Via | elementary OS

elementary GTK Theme: rilasciata la versine 3.0 é stato pubblicato su Ossblog.it alle 17:00 di mercoledì 04 aprile 2012.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

feb
16

Debian annuncia un contest per gli artwork di Wheezy

 

Mi piace +1 Tweet

Il Progetto Debian ha annunciato il lancio di un nuovo contest per gli artwork della versione 7.0 di Debian, nome in codice Wheezy. Gli sviluppatori del progetto avanzeranno comunque delle proposte, accompagnate da quelle degli utenti, ritenute fondamentali per fornire un nuovo look alla prossima release di Debian.

Tra i suggerimenti messi a disposizione del team di Debian troviamo: “Blu Debian” e “Debian Universal”, meglio conosciuti come “Night” e “Space”. Le varie proposte dovranno essere composte di: immagini per il Boot Screen, artwork vari per l’installer di Debian ed un Wallpaper; potranno essere presentati anche solo alcuni di questi componenti, nel caso di vittoria di uno di questi singoli componenti, potrebbe essere richiesto all’autore di produrre gli artwork mancanti.

Per chi volesse partecipare a questo contest a questo indirizzi possiamo trovare le proposte già presentate all’interno della apposita pagina del Wiki Debian. Ulteriori informazioni sono disponibili all’interno della apposita pagina del Wiki dedicata al contest e sulla mailing list del progetto, dove sono state già formulate alcune domande.

Via | Debian

Debian annuncia un contest per gli artwork di Wheezy é stato pubblicato su Ossblog.it alle 12:00 di giovedì 16 febbraio 2012.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

feb
14

Unity: arriva l effetto Coverflow integrato nella Dash

 

Mi piace +1 Tweet

È stato di recente pubblicato su Launchpad un nuovo branch per quel che riguarda Unity e che integra una nuova visualizzazione per la Dash: la modalità Coverflow. L’implementazione necessita ancora di molto lavoro, per esempio allo stato attuale non è possibile scorrere gli elementi semplicemente utilizzando la tastiera.

Possiamo trovare questa interessantissima novità all’interno dell’Unity Staging PPA, disponibile solamente per Ubuntu Precise Pangoline. Ad ora non è possibile abilitare questa nuova modalità di visualizzazione nella Dash di default, ma possiamo attivarla tramite un semplice bottone che troveremo alla destra di ogni riga. Possiamo inoltre vedere una demo di questa novità nel video in cima al post.

Questo piccolo accorgimento grafico sicuramente non andrà a migliorare sensibilmente l’esperienza utente, ma andrà a migliorare l’eye candy di Ubuntu e della sua Dash, a mio parere un po’ troppo “statica”. L’introduzione di questa modalità Coverflow farà sicuramente discutere, visto che lo stesso effetto è integrato nel Finder da parecchio tempo.

Via | WebUpd8

Unity: arriva l effetto Coverflow integrato nella Dash é stato pubblicato su Ossblog.it alle 10:00 di martedì 14 febbraio 2012.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

gen
24

Ubuntu 12.04: aperto il concorso per i nuovi Wallpaper

 

Mi piace +1 Tweet

Ubuntu 12.04 sarà una release davvero importante per Canonical e il suo team di sviluppo, il lavoro su questa versione è davvero tanto e l’attesa tra gli utenti e non solo aumenta. Negli ultimi tempi ci si è preoccupati principalmente di novità di sistema in primis possiamo notare l’introduzione di Unity 5.0 che ha portato con sé tante novità ed ha reso Ubuntu 12.04 una distro da provare.

Ma di questi tempi una distro deve curare anche il suo look. È notizia fresca l’inizio del consueto contest per scegliere i wallpaper presenti su Ubuntu 12.04, le modalità di svolgimento del contest sono sempre le stesse, bisognerà pubblicare le proprie immagini nell’apposita pagina Flickr. Ad ora i wallpaper che sono stati aggiunti sono davvero pochi, anche se piuttosto interessanti.

