ago
31

Faience, nuovo progetto dal creatore del set icone Faenza!

 

Matthieu James, in arte Tiheum è il creatore dei temi Equinox e del famosissimo set icone Faenza, che negli ultimi mesi spopola su tantissimi desktop GNU/Linux. Recentemente, Tiheum tramite la sua pagina Deviantart ha dato il via a Faience, un nuovo progetto per una innovazione estetica del desktop Gnome 3!

Il progetto , è costituito da: un set icone per Gnome 3 , un tema per Gnome Shell ed è in sviluppo un tema GTK+2/3. Il tutto, è annunciato dallo stesso Matthieu con una nota nella sua pagina:

Faience è un Work In Progress che include un tema Gnome-Shell e un tema ad icone basato su Faenza. Un tema GTK2/3 arriverà in un secondo tempo.

Il tema è nella fase iniziale di sviluppo:
- Al momento si focalizza solo su Gnome 3 / Gnome-Shell (usa icone simboliche per la barra delle applicazioni, icone di stato monocromatiche per le applicazioni Gnome 2 / Unity sostituite da icone quadrate rosse per la zona delle notifiche di Gnome-Shell).
- Mancano molte icone, quindi la dipendenza da Faenza è accentutata. Assicuratevi di averle installate.

Licenza: GPLv3

In questi ultimi mesi stanno prendendo vita davvero tanti progetti interessanti, anche se a mio parere questo può insidiare relament ilprogetto elementary (elementary icons ed egtk) e i Light Themes (Ambiance e Radiance) di Canonical, due dei migliori progetti di tutta la scena GNU/Linux. E tu tra quale tema gtk/icone utilizzi?

Via | Thieum

Faience, nuovo progetto dal creatore del set icone Faenza! é stato pubblicato su Ossblog.it alle 16:53 di mercoledì 31 agosto 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
31

Richard Stallman sul dual boot: “defenestralo!

 

Richard Stallman è un personaggio davvero particolare, sempre fermo sulle sue idee, per questo riceve l’ammirazione di molti personaggi del mondo GNU/Linux, e non solo. Abbiamo avuto in passato anche l’onore di intervistarlo e di conoscere la sua opinione a 360° sulla scena informatica attuale.

Curioso episodio, quello riportato dai ragazzi di Digitizor, che hanno voluto contattarlo, inviandogli una mail per chiedere un parere sul Dual Boot (GNU/Linux e Windows in questo caso). La mail, recita questa parole:

Ciao

Quindi il mio amico, chiamiamolo “Flemmatico” ha il dualboot con Windows, qual è la tua opinione a proposito?

Lui sostiene di essere un utente GNU/Linux reale, ma utilizza Windows per giocare, potresti scrivere qualcosa sul dualbooting e sul perché è nemico della libertà?

Grazie in anticipo

pecet

—-

Inviato dal mio iPad (non dualbooted!).

La risposta di Stallman non tarda ad arrivare, in perfetto stile “Stallmaniano”:

È un peccato che abbia ancora software non libero nel suo computer.

Deve defenestrarlo (che significa, o buttate fuori Windows dal computer o buttate il computer fuori dalla finestra).

Dr Richard Stallman

Presidente, Free Software Foundation

È interessante e divertente allo stesso tempo, la risposta di Stallman che ha proposto una soluzione doppia per sbarazzarsi del software proprietario o della macchina che lo monta, senza però fare riferimenti all’iPad dal quale è stata inviata l’email, da lui sempre condannato. Che stia diventando un po’ più moderato?

Via | Digitzor

Richard Stallman sul dual boot: “defenestralo! é stato pubblicato su Ossblog.it alle 16:53 di mercoledì 31 agosto 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
31

Rilasciata LibreOffice 3.4.3

 

LibreOffice - The Document Foundation

E’ disponibile la nuova versione di LibreOffice. Dalla prima versione stabile, che risale al 25 Gennaio 2011, TDF ha impartito un buon ritmo allo sviluppo (7 rilasci stabili); l’ultima versione (la 3.4.2) di cui si era già parlato, era stata dichiarata pronta per un utilizzo professionale e la nuova arrivata, almeno nelle intenzioni degli sviluppatori, conferma questa tendenza.

Oltre ad una lunga lista di correzioni ci sono alcune caratteristiche aggiuntive come la capacità di lavorare e importare i file SVG, importazione filtro per i documenti di Lotus Word Pro,importazione filtro per documenti Microsoft Works, semplificazioni per la formattazione titolo e numerazione delle pagine per Writer LibreOffice,barra di navigazione migliorata, miglioramenti nei comportamenti delle celle per Calc, supporto importazione PDF e report builder migliorato.

