gen
15

Btrfs, il file system ex–Oracle, e la compressione Snappy di Google

 

Mi piace +1 Tweet

BtrfsBtrfs, il file system realizzato da Oracle per competere su Linux con ZFS, ha acquisito di recente un terzo algoritmo per la compressione dei dati. È Snappy, un progetto concepito da Google per essere utilizzato all’interno dell’azienda. È stato Andi Kleen, un dipendente di Intel, a comunicarlo — ha prestazioni equivalenti ad LZO.

Le patch sono pronte a essere inserite nei sorgenti del kernel e probabilmente faranno parte di Linux 3.3. Ad oggi, Btrfs permette di scegliere tra GZip ed LZO effettuando il montaggio del file system col flag compress attivato. LZO è la scelta predefinita, se non si opta per specificare un algoritmo. Snappy è open source dal 2011.

Kleen ha riscritto il codice di Snappy, originariamente in C++, in C perché fosse più adatto al kernel di Linux. Il livello di compressione non dovrebbe scostarsi granché da quello di LZO, ma Snappy parrebbe essere più veloce coi processori a 64-bit oppure Intel Atom a 32-bit. È un aspetto ancora da verificare nell’uso quotidiano.

Via | Phoronix

Btrfs, il file system ex–Oracle, e la compressione Snappy di Google é stato pubblicato su Ossblog.it alle 11:00 di domenica 15 gennaio 2012.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ott
30

GParted 0.7.0

 

GParted, Gnome Partition Editor, è un programma grafico che vi consente di creare, riorganizzare, modificare e cancellare le vostre partizioni.

È in grado di lavorare con dischi che hanno una dimensione dei blocchi diversa dai canonici 512byte e supporta una gran varietà di operazioni su molti tipi di file system, come potete vedere dalla tabelle delle funzionalità. La novità più interessante della versione 0.7.0 rilasciata ieri è l’arrivo del supporto per il filesystem Btrfs.

Ovviamente se volete lavorare con queste partizioni è richiesta l’installazione del pacchetto btrfs-tools. Le altre modifiche sono relative alla correzione di bug più o meno gravi.

Via | GParted

GParted 0.7.0 é stato pubblicato su ossblog alle 16:59 di sabato 30 ottobre 2010.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

lug
28

Zfs su FreeBSD contro Ext4 e Btrfs su Linux

 

Zfs è considerato da molti il filesystem più avanzato e lo vorrebbero anche su Linux. La sua licenza, CDDL, purtroppo ne impedisce il porting per l’incompatibilità con la GPL.

Phoronix ha condotto una serie di benchmark che hanno messo a confronto il gioiello di casa Sun con il suo omologo nato in ambiente Linux: Btrfs. Dai risultati si evince che nella maggior parte dei casi Ext4 e Btrfs sono più veloci di Zfs e che quest’ultimo è sicuramente la scelta migliore su FreeBSD.

Una buona notizia per tutti quegli utenti che aspettavano Zfs per linux o che lo usano attraverso il layer Fuse. Potrebbero provare Btrfs con molte soddisfazioni.

Via | Phoronix

Zfs su FreeBSD contro Ext4 e Btrfs su Linux é stato pubblicato su ossblog alle 13:00 di mercoledì 28 luglio 2010.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
23

Ubuntu 10.10, supporto a Btrfs

 

Il mese scorso durante l’Ubuntu Developer Summit Canonical svelava i piani attorno all’uso di Btrfs per i prossimi due anni.

Nonostante Ext4 resti il file system predefinito per Ubuntu 10.10, sarà supportata anche la possibilità di installare direttamente su Btrfs. Al momento /boot deve stare su una partizione non btrfs per l’avvio. Gli sviluppatori ci tengono a comunicare che si tratta di codice non ancora pronto per l’uso in produzione e che non ci sono sicurezze per i vostri dati.

Fedora è stata la prima ad introdurre il supporto per Btrfs nell’installazione e ad abilitare il supporto al rollback per tutto il sistema grazie agli snapshot del file system. Probabilmente nel 2011 vedremo un aumento nell’uso di questo filesystem ed altre distribuzioni seguiranno l’esempio di Fedora per il rollback.

Via | Phoronix

Ubuntu 10.10, supporto a Btrfs é stato pubblicato su ossblog alle 11:00 di mercoledì 23 giugno 2010.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
09

Btrfs vs Ext4

 

Il supporto a Btrfs continua ad espandersi ed alcune distribuzioni hanno persino deciso di utilizzarlo come file system predefinito.

Per capire come sono le prestazioni di Btrfs nei confronti di Ext4 Phoronix ha eseguito un benchmark fra i due file system. Per il confronto è stato utilizzato il kernel 2.6.35 che introduce alcune patch e sarà utilizzato per Ubuntu 10.10.

Il disco della prova è stato un Intel SSDSA2MH08 SSD da 80Gb equipaggiato su un notebook ZaReason Verix. Entrambi i file system sono stati montati con i parametri predefiniti anche se va fatto notare che Btrfs riconosce automaticamente un SSD ed abilità alcune ottimizzazioni.