La mia opinione è che anche l’occhio vuole la sua parte, e Ubuntu che punta al mercato consumer e non deve incominciare ad aggiornare il suo stile e iniziare da wallpaper “diversi” sarebbe un passo avanti non da sottovalutare. Se per le icone si è passato ad un vero e proprio studio iconografico per i wallpaper spero che vengano adottati ed utilizzati criteri differenti rispetto alle precedenti versioni.

Via | OMG Ubuntu

Ubuntu 12.04: aperto il concorso per i nuovi Wallpaper é stato pubblicato su Ossblog.it alle 10:00 di martedì 24 gennaio 2012.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
30

Oxygen, un nuovo font non ufficiale per il desktop KDE

 

Mi piace +1 Tweet

Oxygen, è una parola che suona familiare se siamo user di KDE. Proprio per questo motivo Vernon Adams, ha voluto chiamare allo stesso modo dei famosi componenti di KDE il suo nuovo font, disegnato appositamente per il desktop del draghetto verde.

Questo nuovo font potrebbe diventare un’altro font “di serie” dopo Cantarell introdotto su Gnome Shell e Ubuntu. Questo nuovo font, paragonabile al font non ufficiale per Linux Mint chiamato Mint Spirit, punta ad offrire un font con una migliore leggibilità per il destkop KDE. Il progetto, nonostante l’avanzamento dello sviluppo offre già ottimi risultati come testimonia l’immagine in cima al post.

Secondo quanto possiamo apprendere dalle immagini pubblicate sul blog di Vernon Adams, questo font si adatta perfettamente alle vari GUI di KDE e rende i testi molto più leggibili e gradevoli alla vista. Resta da vedere come proseguirà lo sviluppo di questo Oxygen, che se fosse inglobato dall’omonimo progetto Oxygen sarebbe una grandissima vittoria per il desktop KDE e per Adams.

Via | Veron Adams

Oxygen, un nuovo font non ufficiale per il desktop KDE é stato pubblicato su Ossblog.it alle 09:00 di venerdì 30 dicembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
29

Elementary Icons: la versione 3.0 entra in fase di testing

 

Mi piace +1 Tweet

Il team di elementary OS, un nuovo progetto che punta a ridisegnare il desktop GNU/Linux e a fornire una nuova esperienza utente, ha annunciato tramite un post sul proprio blog l’avvio della fase di testing per la versione 3.0 delle celebri elementary icons.

L’ultimo aggiornamento delle icone elementary risale a Marzo, in contemporanea al rilascio di Luna, prima versione di elementary OS. Questo risulterà essere un aggiornamento “leggero” per le icone create da DanRabbit, dato che il grosso salto di qualità si dovrebbe avere con la versione 4.0 e il relativo rilascio di Luna, atteso per Maggio 2012.

Tra le “novità di questa versione” troviamo una riduzione dei link simbolici, mossa che permetterà al set di icone di avere una minore dimensione e di essere più facile da mantenere non perdendo la compatibilità con i vari DE (XFCE per esempio), nuove icone con colori più vivi e più gradevoli alla vista e numerose mimetype icons ridisegnate.

Possiamo provare questa serie di icone sulla nostra distribuzione aggiungendo alla nostra lista dei repository il PPA creato ad hoc da Sergey Davidoff. Non ci resta che provare questa versione 3.0 per vedere cosa ci aspetta nella serie successiva, i propositi per un’ottimo rilascio ci sono tutti, sta al team mettere a disposizione degli utenti un degno set di icone.

Via | elementary OS

Elementary Icons: la versione 3.0 entra in fase di testing é stato pubblicato su Ossblog.it alle 11:00 di giovedì 29 dicembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
12

Recent Items: una nuova estensione per avere i file utilizzati di recente a portata di click

 

Mi piace +1 Tweet

Recents Items, è una nuova estensione recentemente approdata sul portale Gnome Extensions che ci permette di avere a portata di click tutti i file aperti di recente. Con questa nuova estensione, oltre a visualizzarli possiamo riaprirli facilmente con un semplice click. L’estensione risulta essere “poco amica” della privacy, sopratutto se usiamo un computer condiviso da più utenti.

