lug
31

Mark Shuttleworth sul contributo di Canonical a GNOME

 

Canonical Ltd.

Mark Shuttlerworth non è certo uno che le mandi a dire. A conclusione del GUADEC 2010 sono nate le “solite” polemiche su quale azienda contribuisca di più allo sviluppo di GNOME e Greg De Koenigsberg ha avuto da ridire sull’apporto di Canonical. In sintesi, De Koenigsberg sostiene che Red Hat contribuisca a GNOME 16 volte più di Canonical.

In tutta risposta Shuttleworth ha tirato in ballo la filosofia, i fanboy di Apple e le distro war per affermare che il «tribalismo» non faccia bene a nessuno. Difficile dargli torto, sebbene il fatto stesso che abbia risposto alla provocazione lo rende tale e quale a De Koenigsberg. Strano che nessuno abbia sottolineato lo slittamento di GNOME 3 al 2011.

Le polemiche ricordano piuttosto le scaramucce tra bambini su chi debba comandare nei giochi e non migliorano l’immagine di GNOME, né tanto meno quella di Linux e dell’open source in genere. L’impressione è che la boutade di De Koenigsberg (per nulla disinteressato, poiché dipendente di Red Hat) miri a nascondere altri problemi più seri di GNOME.

Mark Shuttleworth sul contributo di Canonical a GNOME é stato pubblicato su ossblog alle 09:00 di sabato 31 luglio 2010.

Popularity: 1% [?]

  • OkNotizie
  • Upnews
  • Wikio



Puoi visualizzare il post originale qui.




Fatal error: Call to undefined function wp23_related_posts() in /home/tuxfeed/public_html/wp-content/themes/df_marine/index.php on line 68