apr
26

Nuove distro!

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
24

Rilasciata Ubuntu 9.04 (Jaunty Jackalope)

 

ubuntu_full

Il Team Ubuntu ha annunciato il rilascio ufficiale della release Ubuntu 9.04 Desktop, Server editions e Ubuntu Netbook Remix, continuando la tradizione di integrare gli ultimi e migliori tecnologie opensource in una semplicissima ma potente distro linux.

Il nome in codice della nuova release è (Jaunty Jackalope) , Ubuntu 9.04 fa parte della serie LTS infatti continua il supporto alla 8.04 estendendo con la nuova release ad altri 18 mesi prima di passare alla 10.04.

Se volete consultare i release note delle varie versioni rilasciate ecco qui i link:

Desktop edition    http://www.ubuntu.com/news/ubuntu-9.04-desktop
Server edition     http://www.ubuntu.com/news/ubuntu-9.04-server
Netbook Remix      http://www.ubuntu.com/news/ubuntu-9.04-unr

http://www.ubuntu.com/getubuntu/releasenotes/904

Per scaricare la vostra versione di Ubuntu 9.04 invece ecco i link per il download :

http://www.ubuntu.com/getubuntu

Per gli user 8.10 che vogliono migrare in automatico alla 9.04 ecco un riferimento tecnico ufficiale per la procedura di migrazione:

http://www.ubuntu.com/getubuntu/upgrading

Oltre alla versione Ubuntu 9.04 sono disponibili anche le versioni di Kubuntu, Xubuntu,Edubuntu, UbuntuStudio, e Mythbuntu:

Kubuntu http://kubuntu.org/news/9.04-release

Xubuntu http://xubuntu.org/news/9.04-release

Edubuntu http://edubuntu.org/news/9.04-release

Mythbuntu http://mythbuntu.org/9.04/release

Ubuntu Studio http://ubuntustudio.org/downloads

Che altro dire .. in attesa delle prime impressioni sulla nuova release vi auguro una buona installazione !!

Share/Save/Bookmark

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
14

Sabayon Linux x86/x86-64 4.1 GNOME

 


“Sabayon LiveDVD è stato progettato per trasformare un computer in un potente Gentoo Linux in meno di 5 minuti”

Con il rilascio di Sabayon 4.1, basato su Sabayon 4 LiteMCE si è puntato alla semplicità e alla leggerezza, usa come da titolo il desktop Gnome di default.

Altre caratteristiche:

* Based on Sabayon Linux 4 LiteMCE
* Halved Hard Disk footprint, <2GB ISO image
* Custom Linux Kernel 2.6.29.1
* Ext4 is now the default filesystem
* Complete GNOME 2.24 flavour (2.26 available through Entropy)
* OpenOffice 3.0.1
* Compiz and Compiz Fusion 0.8.2
* X.Org 7.4 supporting AMD and NVIDIA latest video cards
* Multimedia applications (audio, video, dvd ripping, file sharing)
* Media Center Mode, transforming your Sabayon in a complete Multimedia platform thanks to XBMC
* Entropy Package Manager 0.52.8, ready for 0.8x
* World of Goo Demo – best 2D game ever!
* Sexiest Skin ever!

Major Changes since Sabayon 4:
* Smaller disk footprint, faster load times
* Improved memory usage under GNOME
* Improved boot speed
* Improved DVD drive detection on Live boot
* Fully working PolicyKit and ConsoleKit environment
* New 2.6.29.1 Linux kernel
* NetworkManager 0.7
* Compiz and Compiz Fusion 0.8.2
* GRUB now supports UUID
* Shipped with Vi (the *editor*)
* Merged all the Entropy Sabayon repository updates
* Split KDE and GNOME flavours (Sabayon 4.1 KDE will be released in one week)
* Installer now detects other Linux distributions
* Installer now defaults on ext4 on new installs
* Installer now features an improved usability and installation speed
* Fresh, unmatched artwork and skin

Qui l annuncio ufficiale e la pagina per il download..