Possiamo comunque eliminare la cronologia selezionando la voce “Clear Items”. Possiamo installare questa estensione accedendo al portale delle estensioni di Gnome e portando da off a on il pulsante che troviamo in alto a sinistra. Nel caso in cui non fossimo soddisfatti dell’operato di questa estensione possiamo sempre disabilitarla o dallo stesso portale delle estensioni o da gnome-tweak-tool.

L’estensione pare molto apprezzata dagli utenti, dati i commenti rilasciati nella apposita pagina e dato il numero di stelle assegnate. Personalmente trovo molto utile e poco invasiva questa estensione, che meriterebbe di stare in qualsiasi desktop.

Via | Recents Items

Recent Items: una nuova estensione per avere i file utilizzati di recente a portata di click é stato pubblicato su Ossblog.it alle 12:00 di lunedì 12 dicembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
07

Perché Wayland non permetterà la modifica manuale al DPI predefinito

 

Mi piace +1 Tweet

Wayland Display ServerWayland è presto diventato «l’oggetto del desiderio» degli utenti di Linux, a volte soltanto per l’insoddisfazione sviluppata nei confronti di X.Org. Nonostante non esistano dei desktop pronti a implementarlo, il lavoro sul display server continua alacremente: i programmatori si sono confrontati rispetto alla dichiarazione del DPI.

A livello predefinito, Wayland imposta il DPI a 96: è la stessa scelta effettuata da X.Org (e persino da Windows). Rispetto ad altri display server, però, Wayland non ammette la modifica manuale del valore preimpostato: non sembra un limite riconducibile all’avanzamento dei lavori. La variazione non è prevista, né lo sarà in futuro.

Questa scelta ha fatto discutere: Windows 8, ad esempio, ha rivalutato l’opzione della modifica manuale al DPI — rimuovendo il limite a quattro dimensioni preimpostate e permettendo qualunque valore. Perché, allora, Wayland dovrebbe fare un passo indietro? La risposta non è così semplice e gli sviluppatori hanno ragioni differenti.

Daniel Stone, programmatore su X.Org e Wayland per Collabora, ha seguito il dibattito degli sviluppatori di Fedora proponendone un riassunto per tentare di “centrare” il punto. In sintesi, il display server non supporterà la variazione del DPI perché adatterà automaticamente la dimensione dei caratteri alla risoluzione del monitor.

La questione è particolarmente complicata già dai presupposti: il problema riguarda la Extended Display Identification Data (EDID) nel rapporto col server grafico. Per scongiurare i problemi di X.Org, gli sviluppatori intenderebbero adottare una soluzione dinamica, che non richieda dei complicati “aggiustamenti” alla configurazione.

Matthew Garret parla d’una soluzione euristica — facendo del sarcasmo su «un’antica parola africana». In sostanza, bloccare il valore del DPI a 96 è la migliore tra le scelte effettuabili. Non significa che risolva il problema. La EDID non basta a determinare la risoluzione del monitor e, perciò, esisteranno sempre delle eccezioni.

Via | Daniel Stone

Perché Wayland non permetterà la modifica manuale al DPI predefinito é stato pubblicato su Ossblog.it alle 15:00 di mercoledì 07 dicembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
07

GNOME 3.4: ecco un nuovo mockup per le notifiche

 

Mi piace +1 Tweet

Allan Day, il designer tuttofare di GNOME, ha recentemente aggiornato la pagina GitHub riguardante i mockup di GNOME 3.4. I mockup in questione, risultano riguardare uno degli elementi fondamentali di GNOME 3: le notifiche. Come possiamo vedere dalle immagini, Day ha ipotizzato un nuovo design per uno degli elementi che hanno caratterizzato GNOME 3 e che ne hanno rivoluzionato la concezione.

