dic
31

Firefox: cercare nel sito corrente con Google

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

set
13

Estensioni di OpenOffice.org: vediamo le migliori

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

set
11

Google inizia a distribuire estensioni per Chrome

 

Dopo i vari annunci di partnership riguardanti Chrome diramati in questi giorni da Google e soci, ecco apparire sul Chromium Blog un messaggio più discreto il quale indica l’effettivo inizio della distribuzione di estensioni per il suddetto browser.

Nonostante sia piuttosto chiaro come Chrome si comporti decisamente bene sul fronte della “semplice navigazione“, la caratteristica che fino ad oggi lo metteva piuttosto in difficoltà quando si azzardava un paragone con Firefox era sicuramente quella della personalizzazione.

Come tutti sappiamo, il browser di Mozilla è in grado di offrire migliaia di estensioni di vario tipo; Chrome ha iniziato ad offrire qualche add-on (GMail Checker e un Feed Reader) solo da qualche ora, ma è facile immaginare come a breve vi sarà il boom di estensioni anche per il browser di Google. Eccovi una pagina esempio dedicata a queste nuove funzionalità.

Via | H-online

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
05

Firefox: battaglia tra sviluppatori di estensioni

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

feb
06

Chrome e le estensioni, ecco le novità

 

Desiderate, attese, promesse e considerate il punto di svolta per un progetto che già ora ha in se del buono.

Sto parlando delle estensioni per il browser, made in Google, Chrome; la stessa azienda produttrice aveva più volte detto che nella roadmap del progetto prevedeva l’inserimento di estensioni in grado di ampliare le potenzialità e la personalizzazione del programma stesso, anche gli utenti più affezionati, che lo hanno adottato dalla prima versione, lamentavano la presenza di questi componenti aggiuntivi ormai essenziali per una navigazione più dinamica ed adatta alle esigenze di ogni utente della grande rete.

Inutile dire come da tutti, Google compresa, le estensioni vengano considerate come il vero e più importante tallone d’Achille del progetto, il diretto rivale Firefox infatti ha mantenuto moltissimi utenti proprio perchè gli stessi sono incapaci di rinunciare alle piccole comodità che il piccolo pannello “componenti aggiuntivi” offre.

La situazione però sta rapidamente evolvendo e proprio oggi ecco la notizia secondo la quale nel prossimo convegno Google Developer Day, previsto per il 27 Maggio, vi sarà un talk dal titolo intrigante ma allo stesso tempo tanto chiaro da lasciare pochi dubbi, “Developing extensions for Google Chrome“.

Più esplicitamente:

Learn how Google Chrome makes it easy to write extensions using the web technologies you already know. This talk will cover the basics of the extension system (distribution/packaging, installation, updates), as well as the different APIs to enhance with the browser.

Probabilmente il supporto alle estensioni sarà abilitato/rilasciato prima della conferenza in concomitanza delle nuove versioni per Mac e GNU/Linux.

Una mossa che potrebbe portare molti nuovi utenti, me compreso, tra le file degli utilizzatori del browser Google mettendo in crisi la fetta di mercato duramente guadagnata dal Panda rosso di Firefox.

Personalmente penso che il passaggio al browser di Google vada attentamente considerato sotto molti aspetti come ad esempio quello della sicurezza visto che si possono registrare delle gravissime mancanze in questo settore.

Link

Ciao a tutti.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
19

Bloccare Adsense e Analytics, per non alterare CTR e statistiche del proprio sito o blog

 

Blog di Technoburger »
Blog Tecnico
| Blog di Ricette
| Asus Eee PC | SMS gratis da Web
| Rally e Motori

di Andrea Romagnoli (http://technoburger.net/)

Se gestiamo un sito web o blog, e abbiamo inserito la pubblicità di Google Adsense e le statistiche fornite da Google Analytics, allora è consigliabile:

  1. bloccare Adsense, per non alterare le impressioni e il CTR, e per non rischiare che ci sfugga qualche click accidentale (che, ricordo, può anche portare al temutissimo ban);
  2. bloccare Analytics, per non alterare le statistiche (pagine visualizzate, accessi dai motori, ricerca interna del sito, ecc.) con le nostre visite.