Al solito LibreOffice è disponibile per Linux (sia per 32 che 64bit), MacOS e Windows e localizzazione per 100 lingue. The Document Foundation ha dichiarato inoltre che la versione 3.4.2 era già stata installata in 25000 postazioni negli ospedali in Copenaghen. Attendiamo con impazienza la prossima release, tra 5 settimane.

Via | The Document Foundation
Via | Softpedia.com

Rilasciata LibreOffice 3.4.3 é stato pubblicato su Ossblog.it alle 16:41 di mercoledì 31 agosto 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
31

Zemlin, Linux, Android e Apple

 

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
31

Uno spazio sul sito del PHP conteneva film, username, password, ecc.

 

PHPIl sito ufficiale del PHP ha ospitato, fino a ieri, una cartella contenente film per dispositivi in BluRay e una serie di altre amenità: cronologie di wget, archivi compressi coi sorgenti di portali esterni, file con username e password. Una directory che è sfuggita al controllo dei manutentori del sito: la cartella è stata rimossa.

Ad accorgersi della presenza della curiosa directory è stato Stephen Chapman, effettuando semplicemente una ricerca su Google. Nonostante la rimozione degli amministratori, la cartella è rimasta nella cache del motore di ricerca ed è possibile verificare i contenuti che erano all’interno. C’era pure una copia di Flight Simulator X.

L’esistenza del sotto-dominio id.php.net è accertata almeno dal maggio del 2009, stando dell’Internet Archive. Attorno a quel periodo la directory /downloads era occupata da alcune immagini di Debian/Lenny. Chapman ha identificato l’indirizzo di provenienza dei file, al quale però è inibito l’accesso. Perché non se n’erano accorti?

Via | ZDNet

Uno spazio sul sito del PHP conteneva film, username, password, ecc. é stato pubblicato su Ossblog.it alle 13:00 di mercoledì 31 agosto 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
31

James Gosling ha lasciato Google per… la salvaguardia degli oceani

 

James GoslingJames Gosling ha lasciato il proprio impiego a Google dopo appena otto mesi: il creatore di Java era stato assunto in marzo, terminato il rapporto di lavoro con Oracle (ex-Sun Microsystems). Gosling ringrazia tutti, però ha conosciuto chi faceva qualcosa di «scandaloso» e dopo «molta angoscia» ha deciso di passare a Liquid Robotics.

Le parole di Gosling non sono chiarissime: non si capisce se outrageous (lett. “scandaloso”) sia utilizzato in senso spregiativo. Comunque Gosling è il nuovo responsabile del software di Liquid Robotics. La società si occupa del controllo delle superfici oceaniche con un macchinario, il Wave Glider, energeticamente autosufficiente.

Liquid Robotics progetta Unmanned Maritime Vehicle (UMA) per analizzare la composizione chimica delle acque oceaniche, la temperatura e altre informazioni utili alle ricerche sul clima. Le tecnologie utilizzate sono all’avanguardia: Gosling s’occuperà della gestione dei dati raccolti dal Wave Glider e trasmessi al loro data center.

Via | James Gosling

James Gosling ha lasciato Google per… la salvaguardia degli oceani é stato pubblicato su Ossblog.it alle 11:00 di mercoledì 31 agosto 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
30

Galaxy S2 vs iPhone 4

 

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
30

Empathy 3.2 avrà una nuova interfaccia su videochiamate e cronologia

 

Empathy 3.2 - Video CallingEmpathy 3.2 esordirà con un redesign dell’interfaccia grafica, dedicato alle videochiamate e alla cronologia delle conversazioni. Non tutte queste novità saranno disponibili in default per il 28 settembre con GNOME 3.2 perché le videochiamate richiedono una “stabilizzazione” di Telepathy. Si potranno comunque attivare opzionalmente.

L’interfaccia delle videochiamate è stata ridisegnata con Clutter per consentire la gestione di webcam e microfono direttamente dalla finestra di dialogo: la nuova interfaccia è opera di Nick Richards e presto supporterà pure gli effetti grafici di Cheese grazie al lavoro di Raluca-Elena Podiuc. Un’esperienza ancora più divertente.

Per la cronologia delle conversazioni, invece, la nuova interfaccia di Empathy è stata realizzata da Matthew Paul Thomas: è uno sviluppatore di Canonical su Ubuntu, perciò le novità andranno anche a beneficio di Zeitgeist. Empathy è una delle applicazioni tuttora in comune tra Unity e GNOME. Messaggi e chiamate sono stati separati.

