ago
31

Effetti speciali, ombre ed animazioni su Arch Linux con Compiz

 

Le pubblicità di Windows Vista puntano tutto sulla nuova grafica ricca di animazioni, trasparenze ed altri effetti speciali… A dire il vero, però, essi sono veramente pochi, scomodi e soprattutto avidi di risorse. E per ottenere questo minimo cambiamento rispetto alle versioni precedenti del sistema operativo, Microsoft ha impiegato anni ed anni!

Su Linux, invece, gli effetti speciali ci sono da molto piú tempo; essi sono migliori sia per una minor richiesta di risorse che per una piú vasta scelta.

Tutto questo si chiama Compiz: è un Window Manager (cioè un programma che controlla il funzionamento delle finestre) che aggiunge eleganti effetti come la disposizione di vari desktop su un cubo, l’aggiunta di ombre e sfumature, la trasformazione delle finestre in entità gelatinose e tanto altro!

Compiz, come abbiamo già detto, richiede pochissime risorse rispetto all’equivalente di Windows Vista; purtroppo, però, per utilizzarlo dobbiamo assolutamente avere una scheda video compatibile (in termini tecnici, dev’essere dotata della tecnologia AIGLX). Piú precisamente, non dev’essere la scheda ad essere compatibile, ma i suoi driver; driver che, a volte, sono pessimi (come nel caso delle schede video ATI) oppure ottimi (come con NVidia o Intel).

L’installazione è immediata e, ovviamente, dipende dalla distribuzione. Su Arch Linux, ad esempio, si installa con il comando

sudo pacman -S compiz-fusion-gtk

se utilizziamo GNOME. Altrimenti, se siamo utenti di KDE, installiamolo con

sudo pacman -S compiz-fusion-kde

Per attivarlo sarà sufficiente lanciare il Compiz Fusion Icon, che dovrebbe installarsi automaticamente. In caso contrario,

sudo pacman -S fusion-icon

Potremo poi personalizzare gli effetti, attivando o personalizzando quelli che preferiamo, tramite un comodo pannello di controllo (su GNOME è in Sistema > Preferenze > Gestore configurazione CompizConfig).

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top