mar
31

Suonare dal vivo con Ubuntu?

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
31

Nuovi driver Nvidia 180.44: sistemati alcuni crash con Plasma

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
31

APT ed il Pinning

 

Forse non tutti sanno che su Debian (e sue derivate) è possibile installare pacchetti da versioni diverse senza dover aggiornare l’intero sistema, semplicemente usando il Pinning. Chi legge questo blog di sicuro avrà già incontrato questa parola, che avevo usato citando la guida del mio amico voRia che spiega come installare pacchetti da versioni differenti compilando da sorgente.

Oggi voglio spiegarvi come installare pacchetti da versioni differenti utilizzando APT e quindi usando i deb precompilati presenti nei vari repository. Certo avrei potuto fare prima questa guida, ma fin’ora non ne ho avuto mai bisogno.

Premessa quanto leggerete qui potrete trovarlo anche qui (in inglese) e qui (in italiano). Ora possiamo vedere i tre passi principali per il pinning.

Primo: bisogna inserire i repository nella propria sources.list:

##SQUEEZE (Testing)
deb http://ftp.it.debian.org/debian/ squeeze main contrib non-free
##SID (Unstable)
deb http://ftp.it.debian.org/debian/ sid main non-free contrib
deb-src http://ftp.it.debian.org/debian/ sid main contrib non-free
##EXPERIMENTAL
deb http://ftp.debian.org/debian/ ../project/experimental main
##SECURITY UPDATES (Squeeze)
deb http://security.debian.org/ squeeze/updates main contrib non-free
#deb-src http://security.debian.org/ squeeze/updates main contrib non-free
##MULTIMEDIA
deb http://www.debian-multimedia.org squeeze main

Secondo: bisogna creare delle preferenze di utilizzo dei repository. Questo si fa creando il file /etc/apt/preferences in questo modo:

Package: *
Pin: release o=Unofficial Multimedia Packages
Pin-Priority: 950
#
Package: *
Pin: release a=testing
Pin-Priority: 850
#
Package: *
Pin: release a=unstable
Pin-Priority: 800
#
Package: *
Pin: release a=experimental
Pin-Priority: 750

Dove o= sta per origine mentre a= sta per archivio (sid, testin, experimental… ), per sapere come completare questi campi basta leggere il file Release contenuti nella directory /var/lib/apt/lists/ oppure direttamente nel server del repository.

Terzo: bisogna configurare apt creando il file /etc/apt/apt.conf . Visto che il plugin degli smile mi sostituisce il testo del codice rimando a questo indirizzo.

Facciamo un update dei repository ed a questo punto abbiamo concluso. Usando apt normalmente verranno installati i pacchetti da testing se volessimo usare dei pacchetti da un’altra versione basterà usare il comando apt-get install -t nome_versione nome_pacchetto ad esempio da sid apt-get install -t unstable nomepacchetto.

Ora posso provare ad installare KDE4.2 sulla mia Squeeze.

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
31

Primo: Abaco lancia il proprio PC

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
31

Rilasciato Mono 2.4 e Monodevelop 2.0

 

monodevelop 2Mono, progetto open source coordinato da Novell per creare un insieme di strumenti compatibili con il Framework .NET, raggiunge la versione 2.4.

Questa nuova versione aggiunge un netto miglioramento della velocità e nella gestione della memoria. Ci sono stati alcuni miglioramenti per quanto riguarda Winforms ed è stato cambiato il vecchio JIT con un engine nuovo basato su IR.

Contemporaneamente è stato rilasciato anche Monodevelop 2.0, IDE per la creazione di applicazioni Mono, che include diverse migliorie. Le novità maggiori derivano dal debugger integrato, dal supporto per ASP.NET migliorato e da un nuovo editor di testo interamente scritto in C#.

La lista completa delle novità di Mono 2.4 potete trovarla qui. Qui la lista per Monodevelop 2.0.

Via | lorenzosfarra.blogspot.com

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
31

Ubuntu: unire più pdf con Pdftk

 
Pdftk

Pdftk

Vi è mai capitato di avere tanti file pdf e volerli unire in un unico documento? Pdftk è il programma che fa per voi.