Google analytics

E grazie ad Adblock Plus, un’estensione per Firefox, possiamo navigare in tutta tranquillità sui nostri stessi siti, da Mac, Linux o Windows, senza dover mettere mano ai file di configurazione del nostro sistema operativo. :) [...]

» Continua a leggere Bloccare Adsense e Analytics, per non alterare CTR e statistiche del proprio sito o blog

Pubblicato sotto Blog e Blogosfera Feed della categoria
Tags: , , , , , , , , , ,

Piaciuto l articolo?

Articoli simili:

Gli articoli più letti:

a7j8e25s4hb5dwt8

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
02

Aria di novità per Chrome, in arrivo le estensioni

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ott
26

OpenOffice.org2GoogleDocs: sincronizzare i documenti di OpenOffice con GoogleDocs e Zoho

 

garland_logo OpenOffice.org2GoogleDocs: sincronizzare i documenti di OpenOffice con GoogleDocs e Zoho

Le applicazioni web si propongono, sempre di più, come una valida alternativa alle applicazioni desktop. Ce ne sono di tutti i tipi ed implementano quasi tutte le funzioni dei programmi desktop, dando però la possibilità agli utenti di accedere ai propri dati da qualsiasi computer. Le migliori sono quelle che si integrano maggiormente nel nostro desktop. Quelle cioè, che consentono di gestire i nostri dati online, direttamente dal desktop. Come: Remember The Milk con Tasque o RTM Notifier, Picasa Web con Picasa, Xdrive con Xdrive Desktop Lite e lo spazio Gmail con Gspace.

ooo2gd.thumbnail OpenOffice.org2GoogleDocs: sincronizzare i documenti di OpenOffice con GoogleDocs e Zoho

E questi sono solo alcuni esempi. Oggi voglio parlarvi di come integrare due delle migliori suite per l’ufficio online: Google Documenti e Zoho, con OpenOffice, la migliore Office suite Open Source. Per fare ciò basta installare OpenOffice.org2GoogleDocs, un plugin per OpenOffice che permette, appunto, di sincronizzare (esportare ed importare) i nostri documenti con Google Docs, Zoho e server WebDav. I formati supportati sono:

OpenDocument Text (.odt), StarOffice (.sxw), Microsoft Word (.doc), Rich Text (.rtf), OpenDocument Spreadsheet (.ods), Microsoft Excel (.xls), Comma Separated Value (.csv), Microsoft PowerPoint (.ppt, .pps)

Questo vuol dire che si possono esportare ed importare anche i fogli di calcolo e le presentazioni.

zoho-logo-mar08 OpenOffice.org2GoogleDocs: sincronizzare i documenti di OpenOffice con GoogleDocs e Zoho

Installazione

Questa è la pagina ufficiale del plugin, la versione attuale è la 1.2.3 e la potete scaricare da qui. L’unica dipendenza è Java 6. Una volta salvato il file .oxt, aprite OpenOffice, andate su: Strumenti –> Gestione estensioni, cliccate su aggiungi e selezionate il plugin. Se usate Ubuntu, probabilmente vi darà quest’errore: “Could not create Java implementation loader”. È segnalato anche nella lista dei problemi noti dell’estensione. Io l’ho risolto installando il pacchetto openoffice.org-java-common e riavviando OpenOffice. Se vi da lo stesso problema date:

sudo apt-get install openoffice.org-java-common

Riavviate OpenOffice e controllate se riconosce Java andando su: Strumenti –> Opzioni, e scegliendo la voce Java. Se sono elencate le versioni di Java installate, dovrebbe essere tutto a posto. Potete quindi riprovare l’installazione.

OpenOffice.org2GoogleDocs

D’ora in poi quando avvierete OpenOffice, comparirà una piccola finestrella con le icone per importare ed esportare i documenti da Google Docs, Zoho e server WebDav.  In alternativa potete accedere al plugin da File –> Google Docs & Zoho.

screenshot01aq9 OpenOffice.org2GoogleDocs: sincronizzare i documenti di OpenOffice con GoogleDocs e Zoho

Ho trovato OpenOffice.org2GoogleDocs molto interessante, io lo uso principalmente per creare un backup online dei miei documenti. Con quest’estensione è inoltre possibile accedere ai propri file da ovunque ci si trovi. Insomma, OpenOffice.org2GoogleDocs permette di sfruttare i lati positvi delle applicazioni desktop e quelli delle web apps.