Via | Guillaume Desmottes

Empathy 3.2 avrà una nuova interfaccia su videochiamate e cronologia é stato pubblicato su Ossblog.it alle 13:00 di martedì 30 agosto 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
30

Citrix ha reso open source gli strumenti della piattaforma Cloud.com

 

Cloud.comCloud.com, una delle più popolari piattaforme per il cloud computing, è stata acquistata da Citrix appena il mese scorso: ne avevamo già parlato perché è alla base del successo di Zynga. Finalmente il prodotto di punta per Cloud.com, CloudStack, è diventato open source al 100%. Citrix ha “liberato” la parte commerciale dei sorgenti.

La notizia è piuttosto importante, per il settore del cloud computing, perché CloudStack 2.2.10 (il primo rilascio completamente open source) offrirà la prima infrastruttura a supportare pressoché ogni prodotto per la virtualizzazione, inclusi quelli dei “rivali” di Citrix. Xen.org, QEMU/KVM, VMware e Oracle VM: manca solo Hyper-V.

La soluzione di Microsoft sarà integrata nell’imminente futuro di CloudStack e Citrix ha già in programma Project Olympus, un fork di OpenStack (la piattaforma di NASA e RackSpace). Per il momento la società ha “liberato” il 98% del codice dei propri prodotti. Collaborando con VMware supporterà ESXi e vSphere a un sesto del prezzo.

Via | The Register

Citrix ha reso open source gli strumenti della piattaforma Cloud.com é stato pubblicato su Ossblog.it alle 11:00 di martedì 30 agosto 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
29

Linux 3.1-rc4 disponibile

 

TuxÈ disponibile la quarta release candidate del prossimo kernel. Ci si avvicina al rilascio finale ma rimagono ancora delle tappe intermedie e Linus Torvalds non è sembrato molto entusiasta di questo rilascio di servizio; definendosi scontento ma non preoccupato dal trend crescente dei commit rispetto alla precedente rc3.

La maggior parte delle modifiche vengono definite dal creatore del kernel come “triviali” e la maggior parte di quelle più sostanziose riguardano aree “esotiche” del codice, come ad esempio una gestione dei signals nelle architetture SPARC oppure un corposo renaming dei sorgenti che riguardano XFS, in ogni caso nulla di funzionale. Torvalds si è tuttavia dichiarato certo che le prossime modifiche che porteranno alla rc5 avranno un volume minore.

C’è da sottolineare che quest’ultima patch, a giudicare dalla mailing list, ha già creato qualche piccolo grattacapo con una regressione coinvolgendo tre architetture (non specificate). Per i più curiosi ecco il changelog.

Via | LWN.net

Linux 3.1-rc4 disponibile é stato pubblicato su Ossblog.it alle 17:30 di lunedì 29 agosto 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
29

Ext2Fsd è un driver per accedere alle partizioni Ext2/3/4 da Windows

 

Ext4Ext2Fsd è un’applicazione per gestire le partizioni formattate con file system di tipo Ext2/3/4 su Windows. Rispetto ad altre soluzioni analoghe, Ext2Fsd permette l’accesso in scrittura: per usufruirne, tuttavia, occorre abilitarlo dalle impostazioni del driver. È disabilitato, a livello predefinito. Può corrompere alcuni documenti.

Le funzionalità di Ext2/3/4 supportate da Ext2Fsd sono diverse: la struttura può prevedere degli inode maggiori di 128 bytes supporta gli indici Htree e tipologie di file aggiuntive per le dentry. Ext2Fsd accede ai large_file da più di 4Gb (non sembrano accessibili gli huge_file da più di 1Tb), supporta la replicazione del journal.

Com’è intuibile, trattandosi di una soluzione per Windows, Ext2Fsd non permette la gestione dei permessi via Access Control List (ACL) e la generazione del journal. Consente però il controllo dei file system e l’attivazione in avvio di sistema: è un’opzione sconsigliata per i dischi rimovibili. Ottimo l’accesso ai file da Explorer.

Via | Andrei Alin

Ext2Fsd è un driver per accedere alle partizioni Ext2/3/4 da Windows é stato pubblicato su Ossblog.it alle 17:00 di lunedì 29 agosto 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
29

File Batch Renaming (updated)

 

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
29

Google Music Frame integra Music Beta su Ubuntu 11.04 in Unity 2D/3D

 

Music Beta non è ancora approdato ufficialmente al di fuori degli Stati Uniti, però ha già un’applicazione compatibile con Linux ed è installabile con facilità su Ubuntu. Il software ufficiale di Google, tuttavia, si limita a gestire il caricamento delle tracce sullo spazio dedicato: la riproduzione è possibile soltanto dal browser.

