feb
28

OpenELEC potrà essere installato e avviato su Raspberry Pi – Model B

 

Mi piace +1 Tweet

Raspberry PiOpenELEC è un sistema operativo Linux-based, che può essere installato sui Set-Top Box (STB) per creare media centre con XBMC. A differenza di altre distribuzioni, OpenELEC non include altre funzionalità: i responsabili del progetto, ad esempio, citano XBMC-Live e le sue derivate — che prevedono un’installazione completa di Ubuntu.

L’ultima novità da OpenELEC è particolarmente interessante: il sistema può essere installato con successo su Raspberry Pi – Model B, il dispositivo integrato da $25. Sarà in vendita da domani in 10.000 unità. Il porting è stato possibile grazie alla collaborazione degli sviluppatori di XBMC e a quella dei produttori di Raspberry Pi.

I manutentori di OpenELEC hanno registrato un video dimostrativo delle potenzialità su Raspberry Pi. È entusiasmante vedere ciò che Linux può offrire con appena 256Mb di RAM, montati su un dispositivo delle dimensioni d’una carta di credito. Il vantaggio di OpenELEC è proprio nell’assenza dei componenti delle normali distribuzioni.

Via | OpenELEC

OpenELEC potrà essere installato e avviato su Raspberry Pi – Model B é stato pubblicato su Ossblog.it alle 13:00 di martedì 28 febbraio 2012.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

dic
29

Cradle, un nuovo videogioco basato su Unigine: l’engine è aggiornato

 

Mi piace +1 Tweet

Cradle è il nuovo gioco di Flying Cafe, una società russa, e si basa sull’engine di Unigine: è un titolo scifi in prima persona, nel quale si richiede al giocatore la soluzione d’una serie di enigmi. Del videogame sono stati presentati soltanto degli screenshot e un trailer. Le immagini sono promettenti, per gli amanti del genere.

Purtroppo, Flying Cafe non ha ancora annunciato l’eventuale disponibilità di Cradle per Linux. È in fase di post–produzione, perciò non è stato rivelato un piano definitivo per le piattaforme che supporterà: grazie a Unigine, Cradle potrebbe approdare anche su Mac OS X, iOS e/o Android. L’uscita è prevista per la primavera del 2012.

Insieme all’annuncio di Cradle, Unigine ha pubblicato gli ultimi aggiornamenti relativi al proprio engine. Il motore ha acquisito il riconoscimento automatico delle GPU di Intel e AMD/ATI Radeon HD7xxx, migliorato l’Anti–Aliasing per Mac OS X e, su PlayStation 3, utilizza appieno l’accelerazione hardware della GPU — anziché la SPU.

Via | Phoronix

Cradle, un nuovo videogioco basato su Unigine: l’engine è aggiornato é stato pubblicato su Ossblog.it alle 12:00 di giovedì 29 dicembre 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

giu
09

VDPAU, la tecnologia per schede video nVidia ora supportata in MPlayer

 

Post originale su Linux e dintorni

VDPAU, la tecnologia per schede video nVidia ora supportata in MPlayer

Supporto hardware GPU, per chi utilizza MPlayer con schede video nVidia serie 8 o superiori, nella decodifica di flussi video

Chi utilizza il riproduttore audio e video MPlayer disponibile per GNU/Linux sarà lieto di sapere che esso è ufficialmente in grado di supportare la tecnologia VDPAU.

Video Decode and Presentation API for Unix, VDPAU in breve, è una tecnologia sviluppata qualche tempo fa da nVidia e destinata alle sole schede video della serie 8, successivamente il produttore decise di estendere questa implementazione anche alle schede di più recente produzione andando a coprire tutti i prodotti costruiti a partire dalla fatidica serie.

Più nello specifico VDPAU permette la decodifica in hardware dei formati MPEG-1, MPEG-2, MPEG-4 AVC (H.264), VC-1, e WMV3/WMV9permettendo quindi di alleggerire il carico di lavoro da destinare a CPU in favore di un maggiore sfruttamento delle capacità di calcolo, ormai giunte a livelli impressionanti, delle moderne GPU che equipaggiano le schede video nVidia dalla serie 8 in poi.

In questo modo si dovrebbe avere la possibilità di avere un pc notevolmente più alleggerito nella componente CPU raggiungendo l’obbiettivo di possedere un sistema visibilmente più scattante e snello in fase di riproduzione di filmati codificati nei formati sopra citati.

Per ottenere questi benefici è necessario lavorare un pochino per compilare una versione ad hoc del player in grado di sfruttare le schede che avete a disposizione, personalmente non ho potuto provare il tutto dato che non possiedo un hardware adatto ma invito chiunque a segnalare precisazioni o dettagli.

Per ora vi affido nelle mani di questa stupenda guida che, in modo chiaro e semplice, vi guiderà passo passo alla compilazione del software e di questo sito di approfondimento di nVidia.

Ciao a tutti.

P.S.: adesso che ci penso mi sono ricordato anche di un link ad una guida del buon Telperion reperibile qui magari è più semplice dell’altra per alcuni d voi

Condividi questo post:

del.icio.us
Facebook
Google
oknotizie
StumbleUpon
Tumblr
TwitThis
Digg
diggita
MySpace
Reddit
Technorati
ghenghe
tuttoblog
Wikio IT
Friendfeed

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top