A parte alcuni benchmark le prestazioni di Btrfs sono decisamente migliorate nel corso di questi mesi ed è interessante anche notare la differenza rilevata dopo l’abilitazione della compressione zlib.

Via | Phoronix

Btrfs vs Ext4 é stato pubblicato su ossblog alle 15:00 di mercoledì 09 giugno 2010.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

feb
25

Kernel 2.6.33: le novità

 

E’ stata rilasciata la versione 2.6.33 del kernel Linux. Oltre al progetto Nouveau, consistente nel reverse-engineering dei driver per schede grafiche NVidia, di cui abbiamo ampiamente discusso nei mesi scorsi, l’ultima versione del kernel offre tantissime altre novità interessanti.

DRBD, acronimo di Distributed Replicated Block Device, consente di replicare i blocchi di uno storage in modo da ripristinarli in caso di fallimento. DRDB può pertanto essere visto come una implementazione del RAID1 (mirroring).

Altra interessante novità è l’implementazione della chiamata di sistema recvmmsg() che consente di ricevere, con una singola operazione, molti messaggi che, altrimenti, sarebbero ottenuti attraverso molte invocazioni alla syscall recvmsg().

TCP Cookie Transaction (TCPCT) si pone l’obiettivo di eliminare gli attacchi di tipo denial-of-service a causa dell’esaurimento delle risorse del server a seguito di un SYN flood. Ciò avviene facendo in modo che il server allochi le risorse necessarie solo dopo il completamento dell’handshake a tre fasi (per un approfondimento).

E poi ancora nuovi comandi pref, supporto per Nintendo Wii e Gamecube, supporto per cache compression e tanto altro ancora.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

gen
28

Linux 2.6.33, alcune novità per lo storage

 

Cosa ci porterà il kernel Linux 2.6.33 che dovrebbe arrivare ad inizio marzo?

Fra le novità è finalmente stato integrato completamente il supporto all’istruzione ATA TRIM che consente di segnalare le aree libere direttamente al supporto fisico. Una caratteristiche che si rivela particolarmente utile con i dischi a stato solido consentendo di migliorare le prestazioni e l’aspettativa di vita.

Il filesystem btrfs era in grado di sfruttare questa funzionalità già dal kernel 2.6.32 ed ora sono state incorporate le patch anche per ext4.

Finalmente è stato integrato DRBD (Distributed Replicated Block Device) che consente di utilizzare una periferica a blocchi remota come se fosse locale utilizzando una connessione di rete.

È stato rimosso l’anticipatory scheduler i/o (AS) perché offriva solo un sottoinsieme delle funzionalità di CFQ. Al sottosistema MD è stato aggiunto il supporto per write barrier e migliorato il codice che migra un volume raid ad un livello diverso.

Via | HOnline

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

gen
20

Fedora 13, snapshot Btrfs con Yum

 

Lo scorso anno vi abbiamo parlato della possibilità che Fedora 13 arrivasse con il supporto per gli snapshot Btrfs.

In pratica si creerebbe una nuova istantanea del disco prima di qualsiasi transazione Yum. In caso di problemi si potrebbe tornare facilmente ad una situazione funzionante scegliendo una precedente versione.

Per maggiori informazioni potete consultare SystemRollbackWithBtrfs dove si legge che alcune patch sono state inviate a Linus per l’inclusione nel kernel sperando di fare in tempo per la versione 2.6.33.

Gli sviluppatori di Fedora stanno attendendo l’inclusione di queste patch per completare il codice per la gestione degli snapshot Btrfs. Probabilmente, quindi, i futuri utenti di Fedora 13 avranno un’interessante opzione da utilizzare.

Via | Phoronix

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

gen
17

Cosa ci dovremo aspettare nel 2010?

 

Ad inizio anno è normale chiedersi cosa ci troveremo davanti nei prossimi mesi. Nessuno ha la sfera di cristallo per rispondere in maniera corretta a questa domanda, ma si possono fare delle ipotesi verosimili come quelle presentate da LWN.

Tra i fatti più interessanti vi segnalo:

  • Tanti tablet basati su linux
  • Vedremo un inasprirsi delle battaglie su brevetti e copyright
  • La guerra dei browser si infiammerà ancora di più
  • Arriveranno le prime distribuzioni con supporto a Btrfs
  • Finalmente il Big Kernel Lock (BKL) se ne andrà definitivamente e chiamate a lock_kernel() saranno sinonimo di codice non mantenuto
  • Gnome 3 finalmente vedrà la luce
  • Entro la fine dell’anno ci sarà una buona quantità di progetti che passeranno a Python 3
  • Forse sarà l’anno in cui arriverà Perl 6

Avete delle previsioni che si potrebbero avverare da condividere con noi?

Foto | pfala
Via | LWN

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
24

Fedora 13, supporto a Btrfs rollback?

 

Fedora 12 è appena stata rilasciata, non senza qualche polemica, ed ecco che già sia parla della prossima Fedora 13.