Le caratteristiche del programma sono però molteplici ed eccovi elencate le varie features riportate direttamente dal sito ufficiale:

  • Merge PDF Documents
  • Split PDF Pages into a New Document
  • Rotate PDF Pages or Documents
  • Decrypt Input as Necessary (Password Required)
  • Encrypt Output as Desired
  • Fill PDF Forms with FDF Data or XFDF Data and/or Flatten Forms
  • Apply a Background Watermark or a Foreground Stamp
  • Report on PDF Metrics such as Metadata, Bookmarks, and Page Labels
  • Update PDF Metadata
  • Attach Files to PDF Pages or the PDF Document
  • Unpack PDF Attachments
  • Burst a PDF Document into Single Pages
  • Uncompress and Re-Compress Page Streams
  • Repair Corrupted PDF (Where Possible)

su ubuntu il programma è disponibile nei repository e quindi basterà digitare da terminale:

sudo apt-get install pdftk

ed il gioco è fatto. Ecco ora un esempio sull’uso di pdftk per unire più file: uno.pdf,due.pdf,tre.pdf

pdftk uno.pdf due.pdf tre.pdf cat output totale.pdf

Tech Tags:

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
31

YoFrankie: decretati i vincitori del concorso

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
31

Rilasciato Weave 0.3

 

weave logoMozilla Labs ha annunciato il rilascio della versione 0.3 di Weave Sync, lo strumento che consente di esportare le configurazioni del browser su vari dispositivi (sia tradizionali che mobili).

La versione corrente consente la sincronizzazione continua di bookmarks, cronologia di navigazione, password e tabs. Questo consente ad esempio di esportate la propria attività di navigazione corrente (quindi stato dei tabs aperti, password, etc.) su un dispositivo mobile su cui gira Fennec e poter continuare su quel dispositivo. La sincronizzazione con i server di Mozilla viene fatta criptando i dati trasmessi, consentendone quindi l’aggiornamento in piena sicurezza.

Weave sync fa parte di un progetto più ampio di Mozilla che ha come scopo una maggiore integrazione di servizi con il browser. La nuova versione di Weave Sync supporta Fennec e ha come requisito la presenza di Firefox 3.1 Beta 3

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
31

TomTom e Microsoft, fine della disputa

 

La storia delle vicende legali tra i due colossi del settore informatico sono note a tutti ormai ma sembra che si siano raggiunti degli accordi in grado di appianare le divergenze che si sono create tra le due società.

L’accordo reso pubblico da entrambe le parti, quindi ormai ufficializzato a tutti gli effetti, prevede le seguenti condizioni:

  1. gli olandesi di TomTom pagheranno per i brevetti che la stessa Microsoft ha ritenuto violati
  2. nel corso dei prossimi 2 anni la TomTom si impegna a togliere il brevetto riguardante la gestione dei file ed il file system Fat
  3. TomTom da il via libera a Microsoft per l’uso dei 4 brevetti registrati dall’olandese che Redmond avrebbe violato
  4. per i prossimi 5 anni la Microsoft sarà in grado di usare i brevetti TomTom senza sborsare una lira di royalties

Link al documento Microsoft

Sembra che alla fine le politiche commerciali abbiano avuto la meglio su quelle che dovrebbero essere questioni di principio.

Personalmente credo che l’attacco Microsoft all’olandese TomTom sia stato costruito a tavolino per valutare una possibile azione legale contro il kernel Linux.

Visto però che i test non hanno dato buoni frutti ma anzi hanno creato una situazione ancor peggiore, leggi brevetti TomTom violati dalla Microsoft, i legali di Redmond hanno ben pensato di accontentarsi di qualsiasi forma di accordo abbastanza vantaggiosa per le loro tasche.

Sicuramente la nota azienda produttrice di navigatori ha avuto la peggio in questo frangente evitando però nel contempo di andare in pasto agli avvocati americani che avrebbero fatto a brandelli la difesa in pochissimo tempo.

Entrambe le compagnie non erano evidentemente in regola con i vari brevetti e sicuramente è difficilissimo scovare una azienda operante nel settore che, con l’attuale sistema di registrazione delle proprietà intellettuali in grado di porre il brevetto anche su le “non-innovazioni”, sia legalmente al sicuro sotto questo punto di vista.

Non credete che ci sia bisogno di un nuovo metodo per decidere cosa è innovazione, e quindi brevettabile, e cosa non lo sia?

Detto questo mi rammarico un pochino ma comprendo appieno la posizione della TomTom che, pur di non intaccare il suo bilancia con una causa probabilmente milionaria, è scesa a patti contro uno stuolo infinito di avvocati agguerriti ed in odore di premio di “produzione”.

Mi fa estremamente piacere comunque scoprire come la casa olandese si sia impegnata per produrre un accordo che non violasse la licenza GPL2….bravi.