Articoli correlati:

RTM Notifier, una nuova applicazione AIR per la gestione di Remember The Milk

Tasque, il gestore di To-Do list, che porta Remember The Milk sul nostro desktop

Picasa 3.0 per Linux. Installazione e video tour

Xdrive Desktop Lite, un applicazione AIR per la gestione dei 5GB di spazio offerti da AOL

Gspace, sfruttare al massimo lo spazio fornito da Gmail

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ott
14

Utenti di Firefox al sicuro dal clickjacking grazie a NoScript

 

NoScriptInternet è un luogo insidioso e con gli strumenti sbagliati (qualcuno ha detto Internet Explorer 6?) rischia di trasformarsi in un vero inferno. Fortunatamente gli utenti dei principali sistemi operativi possono contare su Firefox e soprattutto su estensioni come NoScript che permettono di navigare la grande rete in tutta sicurezza.

Le ultime versioni dell’italica estensione, oltre a impedire l’esecuzione di elementi Flash o codice JavaScript non gradito, introducono anche Clearclick. Di cosa si tratta? Clearclick è una (l’unica?) protezione contro il clickjacking, una tecnica che, come ci ricordano anche i colleghi di MelaBlog, consiste nell’intercettare il clic del mouse in una pagina web per redirigerlo su un oggetto diverso da quello atteso, magari nascosto da altri elementi o reso trasparente.

Nel caso NoScript non sia già presente nell’elenco dei vostri addon preferiti potete redimervi immediatamente procedendo alla sua installazione.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
29

Rilasciato Ubiquity 0.1, il nuovo rivoluzionario progetto dei Mozilla Labs

 

ubiquity_side Rilasciato Ubiquity 0.1, il nuovo rivoluzionario progetto dei Mozilla Labs Ubiquity è una nuovo interessante strumento sviluppato dai Mozilla Labs. Si tratta di un estensione per Firefox che permette di compiere tantissime operazione da una specie di riga di comando. Quando ne ho sentito parlare per la prima volta, ho pensato che si trattasse di un’applicazione simpatica tipo Goosh, ma niente di più. Beh, mi sbagliavo. Ubiquity è un prodotto molto evoluto in grado di rivoluzionare i metodi di interazione tra noi e il nostro web browser. Potete scaricarlo da qui ed installarlo come una comune estensione di Firefox. Una volta installato potrete impostare le preferenze da questa pagina:

about:ubiquity

La cosa più importante è settare la combinazione di tasti per lanciarlo (ALT+Space è quella di base) in modo da poter lanciare Ubiquity in ogni momento, il più rapidamente possibile.

logo Rilasciato Ubiquity 0.1, il nuovo rivoluzionario progetto dei Mozilla Labs

Questa release, Ubiquity 0.1, rilasciata due giorni fa, è più che altro una versione sperimentale, pensata per dare un idea agli utenti delle potenzialità di questo nuovo progetto. Ecco l’annuncio ufficiale corredato da un video dimostrativo. Eccolo:

Qui invece trovate un tutorial che ne spiega le funzioni, e qui la lista dei comandi. Con Ubiquity si può fare veramente di tutto, da operazioni semplici come le ricerche su: Google, Yahoo, Wikipedia, YouTube, Amazon, eBay, ecc, l’invio delle mail e la traduzione delle pagine web, ad operazioni più complesse come l’inserimento di mappe nelle mail e l’editing di pagine web. Insomma un prodotto molto utile che apre interessanti scenari nell’utilizzo del Web Browser di casa Mozilla e nell’interazione tra le principali applicazioni web (Google Maps, Gmail, Google Calendar).

Articoli correlati:

Gspace, sfruttare al massimo lo spazio fornito da Gmail

Goosh, the Unofficial Google Shell. Google come il terminale

ThinkFree: l’office suite online, a metà tra il web e il desktop

Flock 2 beta. La nuova versione del “social web browser”, basata su Firefox 3

Rilasciato Google Gears 0.3, lavorare offline con le nostre Web Apps preferite

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
29

Annunciati i vincitori del concorso Extend Firefox 3

 

Mozilla FirefoxIl concorso Extend Firefox promosso da Mozilla per estendere le funzionalità di Firefox 3 è terminato e finalmente sono state proclamate le tre (nuove) estensioni vincitrici.