P.s
Gabriel ti fai sfuggire queste notizie….

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

apr
06

Portable Ubuntu

 

Portable Ubuntu è un sistema Ubuntu completo in esecuzione come una qualsiasi applicazione di Windows.

Bastano due click per visualizzare il classico menu di Gnome con le sue applicazioni, OpenOffice, Firefox, VLC , e molto altro ancora…. È anche possibile aggiungere e rimuovere i pacchetti con synaptic.
Un semplice video che spiega il tutto:

Download

Altri screenshots.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
28

Rilasciata la seconda Alpha di Moblin V2, la distro per netbook sponsorizzata dalla Intel

 


Moblin, di cui vi ho già palato, è un progetto Open Source sponsorizzato dalla Intel, focalizzato nello sviluppo di una distribuzione Gnu/Linux ottimizzata per dispositivi ultraportatili ed in particolar modo per quelli basati sulla nuova tecnologia Atom della Intel. In questi giorni, il Moblin Project ha annunciato il rilascio della seconda Alpha di Moblin V2. Questa release apporta parecchi miglioramenti alla versione precedente, i principali sono:

• L’aggiornamento dell’interfaccia utente
• Il supporto del kernel modesetting
• L’aggiornamento di ConnMan (il gestore di connessioni del progetto)
• Il supporto di MSI Wind (il netbook)
• Xfce 4.6
• e tanto altro

Qui trovate le note di rilascio complete. Moblin V2 è basato su Fedora, ed è equipaggiato di un mix di applicazioni Xfce e GNOME: Mousepad come editor, Totem per i contenuti multimediali, Cheese e Plimco, una mini suite per la produttività. Una delle caratteristiche più importanti di questo rilascio è la rapidità del boot. Ecco un video pubblicato da Phoronix (il noto sito di hardware Linux), che l’ha testato su di un notebook con processore Atom:

Qui trovate l’articolo completo.

Per testarla, gli utenti Gnu/Linux (e non), hanno a disposizione: un immagine live, da masterizzare o da mettere su chiavetta USB, un immagine KVM ed un immagine VMware. Questa è la pagina dei download, dove trovate i link alle immagini, e la spiegazione dettagliata dei procedimenti da compiere per poterle testare.

Articoli correlati:

Dall’OSCON la Intel annuncia Moblin 2.0: sarà basato su Fedora

Rilasciato Ubuntu MID Edition 8.04. Cos’è e come provarlo

Canonical ha presentato Ubuntu Netbook Remix. Ubuntu per ultraportatili

pimpmyeee, Lazyeeepc, TweakEEE: tre ottimi tool per la configurazione dell’EeePc

KVM e Virt-Manager, virtualizzazione su Ubuntu 8.04

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
17

Nuovi temi per Ubuntu 9.04

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
12

Grazie ad Ubuntu la Gendarmerie francese risparmia 50 Milioni di euro

 

Tempo fà vi avevo detto che la Gendarmeria Nazionale francese aveva scelto di adottare l’open source ed in particolare Ubuntu. Stessa scelta fatta poco tempo prima dalla polizia tedesca.

È invece di oggi la notizia che la Gendarmerie Nationale francese ha risparmiato  risparmiato 50 milioni di euro grazie ad Ubuntu. La scelta di abbandonare gradualmente Windows ha consentito di risparmiare su più fronti: dal costo delle licenze, al costo della manutenzione, fino ad arrivare all’hardware.

tux-gendarmerie

Il passaggio tra i due sistemi non è stato per niente traumatico: la Gendarmerie ha inziato nel 2004 a passare da un sistema all’altro, rimpiazzando Office di Microsoft con OpenOffice. Poi si è adottato Mozilla Firefox e Thunderbird come gestore di posta elettronica. Poi si è iniziati a passare ad Ubuntu nel 2006.