Una delle caratteristiche proposte è lo sfruttamento del sistema degli snapshot di Btrfs. L’idea è quella di creare uno snapshot del filesystem per ogni transizione di Yum.

In caso di problemi si potrebbe tornare indietro con un rollback e lo spazio occupato da ogni snapshot è limitato in quanto btrfs si basa sul concetto del COW (copy on write).

Per quanto l’idea possa essere interessante il software dev’essere aggiornato per supportare questo tipo di funzionalità e per le diverse modalità di partizionamento dei dischi. Il caso peggiore è quello in cui le directory di sistema risiedano nello stesso filesystem di /home. Il filesystem predefinito per Fedora 13 sarà ext4.

Via | Phoronix

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
21

Btrfs, novità nel 2.6.32

 

Il ramo di sviluppo che porterà al kernel linux 2.6.32 introduce molte interessanti novità per Btrfs, il “next generation file system for Linux“.

La più interessante per chi intende utilizzarlo con carichi di lavoro pesanti è la capacità di arrivare a 1gb/s su hardware veloce come xfs mentre prima saturava la cpu già a 400mb/s. Aumento della velocità anche per le operazioni di cancellazione e per software come rpm e yum.

È già stato introdotto il supporto sperimentale per la gestione delle operazioni “discard” per consentire al filesystem di notificare ai dischi a stato solido quali blocchi sono stati liberati dalla cancellazione dei dati. Per ora il supporto da parte dei sottosistemi scsi e libata è ancora in fase di sviluppo.

Via | Thread.Gmame.Org

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

nov
12

Filesystem per pen drive, test e risultati

 

Phoronix ha provato a testare come si comportano i diversi file system disponibili per Linux quando vengono utilizzati su un pen drive usb.

Probabilmente molti useranno il vecchio fat32, ma ci sono vantaggi nell’utilizzarne altri come ext3, ext4, xfs, btrfs o reiserfs? I test sono stati eseguiti utilizzando un kernel 2.6.32 su un pen drive da 32gb Flash Voyager GT.

Uno dei file system che si è piazzato meglio nei risultati è ext4, ma in alcuni casi specifici gli altri si comportano meglio, persino fat32. Non è possibile, quindi, definire un vincitore assoluto, ma molto dipende dall’uso che se ne intende fare.

Se siete indecisi e non volete utilizzare fat32 una buona soluzione potrebbe essere ext4 che in media si comporta sempre bene, ma dovrete fare i conti con la mancanza di compatibilità con altri sistemi operativi.

Foto | isriya
Via | Phoronix

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

lug
31

Btrfs, storia di un filesystem ed il suo futuro

 

Abbiamo già parlato di Btrfs, ma per questa volta vogliamo approfondire l’implementazione di questo filesystem.

Valerie Aurora ha scritto un lungo articolo in cui racconta la storia di questo filesystem, come funziona e soprattutto le differenze con il filesystem ZFS di Sun. Rispetto a quest’ultimo sono evidenziati i punti che lo rendono, anche tecnicamente, un filesystem migliore.

Valerie si è persino lanciata in una previsione. Secondo lei entro due anni btrfs sarà il filesystem predefinito per ogni nuova installazione. Speriamo che abbia ragione, ma se avete creato una partizione btrfs con un kernel 2.6.30 o precedente nel 2.6.31 c’è stata una modifica al formato su disco.

Via | LWN

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

lug
17

Btrfs 0.19, prestazioni nel kernel 2.6.31

 

Phoronix ha deciso di ritestare le prestazioni di Btrfs dopo l’inclusione nel kernel 2.6.31 della versione v0.19, nel cui changelog si parla di miglioramenti delle prestazioni in tutti i workload.

Dai risultati ottenuti sembra che le prestazioni in scrittura abbiano subito veramente un miglioramento, ma nei test di lettura non è sempre stato così. Ovviamente potrebbe essere una differenza imputabile ad altri cambiamenti interni al kernel.

In ogni caso le prestazioni continuano a migliorare e vedremo cosa sapranno fare gli sviluppatori ottimizzando il codice di versione in versione.

Via | Phoronix

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mag
18

Btrfs, non ancora al top delle prestazioni

 

Con l’arrivo della preview di Fedora 11 con supporto per l’installazione su Btrfs, Phoronix ha voluto provare a confrontare le prestazioni con gli altri filesystem per linux: xfs, ext3 ed ext4.

I test sono stati effettuati su una macchina equipaggiata con Intel Core i7 a 3.60GHz, scheda madre ASRock X58 SuperComputer, 3GiB di DDR3, NVIDIA GeForce 9800GTX ed un disco Seagate ST3320620AS SATA 2.0.

Le prestazioni complessive non sono le migliori e spesso btrfs è stato superato da Ext4, ma tutte le impostazioni sono state lasciate ai valori predefiniti. Nei prossimi test verrà verificato quale peso e come varia il comportamento modificando le variabili.

Via | Phoronix

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top