Il trio è composto da Pencil (un strumento per disegnare diagrammi e prototipi di interfacce grafiche), Tagmarks (implementa le icone per la gestione dei tag nella barra di Firefox 3.0) ed HandyTag (fornisce parole chiave pertinenti da associare ai siti preferiti).

Sul blog di Mozilla sono state inoltre segnalate anche diverse estensioni che hanno saputo aggiornarsi per sfruttare al meglio le funzionalità di Firefox 3.

Extend Firefox 3: Pencil, Tagmarks, HandyTag
  

via | OSNews

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
14

Le migliori e indispensabili estensioni per Mozilla Firefox

 

Uno dei browser piú utilizzati su Linux è sicuramente Mozilla Firefox, ultimamente giunto alla sua terza versione.

Questo programma sta riducendo fortunatamente il numero di utenti di Internet Explorer, il peggior browser esistente che per anni ha avuto il totale monopolio.

Uno dei numerosi vantaggi di Firefox è la possibilità di aumentarne velocemente le caratteristiche, installando le cosiddette estensioni. Non sono altro che piccoli file scaricabili dal sito ufficiale, alla pagina https://addons.mozilla.org/it/firefox/. Si scaricano in pochissimi secondi e si installano con un clic!

Vista però la loro grande quantità, analizzeremo solo le estensioni migliori, le indispensabili che non devono mai mancare!

NoScript (https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/722)
Se non lo avete mai utilizzato all’inizio vi farà sentire spaesati, ma dopo averci fatto l’abitudine non potrete piú farne a meno! NoScript blocca infatti tutti i contenuti potenzialmente dannosi o fastidiosi (JavaScript, Flash, l’orrendo Silverlight…). L’utente può creare una lista dei siti affidabili — e quindi abilitati ad eseguire gli elementi suddetti — attivandoli attraverso la piccola icona blu che apparirà in basso a destra. NoScript, inoltre, protegge Firefox da eventuali bug, impedendo il furto di dati personali attraverso la protezione anti-XSS. Un’estensione quindi utilissima, specialmente su Windows.

CustomizeGoogle (https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/743)
La maggior parte dei naviganti utilizza Google come motore di ricerca; CustomizeGoogle è fatto apposta per loro! Permette una totale personalizzazione del famoso sito, migliorando l’esperienza dell’utente. Alcune delle sue utili e numerose caratteristiche sono: rimozione delle pubblicità (i riquadri gialli mimetizzati tra i risultati delle ricerche), streaming delle pagine (ovvero navigazione automatica tra le pagine senza doverle sfogliare manualmente), riscrittura dei link in Google Immagini (cioè apertura diretta dell’immagine senza dover passare per il sito da cui è tratta), protezione della privacy (blocco per evitare a Google di memorizzare cookie traccianti)…

Smart Middle Click (https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/3885)
Con molti ben sanno, Firefox è in grado di aprire i link in nuove schede facendo clic con il tasto centrale del mouse. Quando però ci imbattiamo in un sito che fa pesante uso di Javascript, non è raro fare clic su un collegamento per aprirlo in un altro tab e ritrovarsi con una pagina vuota! Smart Middle Click permette di correggere questo bug.

Throbber Button (https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/2821)
Lo ammetto: questa non è assolutamente un’estensione indispensabile, ma può tornare utile se visitiamo spesso determinati siti. Potete buttare via il bottone per tornare alla pagina iniziale: con Throbber Button potete aprire una, due o quante pagine volete facendo clic sul simbolo di caricamento in alto a destra! Una simile funzione era già presente in Firefox 1.5, ma permetteva solo di aprire il sito di Mozilla (non c’era quindi possibilità di personalizzazione).

Torbutton (https://addons.mozilla.org/it/firefox/addon/2275)
Ovviamente Torbutton vi sarà utile solo se avete installato Tor: in caso affermativo, permette di attivarlo o disattivarlo, permettendo cosí la navigazione anonima in modo veloce e sicuro. Per maggiori informazioni su Tor potete leggere il mio articolo «Navigare anonimamente con Linux sul Web grazie a Tor».

Il breve elenco termina qui: non dev’essere considerato come completo né come reale classifica delle migliori estensioni. Ognuno ha infatti diverse preferenze e utilizza siti differenti: è quindi indispensabile sfogliare manualmente il sito di Mozilla alla ricerca delle estensioni che riteniamo effettivamente utili.