Ad oggi Ubuntu si trova installato su oltre 5.000 postazioni, ma entro la fine dell’anno sarà raggiunta quota 15.000. Entro il 2015 si vuole passare tutte le macchine alla soluzione OpenSource, arrivando a ben 90.000 workstation.

Quanto permetterà di risparmiare questa strategia? Ridurrà di ben il 70% il budget stanziato per il settore IT, senza per questo avere effetti collaterali, anzi a mio avviso le migliorie saranno molte! Se siete interessati potete leggere il rapporto dell’OpenSource Observetory della Commissione Europea.

Come ricorda Dario D’Elia di Tom’s HW:

Le istituzioni francesi, comunque, hanno sempre guardato di buon occhio l’open source. È sufficiente ricordare che l’Assemblée nationale (Camera dei Deputati) utilizza 1000 workstation basate su Ubuntu, e il Ministero dell’Agricoltura da tempo si affida a Mandriva Linux.

e noi in Italia abbiamo persino problemi a far utilizzare ai nostri deputati dei banali sistemi di identificazione delle impronte, per le votazioni

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
06

Ubuntu pocket guide

 

L unica e concisa guida per l uso quotidiano di Ubuntu.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
05

Registrare le canzoni da Last FM

 

the-last-ripper

Faccio subito la premessa che scaricare musica da internet è illegale, se non per procurarsi una copia dei CD regolarmente acquistati. Detto questo vi presento The Last Ripper.Si tratta di un fantastico software che ci consente di registrare gli streaming di Last.fm in MP3. Organizza la nostra musica in cartelle del genere: Artista / Album / Canzoni.

Genera automaticamente delle playlist nei formati principali: M3U, SMIL, PLS. Inserisce nelle canzoni i tag ID3v2, recupera le copertine degli album, supporta i caratteri internzionali, server proxy.

È disponibile per tutti i sistemi operativi, da Windows a Linux. Per il funzionamento richiede le librerie Mono, oppure il .NET 2.5 sotto windows. Per quello che riguarde Mac OSX funziona dal 10.3 (Phanter), ma non in Leopard, almeno al momento! Per linux sul sito troviamo dei pacchetti già precompilati per Ubuntu, Mandriva ed OpenSuse, ed i sorgenti se usiamo un’altra distro.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
05

Ancora su Xfce 4.6 (Repo)

 


Ecco un comodo reposity per aggiornare/ installare Xfce 4.6 . Apriamo un terminale, e diamo questi semplici comandi:

sudo gedit /etc/apt/sources.list

Aggiungiamo il repo:

#XFCE 4.6
deb http://ppa.launchpad.net/xubuntu-dev/ppa/ubuntu intrepid main
deb-src http://ppa.launchpad.net/xubuntu-dev/ppa/ubuntu intrepid main

Poi:
sudo apt-get update

Installiamo il tutto:

sudo apt-get install xfce4


N.B.
Non ho personalmente provato il repo….


Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
04

kongoni: la compagna africana di Ubuntu

 

kongoni logoÈ di questi giorni l’annuncio di una nuova distribuzione made in Africa, che vorrebbe replicare il successo ottenuto da Ubuntu. Si chiama Kongoni, è basata su slackware e utilizza i ports per la gestione dei pacchetti.

Kongoni prevede come desktop environment predefinito KDE 4.2, ma a detta degli sviluppatori, grazie ai ports e alla semplicità d’uso non vi saranno problemi per l’utente nella personalizzazione della propria installazione. La distro focalizza la propria base software esclusivamente su software opensource, e l’utilizzo dei ports consentirebbe una elevata configurabilità dell’installazione e l’ottimizzazione dell’utilizzo delle risorse hardware, venendo essa stessa compilata sulla macchina su cui poi verrà utilizzata.

Le immagini per l’installazione e le guide per l’utilizzo sono reperibili sul sito ufficiale.

Via | tuxjournal

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
03

BackTrack Beta4

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
03

Nova Linux: Cuore Italiano

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
02

Ubuntu Netbook Remix (alpha5), test in VirtualBox e VMware

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top