giu
15

La California porta il software libero nelle scuole

 

Post originale su Linux e dintorni

La California porta il software libero nelle scuole

La scuola open della California, idea e realizzazione di un progetto ormai necessario

La California è uno degli stati che compongono gli USA tra i più ricchi ma la profonda crisi che ha coinvolto in questi ultimi tempi la finanza mondiale mette in allarme anche gli amministratori pubblici di questa parte della grande nazione che cercano in tutti i modo di risparmiare per l’amministrazione del bene pubblico, anche se forse non ne sono consapevoli in questo modo lo staff del governatore Arnold “Terminator” Schwarzenegger sta creando il giusto substrato che permetterà la crescita di GNU/Linux e del software aperto nei prossimi anni.

Schwarzenegger ne sa una più del diavolo e nella sua continua lotta contro gli sprechi in cerca dell’innovazione ha pensato bene anche di coinvolgere la scuola dello stato della California; i dati in effetti danno una istituzione costosa, 350 milioni di dollari in un anno solo per le spese riguardanti i volumi di testo sono veramente tanti senza poi contare le altre voci di spesa che contribuiscono in modo non indifferente all’aumento dei costi per il settore.

Il rimedio è nella sempre più consigliata adozione di strumenti informatici, libri di testo digitali e software libero faranno parte del corredo scolastico base degli studenti già a partire dal prossimo anno accademico.

A dirla proprio tutta l’informatizzazione della scuola californiana ha radici lontane nel tempo è infatti da qualche anno che una apposita commissione sta valutando ed approvando risorse e testi per la didattica online e l’informatica scolastica, in questo caso la crisi economica ha avuto l’onore di essere il catalizzatore di quella che era già una rivoluzione in fase di realizzazione, le necessità si sono fatte più impellenti e così si è pensato di accorciare i tempi prevedendo il debutto della soluzione già per il prossimo anno.

Una volta che il programma sarà in pieno svolgimento, una scuola di quartiere con 10.000 studenti delle scuole superiori potrebbe risparmiare qualcosa come 2 milioni di dollari in un solo anno di attività; come si può vedere le idee del governatore sono chiare e decise visto che la frase appena riportata è stata detta dallo stesso Arnold in un editoriale scritto per un giornale.

Per ora la certificazione digitale dei testi sarà incentrata su vari settori della matematica e della scienza: Geometria, Algebra, Trigonometria, Calcolo, Fisica, Chimica, Biologia e Scienze della Terra; uno dei benefici di questa adozione è da cercare nell’estrema versatilità dei contenuti digitali che possono essere facilmente aggiornati in caso di nuove scoperte scientifiche o di errori scovati nei testi in modo da avere sempre edizioni fresche e corrette dei relativi documenti.

Forse siamo in presenza dell’inizio di una svolta epocale per quel che riguarda il sistema di istruzione americano, se pensate che questa idea possa essere esportata altrove magari in Italia lasciate perdere, la nostra classe dirigenziale non è in grado di comprendere i benefici di questo tipo di scelte visto che alle scuole medie inferiori l’insegnamento dell’informatica è spesso assegnato al primo prof che si dichiara in grado di accendere un computer….questa è l’Italia.

Link0

Link1

Ciao a tutti.

Condividi questo post:

del.icio.us
Facebook
Google
oknotizie
StumbleUpon
Tumblr
TwitThis
Digg
diggita
MySpace
Reddit
Technorati
ghenghe
tuttoblog
Wikio IT
Friendfeed

Popularity: 1% [?]

  • OkNotizie
  • Upnews
  • Wikio



Puoi visualizzare il post originale qui.




Fatal error: Call to undefined function wp23_related_posts() in /home/tuxfeed/public_html/wp-content/themes/df_marine/index.php on line 68