Link

Ciao a tutti

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
31

Nuovi driver nVidia per il supporto alle GPU più recenti

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
31

Eee PC 1004DN con lettore biometrico e masterizzatore

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
31

Installare bugzilla su debian

 

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
31

Faucet PVR e Linux: aggiornamento dello script per il download delle registrazioni

 

Grazie a una modifica di effemmeffe, approfitto per aggiornare lo script che avevo realizzato l’anno scorso per il download automatico delle registrazioni realizzate con Faucet PVR. La nuove “versione stabile” diventa quindi la 2.1, con un bel grazie a Manuel per il contributo.

Ti è piaciuto l articolo, eh? OFFRIMI UNA BIRRA! (è sufficiente essere iscritti a Paypal o avere una carta di credito, anche Postepay)

Condividi :

Facebook
TwitThis
Tumblr
FriendFeed
OKNotizie
Fai.Info
Diggita
ZicZac
Upnews
NotizieFlash
Pligg
PubblicaNews
Wikio IT
del.icio.us
StumbleUpon
Technorati
Netvibes


Guadagnare con il tuo blog? Prova Linklift, Teliad e Heyos. Poi fammi sapere!

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

mar
31

3° Ubuntu-it meeting: mini diario :)

 

3rd-ubuntu-it-meeting

Venerdì 27 marzo 2009

Mattina trascorsa al lavoro, prenoto i biglietti per Bologna e mi stampo il programma del meeting. Smanetto 2 ore sull’Eeepc per installare tutto il necessario e fare delle prove sul funzionamento della schede di rete wi-fi come access point. Pare funzioni tutto e mi faccio per comodità uno script bash per velocizzare la configurazione.

Il pomeriggio aspetto il mio collega Ottavio a Termini e si parte insieme sul (modernissimo???) Freccia Rossa!

Arrivo a Bologna come da programma, biglietto dell’autobus e via verso casa di Francesca e Roberto (che ringrazio ancora per l’ospitalità ricevuta). Aperitivo in attesa della cena e successiva cena a base di pasta al forno, peperoni, mozzarella, funghi e altro ancora :)

Quattro chiacchere su OpenSource, Apple e cose varie e poi tutti a letto in attesa del meeting del giorno dopo…

Sabato 28 marzo 2009

Sveglia non tanto presto (il meeting iniziava più o meno alle 10:30) colazione, preparazione di tutto e in macchina con Ottavio e Roberto per trovare l’hotel. Durante il tragitto in macchina Roberto ci ha deliziato con il sistema (purtroppo Microsoft) integrato per gestire il telefono attraverso il bluetooth e windows mobile installato sulla macchina.

Arrivo all’hotel prima delle 10, intercettata subito macchina di Milo (chissà come mai!) e dentro mi trovo già parecchia gente che colazionava… Saluto al volo tutti e si entra in sala… 800 gradi di temperatura ci attendevano (bhè un pò esagerato però faceva veramente caldo).

Montaggio del proiettore (tre ore per capire dove cavolo stava il comando per modificare il trapezio) e subito primi problemi visto che il pennino per la connessione 3G non voleva sentir ragioni di funzionare su Ubuntu.

In attesa di Sergio (e del suo modem 3G testato e garantito funzionante su Intrepid) montaggio di tutto il necessario e dell’impianto audio (Paolo ci ha riservato una sorpresina).

Arrivo di Sergio e prova del modem, la sim vodafone non ne vuole sapere di andare in 3G e non sapendo se la connessione GPRS era a pagamento ricadiamo sulla sim di Sergio funzionante in 3G ma limitata a 100 megabyte giornalieri.

Prove e riprove per far andare il tutto, e da buon sistemista di rete ho fatto la bella figura di non essere riuscito a buttar su una rete wi-fi che serviva come ponte tra il modem 3G e gli altri pc: si vede che tutte le prove fatte non prevedevano la configurazione di rete  che il modem usb ha creato al momento del suo collegamento. Risultato: niente rete anche quest’anno per la terza volta  consegutiva :) Al prossimo meeting dò per garantita la rete o mi sparo :)

Inizia il meeting (con me e Milo che ancora tentiamo di smanettare per la rete) e presentazione in pompa magna di Paolo, per chi è interessato trova il video (realizzato con Smile da Paolo stesso) su Youtube.

Si procede con i talk di Milo sul translation Sprint, il talk di Giuseppe e per finire la mattinata in bellezza Renzo Davoli che ci delizia con “vi” su Openmoko (e molto altro).

Presenti al meeting oltre a 14 (se non ricordo male) membri della comunità italiana ci sono anche 3-4 Debian Developer, un rappresentante di Fedora, l’0rganizzatore del Linux Day e il presidente di ILS.