Le notifiche ridisegnate da Day, risultano essere più integrate con lo stile del desktop e continuano ad avere le classiche funzioni viste su GNOME 3.2. La prima novità di questo mockup è sicuramente la visualizzazione “fissa” delle notifiche più importanti (batteria in fase di scarica per esempio), poi le altre riguardano una nuova modalità di visualizzazione che permette di sovrapporre anziché far scomparire le notifiche e la presenza del tasto chiudi su queste.

Il mockup di Allan Day è davvero interessante. Nonostante le notifiche di GNOME 3 a mio parere fossero state concepite nella maniera corretta, Day punta a migliorare e valorizzare uno degli aspetti che ha caratterizzato la versione 3 del desktop del piedone. Spero solamente che tutti questi bellissimi mockup diventino realtà.

Via | GitHub

GNOME 3.4: ecco un nuovo mockup per le notifiche é stato pubblicato su Ossblog.it alle 10:00 di mercoledì 07 dicembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
25

Citrus: una nuova e moderna interfaccia per LibreOffice

 

Mi piace
+1
Tweet

Il team di LibreOffice ha finalmente compreso ed ammesso una delle sue più grandi mancanze: una nuova UI moderna. In questi ultimi mesi, il team della suite ufficio si sono dati parecchio da fare per migliorare a 360° il proprio prodotto, trascurandone però il lato estetico.

Meglio tardi che mai, in un recente messaggio inviato nella mailing list del progetto, gli sviluppatori di LibreOffice stanno discutendo il possibile utilizzo di Citrus, una nuova UI moderna per LibreOffice. Questa risulta essere una vera e propria rivoluzione per lo standard dell’interfaccia a cui eravamo abituati dapprima con OpenOffice e successivamente con LibreOffice. Citrus inoltre tramite piccoli accorgimenti permette di migliorare ancor più l’esperienza utente, anche grazie all’aiuto di una “floatbar” che ci permette di apportare delle modifiche al testo rapidamente.

Purtroppo allo stato attuale, non è stata ancora presa nessuna decisione ufficiale, anche se i feedback fino ad ora raccolti fanno sperare ad una possibile inclusione in qualche major release. Possiamo trovare maggiori informazioni riguardo Citrus e il suo progetto nel blog ufficiale, che mette a disposizione non solo dei concept davvero interessanti ma anche i file in formato .svg per migliorare e magari proporre il proprio design.

Via | Citrus

Citrus: una nuova e moderna interfaccia per LibreOffice é stato pubblicato su Ossblog.it alle 12:00 di venerdì 25 novembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
23

Rilasciata la prima beta di Mint Spirit

 

Mi piace
+1
Tweet


Nella giornata di ieri, direttamente dal forum ufficiale di Linux Mint è arrivata la prima versione beta di Mint Spirit, il font creato appositamente dal team di designer per Linux Mint 12. Avevamo già parlato di Mint Spirit quando avevamo assistito al rilascio di una prima versione alpha.

Il nuovo font, creato appositamente per fornire una maggiore identità alla distro di Clement Lefebvre che continua a crescere, con questa versione beta aggiunge il supporto al cirillico e al greco, un miglioramento di supporto a diverse lingue, una maggiore armonia tra i caratteri e una nuova licenza la OFL versione 1.1.

Questo font, a mio parere davvero bello, fornisce quel piccolo tocco di identità ad una distro di personalità come Linux Mint, che nelle prossime ore dovrebbe rilasciare una delle versioni più attese di sempre, la versione 12. La prima candidata ad essere l’anti-Ubuntu, dato anche il sorpasso su Distrowatch, è proprio Mint. Difficile di se vedremo Spirit in versione beta su Linux Mint 12, dato che questa arriverà nelle prossime ore. Non ci resta che aspettare.

Via | Linux Mint Forum

Rilasciata la prima beta di Mint Spirit é stato pubblicato su Ossblog.it alle 14:00 di mercoledì 23 novembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top