Google Music Frame estende le funzionalità del locker, aprendo l’interfaccia web da una finestra dedicata e includendo le notifiche per il Sound Menu di Unity. Supporta pure Notify OSD. L’unico limite noto è l’assenza di un’integrazione con Last.fm, possibile grazie ad alcune estensioni di terze parti (per Google Chrome e Firefox).

L’applicazione può risultare piuttosto lenta, almeno inizialmente: il problema è dovuto alla necessità di scaricare le copertine degli album e salvare in locale. Terminata l’operazione, Google Music Frame non dovrebbe presentare particolari rallentamenti. Il software è mantenuto da Ji?í Janoušek su Launchpad. Ha due PPA per Ubuntu.

Via | OMG! Ubuntu!

Google Music Frame integra Music Beta su Ubuntu 11.04 in Unity 2D/3D é stato pubblicato su Ossblog.it alle 15:00 di lunedì 29 agosto 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
29

Linux Day 2011, nascita, decennio e nuovo sito ufficiale!

 

linux_dayPer chi come me, bazzica in LUG è quasi tempo di Linux Day, l’evento che ogni anno molti gruppi attendono, per passare una giornata all’insegna di GNU/linux .

Tutto iniziò nel “lontano” 2001, quando Davide Cerri nell’agosto 2001 inviò una mail a tutti i LUG d’Italia, per svegliare una scena dormiente. Ecco qua riporto una parte della mail, il clou, dove possiamo leggere come Cerri, concepisce l’evento:

“Molto spesso i LUG organizzano iniziative locali quali incontri, dibattiti, install fest, ma purtroppo la “risonanza” di questi eventi è in genere limitata; per questo ILS ha intenzione di promuovere quest’anno il primo “LinuxDay”. L’idea è la seguente: fissiamo un giorno (potrebbe essere sabato 27 ottobre) e invitiamo tutti i LUG italiani a organizzare qualcosa nelle rispettive città in quella data. […]”

A dieci anni di distanza, ecco qua la decima edizione del Linux Day. Per l’evento, il sito ufficiale si è rifatto il look, basato su Drupal e con uno stile misto tra eleganza e semplicità mette a disposizione tutti gli strumenti per una navigazione e approfondimento sul tanto atteso evento. Il sito è nuovamente online da poche settimane, per questo motivo si possono notare così pochi eventi registrati, quindi membri dei vari LUG italiani registrate il vostro evento e magari comunicateci la location. Personalmente, parteciperò e svolgerò un talk al Linux Day a Sassari, se qualcuno dei nostri lettori è di quella zona non esiti a raggiungerci!

Via | Linux Day

Linux Day 2011, nascita, decennio e nuovo sito ufficiale! é stato pubblicato su Ossblog.it alle 13:00 di lunedì 29 agosto 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

ago
29

Rilasciata Mandriva 2011.0

 

Logo MandrivaMandriva Linux 2011.0 “Hydrogen” è disponibile per il download. Il successore di Mandriva 2010.2 porta con sé un rinnovato parco software: kernel 2.6.38.7, l’adozione di systemd che sostituisce il vecchio Sysvinit, X.Org 7.6, LibreOffice,RPM5 e molte altre novità.

“Uno scopo, un’applicazione”, questa è la nuova filosofia di Mandriva che consente di avere immagini ISO più ridotte pagando con una minore varietà di software. A farne le spese sono anche gli ambienti grafici: GNOME, Xfce e tutti gli altri windows manager che vengono dichiarati deprecati e quindi non fanno parte dei pacchetti ufficiali. L’ambiente desktop ufficiale è KDE 4.6.5.

È stata modificata anche la politica di rilascio, che consiste nel uscire una nuova versione ogni anno con un anno e mezzo di supporto. Per fine 2011 è anche prevista una LTS (Long Time Support) con tre anni di supporto. Da osservatore noto con piacere una discontinuità e la voglia di concentrare gli sforzi su un’unica linea riducendo la complessità e la quantità di software da supportare.

Via | Mandriva Blog

Rilasciata Mandriva 2011.0 é stato pubblicato su Ossblog.it alle 12:30 di lunedì 29 agosto 2011.

Popularity: unranked [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top