Pausa pranzo (come da programma verso le 13) e pranzetto leggero a base di :

  • Insalata di riso

  • vitello tonnato

  • insalata mista

  • frutta fresca

  • acqua e caffè

Dopo il buonissimo pranzo si riparte con i talk del meeting, in particolare si decide di spostare il talk sul gruppo Documentazione (che avrei dovuto tenere io) per fare spazio a quelli più importanti ed interessanti:

Tavola rotonda: come collaborare al meglio tra distribuzioni e Gruppo Promozione: da dove veniamo e dove vogliamo andare.

E’ stato molto interessante avere la possibilità di discutere membri di Debian, Fedora e Ubuntu  su problematiche che possono nascere tra diverse distribuzioni. Finalmente dopo tante “distro-war” un momento per discutere proposte costruttive e problemi in maniere del tutto pacifica; l’obiettivo in fin dei conti resta sempre lo stesso per tutti e le divisioni sicuramente non aiutano a raggiungerlo.

Il mio talk ovviamente è saltato visto che siamo andati un pò per le lunghe!! Ma sicuramente con il gruppo dovremmo parlare per sistemare meglio il tutto.

Segue mega cena a base di :

  • risotto allo zafferano

  • scaloppina con carciofi

  • dolce

  • acqua e vino della casa

  • caffè

A cena scopro che Paper0k non è poi così distante da Roma e sicuramente sarò invitato in caso si organizzi qualcosa con gli ubunteri romani.

Per finire la serata conversazione amichevole nella hall dell’albergo davanti alla partita dell’Italia. Piano piano dai 9 rimasti della cena rimaniamo io, Luca e Sergio che ci intratteniamo a discutere del più o del meno. Con Luca (mio compagno di merende e di stanza) abbiamo fatto le 2 di notte (ora legale inclusa). Stanza d’albergo veramente spettacolare a parte qualche piccolo inconveniente:

  • temperatura anche qui a 1000 gradi
  • ascensore (esterna e paronamica) a 2 centimetri dalla stanza con relativa scossa di terremoto ogni volta che raggiungieva il nostro piano

Domenica 29 marzo 2009

Sveglia all’alba (ore 7:50) per visione del GranPremio di Australia, sorvolando sulle imprecazioni continue di Luca contro la BrownGP e Hamilton non è che sia andata proprio bene per le Ferrari.
Scendiamo per le 9:30 e oltre ad un clima di pioggia continua scopriamo che più di una persona ha avuto dei problemini con l’aggiornamento automatico dell’ora legale sui cellulari. Sia Milo che Sergio si sono trovati alla fine con 2 ore avanti rispetto al giorno prima, io dal canto mio ho fregato il mio palm visto che quando si è aggiornato all’ora nuova ero sveglio e l’ho subito riportato indietro visto che già dalle 23 mi ero portato avanti con il tempo.

Per me doppia colazione (Jeremie mi sa che se ne è fatte più di 3!!!) e poi visto il tempo sfavorevole mini meeting sempre nei divanetti della hall. Sono uscite parecchie cose interessanti ma non vi dico niente perchè sono ancora in via di sviluppo… la prossima volta venite al meeting  così vi levate la curiosità 8-)

Vi anticipo solo che a Giugno mi sa che si torna tutti a Bologna…

Verso le 12 partenza per il centro di Bologna alla ricerca della taverna per il pranzo..  un pò di problemi per capire la strada giusta e finalmente si arriva al locale! In attesa di andrea (gaspa) entriamo e prendiamo un aperitivo… arrivato gaspa manca all’appello ancora l3on che arriva tardi ma comunque arriva :)

Ottimo pranzo (ho “dovuto” prendere i tortellini in brodo tipici di Bologna) e cameriere simpaticissimo che dava Luca per scozzese e Milo per irlandese :)

Infine saluti finali e tutti via per tornare alle rispettive case… in stazione mi fermo con Luca e Sergio e li accompagno ai rispettivi treni e poi aspetto Ottavio per ritornare in quel di Roma.

Viaggio tranquillo e stanchezza alle stelle (dormito veramente poco tra ora legale e granpremio)…

Per il resto vi invito ad aspettare l’uscita di un resoconto ufficiale che troverete sicuramente nella sezione Eventi del sito italiano di Ubuntu.

Alcuni link ad alcune gallerie fotografiche:

Al prossimo meeting!!!

Popularity: 1% [?]



Puoi visualizzare il post originale qui.

top