Considerate quindi questo come un breve elenco di alcune estensioni che consiglio per la loro utilità, altissima (nel caso di NoScript e CustomizeGoogle) o meno.

…buona installazione!

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
11

Navigare anonimi con Tor e Privoxy su Gentoo Linux – Visualizza e scarica i torrent da The Pirate Bay

 

Per la famosa categoria del blog “Arrangiati!” ecco qui il terzo tutorial della serie. Giusto a fagiuolo con la chiusura della baia. Andiam veloce che ciò fretta e senza i miei torrent non posso sopravvivere.

# emerge tor privoxy
# echo 'forward-socks4a / localhost:9050 .' > /etc/privoxy/config
# cp /etc/tor/torrc.sample /etc/tor/torrc

E con questo siamo quasi aposto. Aggiungiamo i demoni all’avvio:

# rc-update add tor default
# rc-update add privoxy default

e avviamoli:

# /etc/init.d/tor start
# /etc/init.d/privoxy start

E abbiamo proprio finito. Scaricate e installate Torbutton per Firefox e navighiamo felici sulla Baia dei Pirati o dove meglio ci aggrada. Vorrei dire a questi signori che hanno deciso questo blocco, che non è possibile bloccare o fermare la rete. E questo è soltanto il sistema più stupido. Lo sapete bene. Io pago un servizio (il provider) ed ho il diritto di visionare i contenuti che voglio. Sono utente Fastweb, aMule Adunanza non lo ferma nessuno ?

Ricordo agli affezzionatissimi lettori del blog, che avevo già segnalato la stessa procedura per le distrubuzioni Debian Ubuntu e Fedora nonchè Arch Linux.

E vietatemi di vedere qualsiasi cosa sù.

convert this post to pdf.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
08

komploader !

 

Per una volta tanto nella vita, ne ho combinata una utile :D Sto parlando di servizi quali Picoodle, ImageShack, e appunto questo OmpLoader, il tutto adattato da me per poterlo utilizzare direttamente da Konqueror :P
Vediamo intanto che ho combinato. Il sito per il copiaincolla selvaggio :) è omploader.org
Detto questo, esiste uno script in ruby chiamato ompload che io ho modificato e integrato in kde 3.5. Risultato: navigare con konqueror, click con il pulsante destro sul file, ompload, e incollate l’url direttamente all’interessato semplicemente con il classico incolla o CTRL + V. Il mio lavoretto sfrutta componenti standard di kde (escluso lo script perl): dbus, service menu, klipper e kdialog.
Come faccio a farlo pure me ? E’ qualcosa di semplicissimo: prelevate lo script e copiatelo in /usr/bin, dategli i permessi di esecuzione:

$ wget http://opensource2007.netsons.org/kompload/kompload
# cp kompload /usr/bin
# chmod +x /usr/bin/kompload

Adesso create il file kompload.desktop in /usr/share/apps/konqueror/servicemenus/

[Desktop Entry]
ServiceTypes=all/all
Actions=Ompload

[Desktop Action Ompload]
Name=Ompload it !
Exec=/usr/bin/kompload %u && kdialog --msgbox 'Omploaded !'

Finito ! :P Prendete un file immagine o testo e testate. Click con il pulsante destro, azioni, Ompload It ! Fate poi semplicemente incolla nel browser e l’url immesso è quello dove è stato uppato il vostro file :D o se copiate altro nel frattempo, il vostro url è comunque ben custodito da klipper. Semplicissimo ma comodissimo :)
Se qualcuno (vedi telperion per esempio) avesse voglia di implementare per nautilus (basta un piccolissimo script di 3 righe) non ci fa per niente schifo.

Enjoy :-]

PS= Mi riprometto in questi giorni di modificare ulteriormente il tutto per visualizzare all’utente gli eventuali errori :D

convert this post to pdf.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
03

Installare i plugin di Lotus Symphony e customizzarlo con Rebranding

 

A qualche mese dall’uscita della versione finale di IBM Lotus Symphony 1 per Linux, ritorno oggi a parlarvi di questa interessante suite, gratuita, di strumenti per l’ufficio. Lotus…

[[ This is a content summary only. Visit my website for full links, other content, and more! ]]

Popularity: 5% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top